Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Putin dice che Biden è molto diverso da Trump – NRK Eurex – Notizie e documentari stranieri

Poco più di cinque di sera, l’incontro è stato annunciato finito. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha alzato il pollice mentre lasciava Villa La Grange ed entrava nella limousine presidenziale in attesa.

Sono passate quattro ore da quando lui e Vladimir Putin lo hanno salutato sulle scale in preparazione del loro primo vertice.

Secondo entrambi è finita bene.

Il presidente Vladimir Putin ha affermato che i due presidenti non sono diventati amici, ma questo dialogo è stato positivo.

Foto: Alexander Zemliinchenko / Agence France-Presse

– È stato un incontro fruttuoso. Fruttuoso ed efficace. In una conferenza stampa successiva, Putin ha affermato di contenere un barlume di fiducia e speranza.

– Era importante che ci incontrassimo. Il tono era buono e positivo. Non siamo d’accordo su tutto, ma il tempo era bello, ha detto Biden, più di un’ora dopo.

Nessuna visita concordata

Vladimir Putin ha detto che non c’era risentimento tra i due presidenti.

“Al contrario, la conversazione è stata costruttiva ed entrambe le parti hanno mostrato il desiderio di capirsi”, ha detto Putin.

Ma non ci sono visite al momento:

“Biden non mi ha invitato e io non ho invitato lui”, ha detto Putin.

Nonostante il buon dialogo, non c’è dubbio che i due siano diventati amici.

“Siamo due uomini che difendono gli interessi del nostro Paese e non mi faccio illusioni sugli Stati Uniti”, ha detto il presidente russo.

La prima stretta di mano tra Joe Biden e Vladimir Putin quando si incontrarono a Ginevra il 16 giugno 2021.

La prima stretta di mano tra l’undicenne Joe Biden e Vladimir Putin, quando si sono incontrati al vertice di Ginevra.

Foto: Alexander Zemlianichenko / AP

Non terrà una conferenza stampa congiunta

I russi volevano una conferenza stampa congiunta con i due, ma gli americani hanno insistito sul fatto che i riassunti fossero fatti separatamente.

In ogni caso, eviteranno di ricordare Quello che è successo tre anni fa a Helsinki, Durante il vertice tra Donald Trump, predecessore di Biden, e Putin.

Per quanto riguarda la telecamera aperta, Trump non risponderà di chi si fida di più: il presidente russo o la sua intelligenza e Contrariamente all’interferenza russa nelle elezioni presidenziali statunitensi del 2016, ha negato

Joe Biden ha detto che pensa che sia importante cercare di far capire a Putin perché si sta comportando in questo modo.

– Ho detto che non sono contro la Russia. Ma faccio quello che faccio per difendere gli americani e gli Stati Uniti.

Biden spera che ora vengano poste le basi per il rapporto tra i due paesi.

– Ha detto che i prossimi mesi e anni mostreranno se possiamo lavorare insieme ora.

Putin incontra i presidenti degli Stati Uniti da 21 anni.

“Affari meticolosamente”

Sebbene non ci sia una nuova Guerra Fredda, le relazioni tra Russia e Stati Uniti negli ultimi anni sono state a metà tra il freddo glaciale e il freddo glaciale.

Ha aperto la strada all’incontro di Ginevra. Tutte le piccole chat room sono state rimosse. Né il pranzo né la cena, dove l’umore e gli argomenti di conversazione sono più fluidi, erano in programma.

Quello che stava succedendo era molto formale e pratico.

I due si sono incontrati l’ultima volta nel 2011. Biden era allora vicepresidente sotto Barack Obama mentre Vladimir Putin si è preso una “pausa” da primo ministro, per poter candidarsi di nuovo come presidente.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il presidente russo Vladimir Putin durante il vertice di Ginevra.

Joe Biden e Vladimir Putin si sono già incontrati diverse volte.

