Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Perché i bambini imparano più velocemente degli adulti?

Quando è stata l’ultima volta che hai imparato qualcosa di completamente nuovo? E ti ricordi quanto eri stanco allora?

I bambini possono apprendere nuove abilità al volo, ma era difficile spiegare perché.

Ma i ricercatori potrebbero essere qualche passo più vicini alla risposta.

GABA collega le cellule cerebrali

Quando impari qualcosa di nuovo, le tue cellule cerebrali devono essere collegate, come un ponte.

Questo accade nel cervello con l’aiuto di sostanze di segnalazione come il GABA.

In che modo GABA ci aiuta a imparare cose nuove?

  • Hai attività elettrica in tutte le tue cellule cerebrali.
  • Per imparare qualcosa di nuovo, dobbiamo stabilire connessioni tra le nostre cellule cerebrali.

  • Per stabilire queste connessioni tra le cellule cerebrali, le cellule cerebrali secernono sostanze di segnalazione che agiscono legandosi ai punti di connessione su altre cellule.

  • Le cellule cerebrali che utilizzano la sostanza di segnalazione GABA sincronizzano altre cellule cerebrali. Cioè, si assicurano che le cellule cerebrali siano attive al momento giusto.

  • Poiché le cellule sono costrette ad essere attive quasi allo stesso modo, la comunicazione tra loro si rafforza. Costruiamo il ponte.

  • Affinché la cella A sia attiva la volta successiva, è possibile attivare l’intera rete attiva in memoria. Dopo di che il ponte è completato.
  • Quando la conoscenza viene nuovamente recuperata, l’intera rete viene attivata immediatamente.
  • È un po’ come guidare dritto su un ponte pronto: “Oh! Ecco com’era”.

Fonte: Marian Fein, Professore presso il Dipartimento di Fisiologia e Biologia Cellulare dell’Università di Oslo

Secondo un nuovo rapporto della Brown University, il GABA svolge specificamente un ruolo chiave nella capacità dei bambini di apprendere, imparare e imparare di nuovo.

I ricercatori hanno scritto nello studio che l’apprendimento visivo è più efficace nei bambini che negli adulti lo studio che è stato recentemente pubblicato sulla rivista Current Biology.

Misurato prima, durante e dopo le sessioni di apprendimento

I ricercatori hanno saputo che il GABA svolge un ruolo importante nella stabilizzazione del nuovo apprendimento. Ciò significa che la memoria è memorizzata e non può più essere distrutta.

Ma in passato, i ricercatori hanno misurato la concentrazione di GABA nei bambini solo in un singolo momento e in un contesto non correlato all’apprendimento.

Per comprendere i meccanismi dell’apprendimento, hanno dovuto indagare su come cambia la quantità di GABA nelle diverse fasi dell’apprendimento, ritengono i ricercatori.

Pertanto, hanno misurato la quantità di GABA prima, durante e dopo l’apprendimento visivo.

Lo hanno fatto con un gruppo di adulti di età compresa tra 18 e 35 anni e un gruppo di bambini di età compresa tra 8 e 11 anni.

I ricercatori hanno scoperto che i bambini hanno sperimentato un rapido aumento del GABA durante l’apprendimento, che è continuato anche dopo il completamento delle sessioni di apprendimento.

Negli adulti non si è verificato alcun aumento.

Il nuovo apprendimento può distruggere

Gli esperimenti hanno dimostrato che i bambini sviluppano rapidamente una resistenza a ciò che viene chiamato back-crossing.

Il contraccolpo si verifica dopo che impari qualcosa di nuovo. Allora sei nel cosiddetto fragile condizione di apprendimento. Se poi provi a imparare di nuovo qualcosa di nuovo, potrebbe essere a scapito di ciò che hai appena imparato. Ciò che hai imparato viene semplicemente distrutto dal nuovo apprendimento se provi a imparare qualcosa di nuovo.

I bambini sono emersi da questa precaria situazione di apprendimento molto più velocemente degli adulti.

Il fatto che ciò avvenga così rapidamente indica che i bambini si adattano alla conoscenza che hanno appreso più velocemente, in modo che la nuova conoscenza non venga a scapito di ciò che hanno appreso poco tempo fa, secondo i ricercatori.

Così i bambini sono più disposti a imparare qualcosa di nuovo più velocemente.

