Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Rabita, Kirsty Toby |  Critiche schiaccianti alla moschea: – Le proprietà dovrebbero essere sequestrate

Rabita, Kirsty Toby | Critiche schiaccianti alla moschea: – Le proprietà dovrebbero essere sequestrate

Netavisen ha rivelato che l'Associazione Moschea ha ricevuto donazioni per milioni di dollari dall'estero. Il direttore statale non è stato informato delle donazioni.

Queste donazioni in contanti possono essere tassabili, secondo il professore associato Eivind Foruseth del Dipartimento di diritto e governance dell'Università BI.

“Presumo che qui parleremo di evasione fiscale lorda”, afferma Foruseth.

– Sequestro di beni

Il deputato conservatore Mahmoud Farahmand ritiene che ciò che preoccupa è che le organizzazioni ricevano fondi inspiegabili.

– L'associazione deve rendere conto della provenienza di questi fondi. Se non lo fanno ci devono essere conseguenze legali e la condanna della proprietà è una conseguenza naturale. Questo è giusto e ragionevole ed è stato praticato in altri paesi. Le autorità italiane hanno confiscato i beni della mafia ottenuti illegalmente dai sospettati.

È semplicemente sorprendente che una comunità religiosa che ha beneficiato della fiducia comunitaria non operi in modo trasparente, afferma Farahmand.

Leggi anche

Pertanto non è lecito criticare l’Islam

Scoperte serie

Il partito laburista è alleato del partito conservatore. La rappresentante del Parlamento Mona Nielsen (AP) nella commissione Famiglia e Cultura afferma:

– Ciò che ha rivelato il giornale elettronico è pericoloso e deve essere indagato in modo definitivo. Sono lieto che il governo abbia già detto che indagherà sulle comunità religiose, e poi il Direttore dello Stato dovrà occuparsi immediatamente di questo caso correlato e vedere se c'è una base per ritirare il sostegno, se c'è una violazione della legge.

Nielsen sottolinea il fatto che il Ministro per l'Infanzia e la Famiglia Kirsty Toby (SP) ha affermato dopo le rivelazioni che le comunità religiose devono essere controllate.

Anche il comune di Oslo ha contribuito con denaro a diversi progetti associativi, allora attraverso il pool di integrazione. Il rappresentante del Consiglio comunale di Oslo Arbederparti, Henrik Dahl Jacobsen, ha ben chiaro cosa si aspetta dalla comunità religiosa.

– Mi aspetto che Rabita metta tutte le carte in tavola. Tutti devono seguire le stesse regole e abbiamo la possibilità di sapere per cosa vengono effettivamente utilizzati i fondi pubblici. Inoltre, penso che sia necessaria una maggiore discussione sul finanziamento delle comunità religiose, in particolare sugli afflussi di denaro che provengono dall’estero. Abbiamo già un divieto per i partiti che ricevono sostegno da donatori stranieri. Penso che dovremmo sollevare questa discussione anche per quanto riguarda le organizzazioni religiose, ma qui la legge ovviamente deve essere chiarita, dice a Netafsen il consigliere comunale Jacobsen.

READ  Indicatore di paura nell'aria - Wall Street è diventata rossa

Jacobsen è membro del comitato finanziario del consiglio comunale di Oslo.

– La paura del tatto deve finire

Le indagini di Nettavisen mostrano che Rabita ha ricevuto più di 22 milioni di corone norvegesi dal settore pubblico negli anni 2018-2022. Il Direttore statale è uno dei fornitori di sussidi e fornisce sussidi statali a ciascun membro.

Il prezzo viene regolamentato ogni anno e nel 2023 era di 1.419 NOK. Le comunità religiose devono presentare un rapporto che includa una panoramica delle attività e di tutte le entrate e mostri come utilizzano il sostegno pubblico.

Silje Heimdall è membro della commissione parlamentare per la famiglia e la cultura. Crede anche che il direttore statale dovrebbe essere sul campo.

– Mi aspetto anche che il direttore dello Stato segua immediatamente questo caso e lo esamini con la massima serietà e, se necessario, informi anche la polizia, dice Heimdall a Netavisen.

È l'amministratore statale che paga le sovvenzioni alle comunità religiose, che ricevono sovvenzioni per ogni membro che hanno. Dopo che Nettavisen ha rivelato prima di Natale che Rabita aveva violato i suoi obblighi contabili, Heimdall ha posto una domanda al ministro per l'Infanzia e la Famiglia Kirsty Toby. Lei è severa nella sua critica al settore pubblico su questo argomento

– Non ho registrato che il Ministro sia stato coinvolto in modo significativo in questa questione, ma penso che sia giunto il momento di sollevare nuovamente la conversazione sui finanziamenti esterni.

per la revisione

Crede che le autorità abbiano paura di toccare le moschee.

– Ora il governo deve smettere di temere la comunicazione e prendere sul serio questi problemi, come ha ripetutamente chiesto il Partito del Progresso. Una possibilità è vedere come i danesi hanno organizzato tutto ciò.

Jemldal sottolinea inoltre che il governo si è impegnato a perseguire questo obiettivo attraverso la piattaforma Heyerdahl, affermando a pagina 72 che: “Richiedere completa apertura sul finanziamento delle associazioni religiose e scoprire se il finanziamento estero delle associazioni religiose può essere vietato”. “.

