Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Prima esercitazione congiunta della NATO per la regione nordica: l’invasione si effettuerà nel Finnmark

Prima esercitazione congiunta della NATO per la regione nordica: l’invasione si effettuerà nel Finnmark

Le prime esercitazioni invernali norvegesi con i nuovi membri della NATO Finlandia e Svezia si concentreranno sulla regione di Alta. Secondo il capo generale della Difesa Erik Christophersen, le persone nella regione noteranno un’attività militare significativa nel marzo 2024.

Pubblicato:

L’esercitazione Nordic Response sarà effettuata nella prima metà di marzo 2024. L’area dell’esercitazione si estende da Bardufoss nel Troms a Laxelv nel Finnmark.

– Sarà un esercizio molto vasto, ma il vantaggio di farlo nel nord della Norvegia è che c’è molto spazio. E siamo in inverno. Quindi le persone noteranno che c’è molta attività. Ma la vita quotidiana dei civili seguirà il suo corso, dice il capo della difesa al VG.

READ  Israele afferma di aver colpito diversi obiettivi di Hezbollah

– Kristofferson conferma che ci sarà anche molta attività in aria e in mare durante l’esercitazione.

Status dell’articolo 5

Lo scopo dell’esercitazione è quello di mettere in pratica in un profilo di minaccia realistico i piani della NATO volti a rafforzare lo status della Norvegia e della regione nordica, previsto dall’articolo 5. “L’integrazione e la cooperazione con Finlandia e Svezia saranno un’area di interesse nell’esercitazione”, ha dichiarato la Difesa norvegese. Lo hanno scritto le forze armate in una notifica all’Autorità aeronautica norvegese.

Uno Articolo 5Si tratta di un attacco armato contro un paese della NATO, in cui i paesi alleati vengono in aiuto della parte attaccante secondo la regola “uno per tutti e tutti per uno”.

– La cosa più importante in questa esercitazione è accogliere le forze alleate, quindi integrarle nel contesto nordico e allo stesso tempo integrare bene i nuovi membri nordici nella NATO, afferma Kristofferson.

La Finlandia divenne membro della NATO Nell’aprile di quest’anno, la Svezia ha ancora lo status di “invitato”. Il paese è in attesa dell’approvazione finale da parte dei parlamenti di Türkiye e Ungheria.

Preparazione per l’esercitazione principale: il capo della Difesa Erik Kristofferson si incontra ogni mese con i suoi colleghi svedesi e finlandesi dall’invasione russa dell’Ucraina nel 2022. Ora sono partner della NATO e si coordinano più strettamente che mai.

Le grandi esercitazioni invernali annuali della Norvegia si tengono solitamente a Midt Tromsø, cioè a una distanza maggiore dal confine con la Russia.

– Perché è così importante allenarsi nel Finnmark adesso?

– Ciò è legato alla situazione politica di sicurezza in cui viviamo. Dal 2014 abbiamo rafforzato in modo significativo le forze armate nel Finnmark. A Sør Varanger è stata fondata una compagnia di caccia, abbiamo riempito la Guardia nazionale nel Finnmark con il nostro primo servizio di marchi finlandesi e stiamo costruendo la guarnigione a Porsanger, dice il capo della difesa.

READ  - Caos!

Egli nega che l’invito da parte della Norvegia di soldati della NATO a nord e ad est fino al Finnmark possa provocare la Russia.

– In passato forze di paesi alleati hanno partecipato a manovre nel Finnmark occidentale, afferma Kristofferson.

-Siamo da tempo alleati con i nostri vicini dell’est, limitando le principali attività alleate a ovest del 24° meridiano. Quella linea è ancora valida, aggiunge.

Non invitare la Russia

È opportuno invitare osservatori russi alle esercitazioni?

– Annunceremo l’esercizio e dobbiamo essere in grado di prevedere dove ci eserciteremo. Ma la Russia potrebbe non essere invitata quest’anno, senza che io prenda una decisione definitiva al riguardo. Non vedo alcun motivo per invitare la Russia adesso. Dice: Siamo stati invitati al Cold Response 2022, ma poi hanno rifiutato.

Ma forze più piccole di nazioni alleate, come i Marines e l’esercito americano, nonché i Royal Marines britannici, hanno preso parte ad esercitazioni nel Finnmark occidentale nel 2015 e nel 2017.

Lo scorso inverno circa 20.000 soldati hanno partecipato alle manovre invernali “Joint Viking” a Endre Troms.

Kristoffersen attualmente non ha i numeri per partecipare al “Nordic Response 2024”

– Resta da vedere. La NATO ha grandi forze impegnate e che partecipano ai rinforzi in seguito all’invasione russa dell’Ucraina. Abbiamo inviato un ampio invito alla coalizione. Ma sappiamo che i Marines americani utilizzeranno questa esercitazione per estrarre materiali precedentemente immagazzinati a Trøndelag e spostare truppe e materiali a nord. Il ministro della Difesa spiega che una volta terminato l’addestramento si trasferiranno in Svezia e lì continueranno l’addestramento.

Altri ottimi esercizi

“Nordic Response 2024” arriva direttamente dopo la più grande esercitazione della NATO del prossimo anno, “Standing Defender”, che inizierà a febbraio con la più grande presenza in Germania, Polonia e nei Paesi Baltici.

È previsto il trasferimento attraverso l’Atlantico di grandi forze dagli Stati Uniti e dal Canada per addestrarsi a difendere i paesi della NATO da un’immaginaria invasione dall’Est, vale a dire dalla Russia.

Quest’inverno i paesi della NATO organizzeranno anche l’esercitazione sottomarina Joint Warrior, che mira a mantenere aperte le linee di rifornimento dagli Stati Uniti e le zone marittime tra Groenlandia, Islanda e Gran Bretagna.

Tutte e tre le esercitazioni si basano sul nuovo quadro di pianificazione militare della NATO, adottato al vertice di Vilnius a luglio, secondo il Ministro della Difesa:

– Colleghiamo insieme i tre esercizi per assicurarci di avere buoni piani per ricevere rinforzi alleati, difendendoci allo stesso tempo. Ci eserciteremo a ricevere gli alleati nel Trøndelag, nell’Oftfjorden e forse anche a Göteborg. “Effettueremo anche l’attraversamento delle frontiere di soldati e materiali tra Norvegia, Svezia e Finlandia, sia da parte delle forze nordiche che alleate”, afferma Kristoffersen.

Pubblicato: