Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Penso che sia nel profondo – VG

– Penso che sia nel profondo – VG

Sulla via del ritorno: si dice che Boris Johnson abbia boicottato la sua vacanza ai Caraibi venerdì sera per candidarsi a leader del partito.

Una vecchia conoscenza prende parte alla nuova orribile gara di guida in Gran Bretagna. Il professore di UiO Atle L. Wold dubita ancora che avrà un’altra possibilità.

Inserito:

Giovedì le porte di 10 Downing Street sono state chiuse Dietro Liz Truss. Dopo appena sei settimane in carica, era ancora considerata il “nuovo” primo ministro del Paese.

Ora la partenza del nuovo presidente del Consiglio potrebbe aver aperto ancora una volta le porte al vecchio.

Lo farò, lo farà Boris Johnson Dopo aver interrotto la sua vacanza ai Caraibi venerdì sera, ha detto: Dopo che gli è stato chiesto se vuole candidarsi alla presidenza del partito.

Poiché diversi importanti politici conservatori hanno affermato di volere che Johnson torni sulla sedia del presidente, digitare Guardiano. Chi vince la corsa alla leadership del partito diventa primo ministro del Paese.

Questo nonostante il fatto che non molto tempo dopo che lo stesso Johnson dovette dimettersi, Dopo una serie di grandi scandali. Nel Il famigerato “Rapporto Partygate” L’ex primo ministro ha ricevuto aspre critiche per la sua celebrazione durante la pandemia.

“Trovo un po’ difficile credere che il partito si farà così tanto male da riportarlo indietro”, ha detto a VG Atle L. Wold, professore di studi britannici all’UiO.

Professore: Atle L. Wold dell’UiO è un esperto di politica britannica.

– Quali sono le possibilità che Boris torni secondo te?

– Questo è ciò che tutti si chiedono, dice Wolde, e ride.

READ  D'accordo e credi finché la bugia non cade

– Beh, cosa si dovrebbe osare dire lì. Penso che sia nel profondo. Dice che c’erano buone ragioni dietro le sue dimissioni.

Tre concorrenti

Né Johnson è il solo a voler diventare il nuovo leader del Partito conservatore. Ha due contendenti principali che hanno detto di voler correre:

  • Ex ministro delle finanze Rishi Sunakche era sul punto di diventare primo ministro durante la precedente corsa alla leadership contro Liz Truss.
  • Penny MordauntChi è il suo capo? Camera dei Comuni britannica Il Parlamento eletto della Gran Bretagna.È popolare tra la base del partito.

Ogni candidato deve avere il sostegno di almeno cento rappresentanti alla Camera dei Comuni prima delle 14 di lunedì per essere nominato per il prossimo turno delle elezioni della leadership, quando tutti i quasi 150.000 membri del partito votano.

Diversi media hanno riferito, venerdì sera, che Rishi Sunak è il primo Raggiungere 100 candidature dal Partito conservatore.

Notizie del cielo Scrive che Johnson è molto indietro con 67 nomination e che Mordaunt è anche sicura che raggiungerà il limite magico entro lunedì.

Battaglia per la leadership: Rishi Sunak (ex), Benny Mordaunt e Bryce Johnson sono quelli che gareggiano per diventare il nuovo Primo Ministro della Gran Bretagna.

dice Atley. È nato che al momento sembra che la sinistra e il centro del partito si stiano radunando attorno a Rishi Sunak e che Benny Mordaunt sia visto come una sorta di punto di mezzo tra gli altri candidati.

– Poi ci sono alcuni, tra cui Nadine Doris e Jacob Rees-Mogg, che escono e dicono che Boris Johnson tornerà di nuovo, dice.

READ  Ora la Russia vuole "demonizzare" l'Ucraina - VG

L’argomento è che è stato lui a ottenere il mandato di guidare il paese alle elezioni del 2019 e che ha le migliori possibilità di battere i laburisti in una nuova elezione. Non credo che ci siano molte persone che credono in quest’ultimo, ma è qualcosa che viene gettato in giro.

– Totalmente rovinato

Johnson è caduto costantemente nei sondaggi durante il suo ultimo anno come primo ministro. Quando ha annunciato le sue dimissioni a luglio, circa il 70 per cento dei cittadini del paese pensava che avesse fatto un “cattivo lavoro”, secondo il sito web delle statistiche. YouGov.

L’esperto britannico osserva che ci sono opinioni divergenti su Johnson nel partito:

– I forti sostenitori di Boris che credono di poter vincere le prossime elezioni parlamentari, dalla sua vittoria nel 2019 con un ampio margine. È ancora popolare in alcune parti del paese, forse abbastanza stranamente.

Altri conservatori pensano che sarebbe assolutamente devastante per il partito riconquistare un leader. Anche se avesse ancora il sostegno di un certo numero di elettori, dice Wald, dubito che gli basterebbe vincere di nuovo le elezioni parlamentari.

Andato: Boris Johnson ha annunciato le sue dimissioni a luglio, dopo una serie di scandali.

Ci sono un massimo di tre candidati che hanno una possibilità di candidarsi alla guida del partito, in base al numero di deputati alla Camera dei rappresentanti, secondo il professore.

Aggiunge che lunedì potrebbero esserci due o anche un candidato che ha lasciato.

– Se mi permetto di speculare, la possibilità di Johnson sta nel diventare uno dei candidati per i quali voteranno i membri del partito, perché il sostegno per lui è probabilmente maggiore nel partito in generale che nel gruppo parlamentare, dice il professore.

READ  Non l'hai mai visto prima su un aereo

Affluenza storicamente bassa

Come descriveresti la situazione tra i conservatori in generale?

Quello di cui si ha l’impressione è un partito diviso che ha iniziato a litigare su chi sarà di nuovo il nuovo leader. Wolde risponde, in molti modi, che sono tornati al punto in cui erano quest’estate.

La domanda è se siano riusciti a trovare un candidato che riuscisse a unire il partito. Wald poi risponde che dipendono dalla capacità di pensare nella stessa direzione.

Un nuovo sondaggio mostra che il partito conservatore ha storicamente scarso sostegno tra i britannici dopo le dimissioni di Liz Truss – 14%. Scrive che se le elezioni si fossero svolte oggi, i laburisti avrebbero ricevuto il 53 per cento dei voti GB Notizie.

Questo sarà commentato sui conservatori alle prossime elezioni generali?

– Dipende da quando succede. Le ultime elezioni sono state nel 2019 e ci sono mandati di cinque anni, quindi hai ancora due anni a disposizione. Molte cose possono succedere in un paio d’anni, quindi è possibile tornare di nuovo. Tutto suggerisce che il partito conservatore dovrebbe evitare una nuova elezione ora, dice Wald.

Allo stesso tempo, si può notare che anche il Partito Laburista non ha un leader carismatico o un progetto politico molto chiaro in cui molte persone credono. Aggiunge che la rinascita di cui stanno ora godendo è probabilmente dovuta più al caos e ai disaccordi interni ai conservatori, che agli sforzi dello stesso Labour.