Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Per questo l’intera Europa è alle prese con prezzi dell’elettricità estremamente alti – VG

BERLINO – Il fumo sale da un camino di una centrale elettrica della capitale tedesca. Le città tedesche riducono il consumo di energia, tra l’altro, riducendo il riscaldamento negli edifici comunali.

Recentemente, i record dei prezzi dell’elettricità sono diventati popolari sia in Norvegia che in Europa. Gli esperti non vedono segni di miglioramento.

Inserito:

Non è solo in Norvegia che gli utenti di elettricità si disperano per le bollette elettriche elevate. Anche in Europa la crisi energetica sta diventando palpabile nel portafoglio.

Perché anche se i prezzi dell’elettricità hanno raggiunto livelli record qui nel nord, sono più alti nel sud del continente.

In Europa, il prezzo di un megawattora di elettricità è attualmente di circa 600 euro, ovvero 5.700 corone norvegesi, secondo le stime dell’analista senior Sigbjørn Seland di Storm Geo. Ciò significa che un kilowattora costa 0,6 euro, ovvero 5,7 NOK.

Nella Norvegia sudoccidentale, dove l’elettricità è di gran lunga la più costosa, giovedì ci sarà un prezzo medio di 5,41 NOK per kilowattora e un massimo di 6,23 NOK.

Un kilowattora corrisponde al consumo di elettricità di un kilowattora. Una doccia di dieci minuti consuma in media 4,5 kWh.

Leggi anche: Quanto costa l’elettricità?

Due fattori importanti per i prezzi

Gli analisti dell’energia indicano due ragioni importanti per l’aumento dei prezzi in Europa:

La guerra della Russia contro l’Ucraina

* La siccità è diffusa nel continente

La Russia, da tempo il più importante fornitore di gas all’Europa, negli ultimi mesi ha drasticamente ridotto le forniture al continente. Molti paesi dell’UE, tra cui Polonia e Bulgaria, non ricevono affatto gas.

La scorsa settimana, il gigante russo del gas Gazprom ha annunciato la chiusura del gasdotto Nord Stream 1 tra Russia e Germania per manutenzione per tre giorni interi. Immediatamente, il prezzo del gas naturale è aumentato in modo significativo.

Il prezzo del gas sta influenzando ancora una volta i prezzi dell’elettricità in Europa, spiega Seland in Storm Geo. È vero che il prezzo dell’elettricità è fortemente influenzato dal costo di produzione dell’elettricità nelle centrali elettriche a gas.

Quando il prezzo del gas è eccezionalmente alto, come è adesso, il costo di produzione dell’elettricità diventa eccezionalmente alto. Ecco perché i prezzi dell’elettricità sono così alti in Europa, dice Seeland.

READ  Può essere un arresto completo: - Celebriamo la nostra ultima notte liberamente

Di fronte a un autunno incerto

Cosa accadrà ai prezzi dell’elettricità in Europa durante l’autunno e l’inverno è ancora una questione aperta, secondo Marius Holm Renesund della società di consulenza Thema.

L’incertezza è grande, dice.

Il prezzo del gas dipende da ciò che Putin sceglie. Se la fornitura di gas all’Europa è completamente interrotta, potremmo avere prezzi del gas più alti e una situazione più difficile in Europa, che si estenderà alla Norvegia meridionale.

Seland a Storm Geo ritiene che i prezzi dell’elettricità continueranno ad aumentare in futuro.

– Per come appare adesso, probabilmente, dice.

Governo: il primo ministro Jonas Gahr Store (agosto) e il ministro delle finanze Trygve Slagsvold Widom (Sp) si oppongono alla chiusura delle esportazioni di elettricità in Europa.

Né è facile prevedere l’altro fattore importante che ha contribuito a far salire i prezzi dell’elettricità quest’estate, che è il tempo, sottolinea Renesund.

Mentre la Norvegia lotta con un basso grado di riempimento dei suoi serbatoi d’acqua, l’Europa si è appena lasciata alle spalle un’estate estremamente secca e calda. Ciò ha portato, tra le altre cose, alla Francia che ha lottato per raffreddare le sue centrali nucleari, che a sua volta ha aumentato la domanda di gas, spiega Renesund. Anche in Germania la domanda di gas è alta ei prezzi dell’elettricità sono alti.

Il prezzo del gas colpisce la Norvegia

Secondo Renesend, i prezzi dell’elettricità in Europa dovrebbero essere in media più alti dei prezzi dell’elettricità in Norvegia durante la stagione autunnale e invernale.

READ  Isabel Ringnes: - Rivela i dettagli del matrimonio

Tuttavia, ciò non significa che la Norvegia non sarà interessata dagli sviluppi in Europa.

L’incertezza meteorologica è qualcosa che abbiamo sempre sperimentato in un sistema dominato dall’energia idroelettrica, ma la sfida ora è che anche l’Europa sta affrontando una crisi energetica. Non è facile ottenere aiuto da lì come una volta. Possiamo importare energia, ma poi il prezzo nella Norvegia meridionale deve essere superiore al prezzo da cui viene importata l’energia durante i periodi in cui abbiamo bisogno delle importazioni, spiega Renesund.

In generale, il prezzo dell’elettricità nel mercato europeo è determinato ora per ora. L’energia scorre dove i prezzi sono più alti e il bisogno è maggiore.

La Norvegia è collegata al mercato energetico europeo da molti cavi esteri. Se il prezzo dell’energia in Norvegia è inferiore al prezzo dell’energia con i nostri partner commerciali, parte dell’energia fluisce dalla Norvegia. Poiché l’energia scorre dove i prezzi sono i più alti, i prezzi in Norvegia seguiranno l’evoluzione dei prezzi del gas in Europa, perché l’energia del gas stabilisce il prezzo dell’energia per molte ore nel continente.

Non è niente di nuovo, sottolinea Renesend.

– I prezzi dell’energia norvegesi e nordici hanno sempre seguito i prezzi del continente. La differenza ora è che i prezzi in Europa sono molto più alti di prima.

L’Unione Europea ha adottato un piano di crisi

Nel frattempo, l’Unione Europea è impegnata a prepararsi per un autunno e un inverno rigidi. Quest’estate, la Commissione europea ha adottato un piano di crisi separato in cui ogni stato membro si impegna a ridurre il consumo di gas del 15% entro marzo del prossimo anno, rispetto al consumo medio degli ultimi cinque anni.

L’interruzione del gas è volontaria, ma il piano consente comunque l’introduzione di obiettivi di risparmio vincolanti se la carenza di gas diventa grave. Il sindacato mira anche a riempire le riserve di gas dell’80% entro il primo novembre.

Parallelamente, numerosi paesi dell’UE hanno adottato misure per contrastare i clienti elettrici frustrati.

Tra le altre cose, la Germania ha abbassato l’imposta sul valore aggiunto sul gas, mentre Spagna e Portogallo hanno introdotto limiti al prezzo del gas naturale utilizzato per generare elettricità in molte centrali elettriche del Paese. Anche Francia e Gran Bretagna operano con una sorta di tetto al prezzo dell’elettricità, mentre Svezia e Danimarca hanno scelto di risarcire direttamente i consumatori.