Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Qual è la possibilità di vita sulla luna di Saturno Encelado?

Saturno è uno dei pianeti più riconoscibili del sistema solare. È circondato da un enorme sistema di anelli che si estende per centinaia di migliaia di chilometri nello spazio intorno all’enorme pianeta.

Saturno ha anche molte lune che orbitano attorno al gigante gassoso, uno dei pianeti più grandi del sistema solare. il suo Saturno Più di 80 lune.

Ma una di queste lune ha dimostrato di essere uno dei luoghi più interessanti del sistema solare. Encelado è molto più piccolo della nostra luna ed è ricoperto di ghiaccio bianco fresco.

E questa luna è un candidato importante nella ricerca della vita extraterrestre nel nostro sistema solare.

Questi sono gli anelli di Saturno che Cassini ha visto da diversi milioni di chilometri di distanza. Il Sole si trova direttamente dietro Saturno, quindi gli anelli sono illuminati dalla luce del sole.

chiamando intorno a Saturno

La luna si trova in uno degli anelli attorno a Saturno, chiamato anello elettronico. Encelado ha realizzato questo anello interamente da solo. Le particelle di ghiaccio fluiscono dalle fontane nel ghiaccio di Encelado, che formano un anello attorno al pianeta gigante.

Queste fontane danno un’idea di cosa potrebbe nascondersi sotto il ghiaccio, ovvero il mare galleggiante. Le forze gravitazionali di Saturno e di altre lune allungano e allungano la giovane luna e possono creare attività vulcanica all’interno.

Quindi, potrebbe essere abbastanza caldo da avere un mare galleggiante.

Qui puoi vedere un estratto dall'e-ring, con Encelado come un piccolo punto nell'episodio.

Qui puoi vedere un estratto dall’e-ring, con Encelado come un piccolo punto nell’episodio.

Stephanie Werner è ricercatrice planetaria presso l’Università di Oslo. Ha detto a forskning.no che sono presenti molti componenti per un mare galleggiante sotto il ghiaccio, anche se questo deve ancora essere definitivamente dimostrato.

Questo è uno dei luoghi più promettenti per la vita come la conosciamo esistere nel sistema solare. Molte conoscenze provengono dalla sonda spaziale Cassini-Huygens. La sonda ha scoperto Saturno e molte delle sue lune tra il 2004 e il 2017, prima di essere intenzionalmente abbassata nell’atmosfera di Saturno e bruciata.

Attraverso le fontane di Encelado

Cassini ha viaggiato e misurato una delle fontane emergenti da Encelado. Lì ho trovato idrogeno, anidride carbonica e metano – tutti segni di potenziali vulcani sottomarini in un oceano sotto il ghiaccio, Secondo un articolo di ricerca su Science del 2017.

Primo piano dei geyser che emergono da Encelado, visti da Cassini.  Sezione più grande a destra.

Primo piano dei geyser che emergono da Encelado, visti da Cassini. Sezione più grande a destra.

Ciò potrebbe significare che è più caldo nel mare e che le condizioni possono favorire l’esistenza della vita sul fondo del mare, come nel caso dei canali vulcanici sul fondo del mare sulla Terra. Qui ci sono microrganismi che secernono metano, che prende la sua energia dal caldo fondale marino invece che dalla luce del sole.

Ma tutto questo è solo speculazione su Encelado.

La vita è possibile?

Recentemente molti media internazionali hanno fatto notizia sul gas metano nelle fontane proveniente da Encelado, Come Space.com. Questo si basa sulle misurazioni della sonda spaziale Cassini, che sono state effettuate diversi anni fa.

Descrivono il metano come un possibile segno di vita extraterrestre, sulla base di un nuovo studio sulla rivista natura astronomia. Lo studio descrive un grande modello al computer che tenta di spiegare le misurazioni effettuate da Cassini e il tipo di condizioni che creano il materiale misurato.

È un modello molto complesso, dice Stephanie Werner a forskning.no. Ha controllato la ricerca ma non ha partecipato lei stessa.

Secondo un modello al computer, da Encelado sta uscendo molto metano. Ciò può essere spiegato da processi geologici sconosciuti, ma anche i microrganismi che producono il metano sono una possibile causa.

Se le ipotesi fatte dai ricercatori nel modello sono corrette, allora la vita sotto il ghiaccio su Encelado è una possibile spiegazione per le misurazioni. Un’altra possibilità è che le condizioni non siano favorevoli alla vita, ma che ci sia un’attività vulcanica simile a quella riscontrata sulla Terra.

Questo si basa su ciò che gli scienziati sanno di Encelado e su diverse ipotesi su come appariva sotto il ghiaccio e all’interno della luna.

Ecco come sarebbe l'interno di Encelado, se ci fosse attività vulcanica sul fondo del mare.

Ecco come sarebbe l’interno di Encelado, se ci fosse attività vulcanica sul fondo del mare.

Molto non sappiamo

Stephanie Werner sottolinea che ci sono ancora molte cose che non sappiamo su Encelado. Pertanto, crede che questo modello di computer non ci dica molto al momento.

Indica che questo modello di dati fornisce risultati in base alle misurazioni e ai parametri inseriti nel modello. Quindi devono essere fatte diverse ipotesi, dal momento che si sa poco di Encelado.

– Conosciamo alcuni dettagli sull’interno. Quanto è radioattivo, quanto è spessa l’acqua sotto il ghiaccio e quali effettivi processi geofisici stanno avvenendo sotto il ghiaccio, dice.

Sebbene al momento ci siano conoscenze limitate su Encelado, nei prossimi decenni ci saranno misurazioni più numerose e migliori. Werner ritiene che i ricercatori siano in una buona posizione per utilizzare le nuove misurazioni non appena arrivano e che il modello possa essere migliorato.

Nuovo telescopio in camera

Una delle prime opportunità per acquisire nuove conoscenze su Encelado arriva con il James Webb Telescope, il cui lancio è previsto per novembre 2021. Questo telescopio consente di effettuare misurazioni molto accurate del materiale che proviene, ad esempio, da Encelado, utilizzando la spettroscopia .

Nessuna missione è stata impostata per andare su Encelado, ma ci sono diversi suggerimenti sul tavolo. In ogni caso, ci vorranno decenni prima che le sonde senza equipaggio inizino a trasmettere misurazioni da Encelado.

Dovremmo assolutamente inviare una sonda spaziale lì, dice Werner a forskning.no.

Werner pensa che probabilmente dovranno attraversare il ghiaccio per ottenere una risposta a ciò che si nasconde sotto, ma questo è un progetto di ingegneria molto complesso. Se ciò accadrà, sarà un tempo molto lungo.

Riferimento:

Régis Ferrière mfl: analisi bayesiana dei dati del pennacchio di Encelado per valutare la composizione del metano. Astronomia della natura, Jolly 2021. DOI: 10.1038/s41550-021-01372-6. Sommario

Ci piacerebbe sentirti!

Si prega di contattare qui
Hai commenti, domande, lodi o critiche? O consigli su qualcosa di cui scrivere?

READ  Il norvegese Vivaldi a Google: "FLoC off!"