Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Prima finale olimpica dopo Usain Bolt: medaglia d’oro italiana

TOKYO (VG) Per la prima volta dal 2004, i 100 metri sono andati alle Olimpiadi senza Usain Bolt. L’italiano Lamont Marcel Jacobs (26) è stato sorpreso di vincere, con un tempo di 9.80.

Primo europeo in 29 anni: Lamont ha spinto Marcel Jacobs all’oro nella finale dei 100 metri.

In pochi minuti l’Italia conquista due ori allo Stadio Olimpico: primo oro per Gianmarco Temperi – condiviso con Mutaz Essa Barshim del Qatar – e poi Jacobs nei 100 metri.

Il vincitore olimpico ha madre italiana e padre texano. È nato a El Paso negli Stati Uniti, ma quando il padre è stato trasferito in Corea del Sud, si è trasferito con la madre in Italia. Lì ha iniziato l’atletica quando aveva dieci anni.

– Immagino che nessuno avrebbe immaginato Jacobs, dice la leggenda dell’atletica Michael Johnson alla BBC.

– Non scommetteremmo su Jacobs, concorda l’esperta di NRK Kristina Vukicevic.

Leggi anche

Warholm ha battuto Benjamin in semifinale: – La cosa meno importante oggi

In precedenza aveva un record personale di 9,84, all’ottavo posto nel mondo.

È la prima volta in 29 anni – Linford Christie nel 1992 – che un europeo vince la finale dei 100 metri alle Olimpiadi.

L’Italia ha festeggiato molto: il campionato europeo di calcio, la finale dell’Eurovision – e ora due ambite medaglie d’oro olimpiche sulla pista di atletica.

È incredibile, è incredibile, è un sogno. Campione olimpico nei 100 metri sprint – Non ho parole, dice il campione alla BBC.

– Questo è fantastico per l’Italia, come lo è stato per il calcio europeo.

Usain Bolt ha vinto i 100 metri olimpici nel 2008, 2012 e 2016 prima di ritirarsi. Detiene il record mondiale di 9.58 e il record olimpico di 9.63.

Christian Coleman ha vinto la Coppa del Mondo 2019 davanti a Justin Gatlin e Andre de Grasse. Il tempo vincente all’epoca era 9.76.

– ha detto il commentatore NRK Jan Post: Tutto può succedere prima dell’inizio.

Il britannico Zharnel Hughes ha fatto una falsa partenza ed è stato squalificato.

Quindi, ne sono rimasti solo sette…

Trayvon Brumell è arrivato alle Olimpiadi come il migliore al mondo dell’anno; 9.77. L’americano è stato portato fuori dallo Stadio Olimpico di Rio su una sedia a rotelle cinque anni fa dopo essersi strappato il tendine d’Achille nell’ultima tappa della staffetta. Da allora ha avuto tanti problemi di infortunio, ma nel 2021 è il migliore di sempre. Ma a Tokyo è finito addirittura in semifinale, dove è stato eliminato con un margine di un millesimo dal nigeriano Enoch Adigok. Anche le 10.00 non sono bastate per arrivare in finale in tempo.

Yohan Blake – con un record personale di 9.69 – non aveva possibilità di arrivare in finale.

Il britannico Rhys Prescod è stato squalificato per falsa partenza nella prima semifinale, vinta da Fred Curley.

Bingtian Su ha scioccato la Cina nell’ultima semifinale di qualificazione vincendo in 9.83. Anche l’americano Ronnie Baker ha ottenuto 9.83 e l’italiano Lamont Jacobs ha stabilito un nuovo record europeo con 9.84. Anche la sudafricana Akane Sembene, che è arrivata quarta in questa competizione, è arrivata in finale in tempo (9.90).

READ  Dennis Hogger - Storico: - Una dimostrazione di forza