Nilsen in Ap dice che le previsioni di Hjemdal si avvereranno.

READ  La Borsa di Oslo apre in ribasso

– Alla Piattaforma Heyerdahl è chiaro che dobbiamo rivedere i criteri di finanziamento delle comunità religiose e le prospettive di vita. Proprio per questo motivo il Governo ha presentato in autunno una nuova proposta legislativa in consultazione, che sarà esaminata dal Parlamento questa primavera. Sono sicuro che le restrizioni proposte e la nuova legge porteranno a una maggiore supervisione e controllo delle comunità, per evitare che tali cose accadano in futuro.

Il direttore statale non ha voluto commentare

Tuttavia, il funzionario statale non commenterà la questione.

– Non desideriamo commentare la dichiarazione di Heimdall né dire altro sulla possibilità di un ulteriore follow-up di questo caso, dice a Nettavisen il direttore del dipartimento Hege Skanes Nyhus di Statsforvalteren.

Tuttavia, il funzionario statale afferma di aver utilizzato i rapporti dell'associazione come base per l'assegnazione della sovvenzione statale. Possono indagare sulla comunità religiosa se vengono a conoscenza di irregolarità.

– Come nel caso delle altre confessioni religiose registrate, la Società Islamica deve presentare un rapporto sulle attività gestite dalla confessione religiosa. Sulla base della documentazione ricevuta nella pratica di concessione, abbiamo ipotizzato che la comunità religiosa avesse presentato le proprie relazioni secondo le norme vigenti. Ciò vale anche per i casi di sostegno di cui ci occupavamo secondo la vecchia legge, spiega Niehus.

Tutti i redditi devono essere dichiarati

Nel 2021, non vi è alcun obbligo per le comunità religiose di segnalare le donazioni in denaro provenienti dall'estero quando richiedono il sostegno religioso al Direttore dello Stato.

Secondo il Dipartimento per l’infanzia e le famiglie, le comunità religiose devono comunque dichiarare tutte le entrate, anche quelle non legate agli aiuti statali, prima e dopo l’entrata in vigore della nuova legge sulla fede.

– Quando un gruppo religioso o di credo richiede la registrazione ai sensi della legge sulle associazioni religiose, che garantisce il diritto di richiedere benefici statali ai sensi della stessa legge, deve, tra le altre cose, rendere pubbliche le sue attività religiose o di credo e qualsiasi altra attività. Ad esempio, se una comunità religiosa o di fede gestisce un'impresa, ciò deve essere indicato nella domanda, afferma Jonas Kampstad Hagensen, consulente senior per le comunicazioni presso il Ministero per i bambini e le famiglie di Nettavisen.

READ  Grande rally a Wall Street - Dow Jones con il suo miglior giorno di negoziazione da marzo

Il ministro per l'infanzia e la famiglia Kirsty Toby Nettavsen ha detto agli inquirenti che un'indagine era in corso. Va indagato anche ciò che non figura nei materiali presentati dalle comunità religiose al Direttore dello Stato.

– Nel suddetto mandato, l'Istituto di Ricerche sulla Chiesa, Religione e Filosofia della Vita Rispondi tra l’altro: “Che cosa non è apparso nel rapporto di cui avresti voluto saperne di più?” In primo luogo, riteniamo che ciò sia sufficiente per acquisire una maggiore conoscenza delle attività delle comunità religiose, e al momento non sono previste ulteriori misure.

Nettavisen ha chiesto al direttore generale dell'associazione, Iman Al-Hasnawi, e al membro del consiglio dell'associazione, Bassem Ghazlan, di commentare la questione. Non hanno risposto alle domande di Nettavisen.

Questa è Rabita

  • La moschea è stata fondata a Oslo nel 1987. Nei primi anni l'Arabia Saudita ha finanziato l'imam. Ai lavori ha partecipato la Moschea svedese di Stoccolma.
  • Diverse fonti, tra cui lo storico religioso Cary Vogt, collegano Rabita alla Confraternita. A costituire la base dell'associazione è soprattutto il fatto che Rabita sia membro del Consiglio europeo dei musulmani europei. Questo perché l'intelligence collega l'organizzazione alla Fratellanza. L'organizzazione lavora in coordinamento in Europa.
  • I Fratelli Musulmani lavorano per promuovere l'Islam e la Sharia a livello globale.
  • Norske Rabita ha costruito una ricchezza significativa sin dal suo inizio. Possiedono proprietà da Alta a Larvik divise tra System Invest AS e una fondazione fondata nel 2014, Amanastiftelsen.
  • Negli anni 2018-2022, l’Associazione ha ricevuto più di 22 milioni di corone norvegesi in vari finanziamenti pubblici da numerose istituzioni. Direttore statale, Comune di Oslo, Ministero dell'infanzia, della famiglia e del servizio penitenziario.
  • Ci sono molte attività nella moschea. Preghiera, conferenza, corso di lingua araba, introduzione all'Islam per i convertiti. Hanno lavorato anche su altri progetti come guide musulmane e informazioni sulla vaccinazione contro il coronavirus.
  • Rabita lavora anche politicamente in diversi forum. Hanno, ad esempio, registrato le udienze come se La nuova legge della fede attraverso il Forum del dialogo musulmano E dentro La cosa della stretta di manoPoi con Islam Net.


Fonti: Myndigheten för sammässskydd och beredspad, Carrie Vogt