Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Recensione del film “Jungle Cruise”: Sommerskuta – VG

L’avventura di Amazonas: Dwayne Johnson ed Emily Blunt in Jungle Cruise. Foto: Frank Massey/Disney

Attori affascinanti in un film sciolto.

film per famiglie

“Viaggio nella giungla”

Stati Uniti d’America. 12 anni. Regia di Jaume Colette Serra

Med: Dwayne Johnson, Emily Blunt, Jesse Plemons, Jack Whitehall, Edgar Ramirez, Paul Giamatti

I dadi VG mostrano 4 punti

C’è un limite a quanto i buoni film possono “costruire” sull’attrattiva dei parchi a tema. Siamo qui in un mondo con un occhio solo lì”.pirati dei Caraibi“La serie deve dirsi un genere Non più. Questa non è una buona idea – per definizione.

Ma l’estate e Apri le porte a Disneyland Richiede i suoi effetti sinergici. Quindi questo è Jungle Cruise, un film su un’attrazione fluviale che è attualmente in corso zio WaltGiardini in California, Orlando, Hong Kong e Tokyo. Non è un bel film ma è abbastanza facile da usare.

“eccoci qui”! Jack Whitehall ed Emily Blunt arrivano sulla Jungle Cruise. Foto: Frank Massey/Disney

Dr. (botanica) Lily Hutton (sincero) sta cercando qualcosa chiamato “Moon Tears” – un petalo magico che sarà in grado di curare molte malattie che colpiscono noi umani, che si trova in un luogo sconosciuto nell’area intorno al Rio delle Amazzoni.

Houghton è coraggiosa e piena di forza di volontà, un tipo di Pippi Calzelunghe adulta. Possedendo una punta di freccia che crede sia la chiave per recuperare la droga miracolosa, porta suo fratello MacGregor (Whitehall) in Brasile per iniziare a cacciare. “Jungle Cruise” si svolge durante la prima guerra mondiale e si svolge nell’umile biondo principe Joachim (Plemons) sullo stesso compito. Ha sottomarini per aiutarlo.

READ  Dennis Freddy: - - Ci sono delle scuse

Eccomi: Dwayne Johnson li accoglie. Foto: Frank Massey/Disney

In Brasile, Hutton è convinto di lasciare Frank Wolff (JohnsonSii il suo capitano nella spedizione sotto lo studente, sulla trave di una vecchia barca che ha l’anima della Mecca. Non aveva mai visto una donna in pantaloni lunghi prima. Gli dei dovrebbero sapere che non smette mai di parlare di lei.

Wolf è un vero creatore di brutte “barzellette sui papà” e giochi di parole ancora peggiori, ed è così enorme che il cappello del capitano sembra una toppa sulla sua testa. È anche sorprendentemente affascinante e fluente. Passerà molto tempo prima di capire perché.

Le scene più festose di “Jungle Cruise”, almeno per gli adulti che accompagneranno i bambini al cinema, sono quelle in cui Blunt e Johnson ridono Humphrey Bogart e Katharine Hepburn In “The African Queen” (The African Queen, 1951). Li vedrai innamorarsi in ogni momento!

Dovresti davvero vederli come l’un l’altro: Dwayne Johnson ed Emily Blunt in “Jungle Cruise”. Foto: Disney

Tuttavia, la trama stessa è molto tarlata: uno schema soprannaturale tredici per dodici in cui una cosa deve essere abbinata a un’altra e – voilà, tutto va meglio. Animatronica– Gli “animali” che incontriamo sulla strada del fiume sembrano finti e di plastica come quelli che giacciono tra le canne delle attrazioni del parco a tema Disney

La violenza dei fumetti è tenuta a un livello basso in modo da non spaventare i più piccoli, e questa è una buona cosa. L’eccitazione mai e poi mai del film è un problema più grande.

“È un animale? O è solo plastica grande ma pericolosa? Emily Blunt, Dwayne Johnson e Jack Whitehall (da sinistra) in Jungle Cruise. Foto: Disney

Sono stati Johnson e Blunt a salvare i registri. Attori affascinanti allo stesso modo, in modi molto diversi. Clemons si diverte, ma non molto, come un tedesco tirannico, ma non si può dire che Whitehall abbia molto a che fare con il film. In questo caso, la Disney dovrebbe essere in grado di adornarsi con un personaggio apertamente gay.

READ  Nuove accuse dal principe Harry - Fonti anonime della famiglia reale picchiate duramente - NRK Urix - Notizie e documentari stranieri

Renne, forbici, maglione estivo sciolto, sì. Poche persone lo ricorderanno. Ma non è così Rimpianto Anzi, uno l’ha visto.