Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Politica americana, Joe Biden |

Le sfide si allineano quando Joe Biden parteciperà a diversi vertici con gli alleati degli Stati Uniti nei prossimi giorni.


Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden inizia mercoledì il suo primo viaggio all’estero da quando è entrato in carica a gennaio. Biden parteciperà a una serie di importanti vertici. Tutto inizia con il vertice del G7 a St Ives, in Inghilterra. Poi il viaggio continua con incontri al vertice sia con la NATO che con l’Unione Europea a Bruxelles.

Il tour di otto giorni si conclude con un vertice con il presidente russo Vladimir Putin a Ginevra – 36 anni dopo che Ronald Reagan e Mikhail Gorbaciov hanno tenuto i loro primi colloqui faccia a faccia nella stessa città durante la Guerra Fredda.

Leggi anche: Jens Stoltenberg non darà credito a Trump

Lo sfondo del viaggio, ovviamente, è la crisi pandemica globale, e sono passati almeno quattro anni con l’amministrazione Trump che ha notevolmente indebolito la posizione e la reputazione degli Stati Uniti nel mondo.

Il quotidiano online ha intervistato tre esperti del settore (Eric Locke, Sven Melby e Hilmar McGildy) sulla missione più importante di Biden nel viaggio in Europa, quale fosse la sua più grande sfida e se sarebbe stato in grado di convincere gli alleati degli Stati Uniti. Che l’America è tornata per sempre.

Penso che la cosa più importante per Biden sia ristabilire il ruolo degli Stati Uniti come garanti di questo apparato istituzionale che si ha nella politica internazionale, sia essa nell’economia, nella politica di sicurezza o nel clima. La fiducia negli Stati Uniti si è notevolmente indebolita sotto Trump. L’obiettivo principale di Biden sarà probabilmente quello di trasmettere a Nettavisen che “l’America è tornata”, afferma il capo degli studi sulla difesa Sven Melby.

Leggi anche: La presidenza di Biden si erge su due questioni

Melby dice, tuttavia, che Biden deve affrontare un compito molto difficile.

Ci sono molti paesi, amici e alleati che vedono cosa sta succedendo ora negli Stati Uniti e che tipo di problemi interni sta affrontando la democrazia americana. Melby afferma che molti potrebbero essere diventati scettici e nervosi sul fatto che il mandato di Biden sia solo una tregua per un nuovo round di ciò che è stato visto con Trump.

Biden ha 78 anni ed è improbabile che possa ricandidarsi tra quattro anni. Quindi c’è molta eccitazione su chi sarà al timone della Casa Bianca nel 2025.

Riuscirà Biden a ripristinare la fiducia negli Stati Uniti dopo Trump?

READ  Almeno 13 passeggeri aerei sudafricani sono stati infettati da omikron - VG

– Come individuo, sarebbe molto popolare, dice a Nettavisen il ricercatore senior del NORCE Research Center Hjalmar McGildy.

Sarebbe anche una caratteristica che tutti i capi di stato conoscerebbero di Biden, quindi non c’è bisogno di un “periodo di riconoscimento”, come è avvenuto per i suoi quattro predecessori, che erano novizi politici. Ma parlare di “ritorno degli Stati Uniti” si basa su un’idea poetica della leadership americana. Quando è stata l’ultima volta che gli Stati Uniti hanno avuto un presidente che ha avuto successo in politica estera? Dobbiamo tornare a Bush Sr. Quando il mondo sembrava completamente diverso. Migildy afferma che l’arroganza di George W. Bush, l’eccessiva cautela di Obama e l’imprevedibilità di Trump hanno frustrato tutti gli alleati.

Le alleanze sono importanti perché moltiplicano il potere dei singoli paesi. Ma qualunque cosa si dica in questi incontri, gli eventi futuri si metteranno in mezzo, che si tratti di guerre, epidemie, nazioni collassate o altro. Le strategie dei presidenti degli Stati Uniti spesso si esauriscono, perché il mondo è così volatile, rispetto all’agenda per la libertà di Bush Jr. e Obama che avrebbe riorientato gli Stati Uniti verso l’Asia, afferma Migilde.

George W. Bush ha iniziato due lunghe guerre durante il suo regno, le guerre in Afghanistan e in Iraq, e la stretta di mano di Obama con il Medio Oriente nel suo famoso discorso al Cairo non è stata sufficiente per evitare ciò che sarebbe successo di guerra e miseria nella regione: la Libia e la guerra in Siria e Yemen.

Il piccolo Biden carino può fare con fiducia a lungo termine

Il consigliere di Civita, Eric Locke, afferma che occorre fare una distinzione tra fiducia a breve termine e fiducia a lungo termine nella cooperazione transatlantica.

A breve termine, credo che Biden possa ripristinare la fiducia che l’amministrazione Biden sia un partner affidabile. Ma gli alleati europei hanno osservato cosa è successo sotto Donald Trump e gli sviluppi nel Partito Repubblicano. Quindi, se gli Stati Uniti saranno un alleato forte e affidabile a lungo termine è al di là della portata di Biden, dice Locke a Netavizen.

Leggi anche: Questo è l’esempio più bizzarro del culto della personalità intorno a Trump

Biden non può risolvere ciò che accadrà in futuro. Molti leader europei hanno notato che c’è un partito repubblicano negli Stati Uniti che manca di una mentalità democratica ed è ancora fortemente influenzato da Trump. Anche ciò che accadrà nel 2022 (elezioni suppletive) e nel 2024 (elezioni presidenziali) è critico. Quindi, per una cooperazione transatlantica più profonda e a lungo termine, non c’è molto che Biden possa fare per influenzare la fiducia in questo modo, afferma Locke.

