Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Raramente un’auto ha avuto un inizio così difficile

Frank Wilksen è un veterano della redazione di Broom. Ha lavorato come giornalista automobilistico per oltre 50 anni e ha testato un gran numero di auto sia in patria che all’estero.

Ricorda alcune macchine meglio di altre. Ora Frank condivide i ricordi con tutti i lettori di Broom. Questa volta si tratta della prima Classe A Mercedes-Benz dal 1997.

Sono passati 25 anni da quando Mercedes-Benz ha lanciato la sua prima vera piccola auto: la Classe A. Solo il fatto che il più grande produttore rispettabile di auto di lusso di grandi dimensioni dovrebbe realizzare un’auto piccola è stato molto eccitante. Quindi non è un caso che molti siano entusiasti di come sia successo. Auto piccole e auto piccole molto buone, ce n’erano già molte …

La prima generazione della Classe A è stata un lancio molto importante per Mercedes-Benz. Se ora inizia a stancarsi un po’, in cambio è migliorato sempre di più da allora! Foto: Mercedes-Benz AG – Mercedes-Benz

Sfortunata rivoluzione!

Quindi Mercedes-Benz doveva entrare in questo mercato ora, e il gruppo lo ha fatto con l’ambizione di guadagnare forti quote di mercato. Quelle ambizioni hanno ricevuto un duro colpo all’arco, quando l’auto si è semplicemente ribaltata nell’anno del lancio nel cosiddetto test Moss, in Svezia. Si tratta di deviare da un ostacolo improvviso – e per l’auto in questione, ha finito per capovolgersi! Una tale sensazione, il modello è stato immediatamente soprannominato “Veltepetter”.

La pubblicità che circonda l’incidente è stata massiccia: un nuovo modello di auto raramente ottiene molta pubblicità! Purtroppo, gran parte di ciò che è stato immesso sul mercato è stato sgradevole, cosa a cui la stessa Mercedes-Benz ha inizialmente contribuito negando che ci fossero problemi.

Lo sfortunato colpo di stato del Moose Test ha immediatamente portato a modifiche alla parte inferiore e, con il controllo di stabilità in atto, il problema è stato risolto.  Foto: Mercedes-Benz AG - Mercedes-Benz

Lo sfortunato colpo di stato del Moose Test ha immediatamente portato a modifiche alla parte inferiore e, con il controllo di stabilità in atto, il problema è stato risolto. Foto: Mercedes-Benz AG – Mercedes-Benz

buona macchina

Ben presto però tutte le vetture vendute furono ritirate e la produzione fu sospesa fino a quando il problema non fu risolto. La soluzione era, tra le altre cose, che la Classe A diventasse la prima vettura compatta con controllo di stabilità (ESP).

L’attenzione negativa unilaterale che la Classe A ha ottenuto a causa del test di Mohs è stata davvero ingiusta. Noi stessi abbiamo acquistato un A140 dell’annata 1998 per un anno e ci siamo goduti il ​​viaggio. Le recensioni dei precedenti proprietari sui “proprietari credono” nella scopa danno gran parte della stessa impressione: una buona macchina che ha dato ai proprietari pochi problemi nella vita di tutti i giorni, anche se alcuni credevano che i prezzi dei pezzi di ricambio fossero al livello più alto – se qualcosa è successo per primo.

Il resto è storia – e la Classe A di oggi sembra essere un ottimo prodotto; Pienamente degno della reputazione di qualità Mercedes-Benz.

L'ambiente di guida chiaro e ordinato ha accolto i primi acquirenti della Classe A. Foto: Mercedes-Benz AG - Mercedes-Benz

L’ambiente di guida chiaro e ordinato ha accolto i primi acquirenti della Classe A. Foto: Mercedes-Benz AG – Mercedes-Benz

design intelligente

Com’è stata questa prima macchina davvero piccola con la famosa stella nella griglia? Questo marchio da solo è bastato a diffondere le aspettative.

La mia risposta è che in realtà era molto buono. Per quanto riguarda il design, è vero che le opinioni differivano nettamente: ad alcuni piaceva l’aspetto, mentre altri non volevano vederlo nel corridoio; “Lungo, stretto, strano…”.

Indipendentemente dall’opinione, il design era in realtà piuttosto intelligente. L’altezza significativa consentiva l’ingresso e l’uscita con un SUV di buon livello, che fece innamorare molti “adulti” dell’auto. Allo stesso tempo, l’interno è diventato grande e l’auto ha trasportato più di quanto si possa pensare a prima vista.