Foto: Denis Balibouse / AP

Iniziato con una “conversazione individuale”

L’incontro è iniziato con circa 40 minuti di ritardo. Prima con un breve benvenuto e una sessione fotografica con i due personaggi principali e il presidente svizzero Guy Parmelin.

Poi Putin e Biden sono andati a un “incontro faccia a faccia” che è durato circa due ore. Erano presenti solo i due presidenti con i loro ministri degli esteri, Anthony Blinken e Sergey Lavrov, e gli interpreti.

Poi, dopo una pausa nel coordinamento, è iniziata la seconda parte del vertice e molte persone si sono unite. Alle 17 tutto era finito.

Biden ha chiarito che non hanno bisogno di mettere da parte tutte e cinque le ore, perché ne hanno parlato così tanto prima del “tempo pieno”.

– Non ci sono state minacce. Ha detto che gli ho detto dove mi trovavo e cosa potevamo fare insieme.

Un incontro congiunto del presidente Joe Biden e Vladimir Putin durante il vertice di Ginevra del 16 giugno 2021.

Questa foto è stata inviata dalla seconda parte del vertice, dove i presidenti hanno portato con sé, tra gli altri, i loro consiglieri per la sicurezza nazionale.

Foto: Sputnik / Reuters

Riporterà gli ambasciatori

Putin ha detto che hanno accettato di avere di nuovo degli ambasciatori. Negli ultimi mesi non ci sono stati contatti diplomatici adeguati da quando la Russia lo ha convocato Ambasciatore di marzo. Lo sfondo era che Joe Biden chiamava Putin un assassino. a metà aprile Gli Stati Uniti hanno espulso dieci diplomatici russi.

Alla conferenza stampa, Putin ha affermato di aver ricevuto una spiegazione del perché Biden credeva di essere un assassino e ha dichiarato di essere soddisfatto della spiegazione.

Quando a Biden è stato chiesto se avrebbe commentato questo, la risposta è stata breve:

lui era felice. Perché dovrei parlarne di nuovo adesso, allora?

I due hanno parlato anche di hacking e attacchi informatici:

Putin ha affermato di aver fornito molte informazioni sugli attacchi informatici agli Stati Uniti e ha affermato che i due presidenti hanno concordato di cooperare nel campo della sicurezza informatica.

Secondo Putin, la Russia non è stata menzionata tra i paesi dietro tali attacchi.

Una manifestazione contro il presidente russo Vladimir Putin e il trattamento di Alexei Navalny a Ginevra il 15 giugno, prima del vertice con Joe Biden.

Nei giorni scorsi la città svizzera ha assistito a diverse manifestazioni a sostegno del politico russo incarcerato Alexei Navalny.

Foto: Magali Girardin / AP

Navalny è stato mangiato

Una tensione è stata quanto sarà difficile per il presidente degli Stati Uniti fare pressioni per il politico dell’opposizione russo incarcerato Alexei Navalny. I russi hanno chiarito che i colloqui sarebbero finiti dopo after.

Biden ha affermato di ritenere importante affrontare il trattamento di Navalny e di due americani che ha descritto come “detenuti ingiustamente”.

Non tollereremo violazioni dei diritti umani. Dovremmo avere alcune regole di leadership che tutti seguono, ha detto Biden.

Importanti misure di sicurezza a Ginevra.  4000 poliziotti e militari.  L'intero centro della città vicino al lago di Ginevra è stato chiuso oggi durante il vertice tra i presidenti Joe Biden e Vladimir Putin.  Alle persone viene chiesto di lavorare da casa perché ci saranno condizioni di traffico caotiche.

C’erano importanti misure di sicurezza sia in mare che a terra. Furono inviati 4.000 poliziotti e soldati. L’intera area del centro vicino al Lago di Ginevra è stata chiusa.

Foto: Jurij Linkevitsj / NRK

Biden ha detto di aver chiesto al suo avversario come pensava che sarebbe apparso se Navalny fosse morto in prigione.