READ  - Può avere un effetto infettivo - NRK Urix - Notizie e documentari stranieri

Penso che Biden lo capisca goffamente

Il presidente Trump ha perseguito una politica estera imprevedibile e, per usare un eufemismo, non ortodossa durante i suoi quattro anni alla Casa Bianca. Ha insultato i leader alleati, ha stabilito stretti legami con i tiranni (Kim Jong Un in Corea del Nord), ha ritirato gli Stati Uniti dall’Organizzazione mondiale della sanità, dall’accordo di Parigi e dall’accordo nucleare iraniano e ha ripetutamente minacciato di ritirarsi dagli Stati Uniti. NATO.

È difficile promuovere gli Stati Uniti come la prima figura della democrazia quando si vedono i problemi che gli Stati Uniti stanno lottando internamente per risolvere. Penso che Biden lo capisca goffamente. Ha Stati Uniti polarizzati e divisi e un sistema politico che richiede concessioni se vuole avere successo. Ora hai gli Stati Uniti dove è quasi impossibile scendere a compromessi. Questo si osserva in Europa. C’è una stretta connessione tra il modo in cui gli Stati Uniti affrontano le condizioni in patria e come trattano le condizioni all’estero. Putin lo ha capito. Melby dice che più rumore fa negli Stati Uniti, meglio è per lui.

Gli USA che si contraddicono

Locke osserva che, nonostante la leadership di Biden, gli alleati europei devono ancora relazionarsi con gli Stati Uniti relativamente imprevedibili, poiché il paese è profondamente diviso e non è d’accordo sull’ulteriore percorso dell’America.

Gli Stati Uniti oggi sono altamente polarizzati e hanno forti contraddizioni. È stato segnato dai sostenitori di Trump che indossavano magliette con la scritta “Preferirei essere russo che democratico”. Questo la dice lunga sugli Stati Uniti di oggi, cioè, i repubblicani oggi preferiscono cercare aiuto dal nemico degli Stati Uniti piuttosto che lasciare che i democratici vincano. Allo stesso tempo, c’è il movimento di vigilanza e la politica identitaria a sinistra che rafforzano questo sviluppo. Questi Stati Uniti sono in conflitto con se stessi, e questo non è sicuro di cosa dovrebbero fare gli Stati Uniti. Questo è preoccupante per gli alleati europei che si affidano alle garanzie di sicurezza statunitensi, afferma Lockey.

Locke concorda sul fatto che ripristinare la fiducia negli Stati Uniti sia uno dei compiti più importanti che Biden deve affrontare durante il suo tour europeo.

È importante che Biden convinca gli alleati europei che gli Stati Uniti hanno la capacità e la volontà di assumere ancora una volta la leadership globale. Un altro compito importante è inviare un chiaro segnale alla Russia su ciò che gli Stati Uniti si aspettano da loro. Gli Stati Uniti metteranno in gioco i diritti umani e chiederanno un trattamento adeguato all’opposizione in Russia. Gli Stati Uniti chiariranno anche alla Russia che l’interferenza russa nelle elezioni statunitensi avrà un costo e che avranno alleati in questa materia, afferma Locke.

READ  Giugno è stato il mese più caldo di sempre in Nord America - VG

Riuscirà Biden a rafforzare i rapporti tra Stati Uniti e Russia, Melby?

– Penso che sarebbe difficile. Biden probabilmente trasmetterà le sue opinioni su Putin e sul governo russo. Forse non ci sono dubbi sulle posizioni di base lì. Probabilmente dirà cosa pensa della Crimea e dell’Ucraina. Allo stesso tempo, la Russia è considerata una superpotenza nel campo delle armi nucleari. Melby afferma che gli Stati Uniti potrebbero trarre vantaggio da un buon dialogo e relazioni commerciali con la Russia su questioni economiche e di denuclearizzazione.


Lotta globale contro il corona

La pandemia di Corona e la distribuzione dei vaccini saranno tra i temi più importanti durante il tour europeo. L’amministrazione Biden ha annunciato la scorsa settimana che gli Stati Uniti stanno “collaborando con i partner del G7 in un grande sforzo per porre fine alla pandemia”. Si dice che la Casa Bianca abbia esplorato le possibilità di aumentare le forniture globali di vaccini. Un annuncio al riguardo è previsto entro la fine della settimana.

Mjelde evidenzia la lotta globale contro Corona come il compito più importante per Biden durante il tour europeo.

È il problema più urgente e quello che dovrebbe essere più “facile” da portare in giro la comunità internazionale, guidata dagli Stati Uniti e Biden. Non da ultimo, la pandemia è uno dei pochi argomenti per i quali Biden può ottenere il sostegno repubblicano. Mjelde afferma che la pandemia non è finita negli Stati Uniti finché non sarà finita a livello globale.

In particolare, gli Stati Uniti e l’Europa dovrebbero lavorare per allentare le restrizioni ai viaggi. È un problema concreto e gestibile. La lotta alle epidemie è associata alla lotta all’invecchiamento democratico e all’autoritarismo, di cui parla molto anche Biden. Mijildi afferma che gli sconvolgimenti sociali e le crisi economiche forniscono terreno fertile per l’autoritarismo.

Pubblicità

Nuovo pacchetto BBQ per l’estate 2021: – Il meglio di quello che abbiamo in un unico pacchetto