Il bagagliaio potrebbe non essere stato il punto forte dell'auto, ma ne è stato guadagnato qualcosa.  Foto: Mercedes-Benz

Il bagagliaio potrebbe non essere stato il punto forte dell’auto, ma ne è stato guadagnato qualcosa. Foto: Mercedes-Benz

Buono per lunghi viaggi

Quella che la Mercedes chiamava la soluzione a sandwich dava un terreno leggermente più alto del solito, ma il vantaggio qui era che in caso di collisione, il motore avrebbe dovuto essere spinto in avanti verso il basso e sotto l’auto, piuttosto che rientrare direttamente nell’abitacolo. In altre parole, intelligente e ben congegnato in termini di sicurezza. Allo stesso tempo, la soluzione significava che eravamo seduti relativamente in alto.

Sulla strada, abbiamo superato un’auto comoda che era divertente da guidare. In effetti, dava un tocco molto leggero alla speciale sensazione Mercedes che, da parte mia, ero all’epoca in ricordo di una nuova Classe C. Una delle cose che ricordo più favorevolmente sono le buone caratteristiche di lunga distanza di la macchina. La classe A può facilmente intraprendere un lungo viaggio con – e sopportare lunghe tappe.

La sicurezza è sempre stata una priorità per Mercedes-Benz.  Questo è stato anche il caso durante lo sviluppo della Classe A, con crash test completi, tra gli altri.  Foto: Mercedes-Benz AG - Mercedes-Benz

La sicurezza è sempre stata una priorità per Mercedes-Benz. Questo è stato anche il caso durante lo sviluppo della Classe A, con crash test completi, tra gli altri. Foto: Mercedes-Benz AG – Mercedes-Benz

Percorre circa 700 km

Il concetto era abbastanza tradizionale, con un motore trasversale a trazione anteriore e ruote anteriori. I freni sono costituiti da dischi all’anteriore e tamburi al posteriore, anch’essi tradizionali. Le gomme erano 195/50 su cerchi da 15 pollici tutt’intorno.

L’A140 ha una potenza massima di 82 cavalli dal motore a quattro cilindri da 1,4 litri. Questo non era del tutto impossibile, ma con un peso netto di poco più di 1.000 chilogrammi, l’auto non era molto elastica. Anche la coppia massima di 130 Nm non ha aiutato molto…

Al contrario, il consumo era “dentro”. La fabbrica ha dichiarato un consumo combinato di 0,71 l/mi – e solo 0,56 l/mi durante la guida in autostrada (costante 90 km/h). Entrambe le parti erano sul lato positivo della linea e, con una capacità del serbatoio di 54 litri, l’autonomia era buona. A seconda del tipo di strada e della velocità, è stata una buona idea percorrere circa 700 km prima ancora di pensare di fare nuovamente rifornimento.

Riconoscibile - anche dal retro.  Foto: Mercedes-Benz

Riconoscibile – anche dal retro. Foto: Mercedes-Benz

Anche versioni AMG

Non so se sia stato il piccolo “incidente” con i test del Moose a essere un ulteriore catalizzatore per l’ulteriore sviluppo di questo modello, ma la verità è che l’odierna Classe A – arrivata alla quarta generazione nel 2018 – è diventata un vero gioiello di piccola auto, con soluzioni e dotazioni che non ti aspetteresti prima su modelli più grandi e più costosi.

La soluzione di design alquanto bizzarra è scomparsa e abbiamo lasciato un design fresco e moderno che fa appello ampiamente sia all’età che al sesso. Questo nasconde molta tecnologia avanzata, motori a benzina con una potenza di 163 o 224 CV. Viene prodotto anche diesel. Oggi, l’auto in questo paese è la più popolare come ibrida plug-in. Da poco più di due decenni, la Mercedes-Benz Classe A è stata consegnata in molte varianti diverse, anche con il sistema di trazione integrale 4Matic.

Per coloro che vogliono quel qualcosa in più, ci sono ovviamente anche le versioni AMG a cui rivolgersi. Il denominatore comune tra loro è che rimuovono senza problemi la pelle anche a salsicce di grandi dimensioni – insomma: tanto divertimento di guida qui!

Probabilmente la migliore Mercedes mai realizzata

Mercedes-Benz A140 1998 – Alcuni numeri:

Motore: 4 cilindri in linea, posizionato trasversalmente all’anteriore. 1.4 litri 82 cv, coppia massima 130 Nm.

Guida: trazione anteriore, cambio semiautomatico a cinque rapporti. La prima piccola vettura con ESP (Electronic Stability System)

L x P x A: 3,58 x 1,72 x 1,60 m

Passo: 2,42 m

Peso netto: 1.020 kg

Bagagliaio: 350 / 1.190 litri

Accelerazione da 0 a 100 km/h: 12,9 secondi

Velocità massima: 170 km/h

Consumo di carburante, guida mista: 0,71 l/mi.

Sostituire un’auto leggendaria e far arrabbiare i tassisti

Video: l’auto dei tuoi sogni era una Mercedes, ora puoi acquistarla a buon mercato

READ  Elbil, NAF | Stor rekkeviddetest: Så langt går elbilene faktisk på vinteren