“Le conseguenze saranno disastrose per la Russia”, ha detto Biden.

Il controllo delle armi è all’ordine del giorno

I due paesi hanno inoltre concordato di tenere ulteriori colloqui sul controllo degli armamenti.

L’ultimo accordo sul disarmo nucleare a lungo raggio tra Russia e Stati Uniti, il New START, è stato esteso questo inverno.

Ora i due Paesi valuteranno la possibilità di migliorare l’accordo.

“Siamo entrambi responsabili della stabilità delle armi nucleari”, ha detto Putin.

Sono felice di dire che abbiamo concordato un dialogo sui diversi sistemi di armi”, ha continuato Biden.

Le autorità russe affermano che gli Stati Uniti spendono per la difesa circa dieci volte di più della Russia. Sotto Putin, i russi hanno investito molto nel riarmo militare.

Sono stati sviluppati diversi nuovi tipi di armi che preoccupano le forze armate statunitensi.

La Russia ha anche investito molto nelle sue armi nucleari, perché sta affrontando la NATO che ha più influenza su molti tipi di armi in generale.

L’elenco di ciò di cui parlavano i presidenti era lungo ed esteso. Secondo loro, entrambi hanno visitato l’Iran e la Siria.

I due leader hanno anche discusso dei pericoli del terrorismo da e in Afghanistan, paese in cui Stati Uniti e Russia hanno sperimentato l’acquisto di animali. Anche l’Ucraina è stata colpita. Le relazioni tra Russia e Occidente sono state seriamente tese dopo l’annessione della Crimea da parte dei russi nel 2014.

Tuttavia, Putin ha sottolineato che una possibile adesione alla NATO del paese vicino, che è un confine ovvio per la Russia, non è stata toccata.

Villa La Grange a Ginevra, dove i presidenti Joe Biden e Vladimir Putin si incontreranno il 16 giugno 2021.

Villa La Grange, dimora del XVIII secolo, è stata scelta come luogo di incontro tra i presidenti americano e russo. Lì la Convenzione di Ginevra, che ha costituito la base del diritto internazionale di guerra, ha visto la luce nel 1864.

Foto: Marcus Schreiber/The Associated Press

Caos della stampa all’inizio della riunione

C’è stato anche un casino all’inizio dell’incontro, quando i fotoreporter hanno dovuto scattare le prime foto.

Le forze di sicurezza statunitensi e russe hanno dovuto tenere a freno i fotografi che volevano avvicinarsi ai due presidenti e i giornalisti che si scambiavano domande. Allo stesso tempo, alcuni hanno proibito di fotografare gli altri e si sono rifiutati di muoversi.

Si diceva che una persona fosse stata spinta a terra e diversi gridavano che erano stati schiacciati a morte.

Poi sono intervenute le guardie di sicurezza russe, hanno respinto i giornalisti e hanno ordinato alle persone di uscire dalla stanza. Ciò ha portato a una protesta da parte dei dipendenti della delegazione Biden – contro le guardie di sicurezza. Allo stesso tempo, i giornalisti russi e americani hanno iniziato a urlarsi l’un l’altro.

Il forte rumore ha reso impossibile ascoltare le dichiarazioni dei due presidenti alla stampa, e alla fine si sono guardati e hanno riso, leggermente sconvolti dal caos.

Il personale di sicurezza mostra ai giornalisti fuori dalla stanza mentre i presidenti Joe Biden e Vladimir Putin hanno parlato durante il vertice del 16 giugno 2021.

Le forze di sicurezza mostrano ai giornalisti che escono dalla stanza dove avrebbero dovuto parlare i presidenti Joe Biden e Vladimir Putin.

Foto: Brendan Smyalofsky/AFP

Segui lo sviluppo nel Centro notizie NRK:

READ  Dibattito norvegese, politica norvegese | Non ho pensato di aprirlo per più visite a domicilio durante il Ramadan