Conferma ciò che è stato visto negli studi sugli animali

Il principale investigatore dietro il nuovo studio è Takeo Watanabe, professore di scienze cognitive e del linguaggio alla Brown University. Ha descritto i nuovi risultati come rivoluzionari e sorprendenti.

Finora, non ci sono prove neuroscientifiche chiare che possano spiegare perché i bambini imparano in modo più efficace degli adulti, afferma Watanabe in Comunicato stampa della Brown University.

Marianne Fehn, professore presso il Dipartimento di Fisiologia e Biologia Cellulare dell’Università di Oslo, ritiene che i risultati confermino principalmente ciò che già sappiamo.

Le misurazioni biologiche di questo non sono state fatte prima, ma ci sono diversi studi psicologici che lo hanno fatto. Ci sono molte prove per questo dalla ricerca sulle neuroscienze animali. Quindi questa è davvero una conferma di ciò che è stato visto negli studi sugli animali, dice Finn.

Non posso dire che i bambini generalmente imparino meglio

Fyhn ritiene che dobbiamo stare attenti a non trarre una conclusione troppo ampia.

– Questa è una forma di apprendimento molto semplice e la misurano solo nella corteccia visiva. Sulla base di ciò, non si può dire che i bambini generalmente imparino meglio. Si adatta perfettamente a ciò che stiamo vedendo negli studi sugli animali, dice Finn.

In un comunicato stampa della Brown University, scrivono che la resistenza al reincrocio, e quindi la stabilità, si è effettivamente verificata entro pochi minuti dalle sessioni di apprendimento dei bambini. D’altra parte, gli adulti sono rimasti in uno stato di apprendimento più fragile per almeno 1 ora dopo la sessione.

Fyhn ritiene che ciò non significhi che i bambini abbiano necessariamente imparato qualcosa di nuovo.

– Dicono che quei ricordi sono stabili dopo un’ora, non ci posso credere. Non è memorizzato come memoria a lungo termine, dici.

Spiega che ciò che abbiamo imparato durante il giorno viene riprodotto quando ci addormentiamo a una velocità molto elevata. Quindi deve verificarsi un processo nel cervello durante il sonno prima che si possano formare ricordi a lungo termine. E prima di poter dire con certezza abbiamo imparato qualcosa di nuovo.

Lo sapevamo prima?

Finn dice che crede che i ricercatori stiano cercando di confermare la ricerca che è già stata fatta sugli animali. Può dirci molto sullo sviluppo del cervello, dice.

Ha spiegato che durante lo sviluppo, il cervello attraversa fasi in cui ha una grande capacità di cambiamento.

– È bene che un bambino impari tutto ciò di cui ha bisogno, deve imparare a vedere, camminare, mangiare e parlare. Ma una volta che un bambino ha appreso queste qualità di base, è importante che non perda nuovamente queste qualità. Per non perdere questa conoscenza, il cervello diventa meno disposto a cambiare dopo aver imparato le cose più basilari, spiega.

Dice che gli studi sugli animali hanno visto un aumento dell’attività del GABA quando un giovane animale sta imparando qualcosa. L’apprendimento porta a cambiamenti significativi nel cervello del giovane animale.

Un animale adulto non ottiene un corrispondente aumento di GABA se esposto allo stesso tipo di apprendimento. E inoltre non vedi grandi cambiamenti nel cervello dell’animale adulto.

– forse questo è ciò che gli autori avevano in mente quando hanno interpretato i loro dati e hanno concluso che il GABA porta a un apprendimento robusto nel bambino che fornisce “ricordi” stabili. Ma dal momento che non si vede lo stesso aumento del GABA negli adulti, pensano che questo spieghi perché i loro “ricordi” non sono così forti o stabili, dice.

Per cosa possiamo usare la conoscenza?

Watanabe crede che possiamo usare le nuove conoscenze per aiutare gli adulti a imparare in modo più efficace. Il professor Finn non ci crede.

– Penso che sia importante soprattutto per poter capire meglio come funziona il cervello di bambini e adulti, dice Fyhn.

Ci piacerebbe sentirti!

Chiama qui
Hai commenti, domande, elogi o critiche? O consigli su qualcosa di cui dovremmo scrivere?

READ  Coronavirus, teorie del complotto Un rapporto dell'intelligence avverte di un futuro cupo dopo COVID-19