Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Recensione: Elena Ferrante “Dentro i margini”

saggistica

editore:

rapporto

traduttore:

Kristen Sursdale

Anno di pubblicazione:

2022


«Forte, luminoso, audace – frizzante a volte.»

Vedi tutte le recensioni

Sì, e quindi le lezioni sono state lette da un attore. Ferrante è d’accordo sul suo gioco delle maschere, ma ci sono ancora piccoli indizi su chi potrebbe esserci dietro il nome fittizio. Per coloro che sono molto interessati, è interessante vedere con quanta precisione i traduttori nel testo corrente nominano tutti i punti del testo che citi. Questo è molto insolito. Nell’edizione norvegese, questo è giudiziosamente inserito nelle note a piè di pagina, con il nome del corrispondente traduttore norvegese.

Il traduttore

Perché è interessante per i ferrantiani? Sì, perché la teoria più plausibile sulla vera identità di Ferrante punta a un traduttore di tutto rispetto per la stessa piccola casa editrice E/O che ha fatto fortuna con la sua produzione. Per me, e sono anche un compilatore di routing, questo è particolarmente gratificante. Aumenta la consapevolezza del problema attuale della letteratura. In questo libro si adatta molto bene.

Perché sono le letture taglienti di brani di poeti come Dante, Dostoevskij, Gaspara Stampa, Gertrude Stein, Italo Svevo, Emily Dickinson e molti altri che rivelano le visioni ampie e contemplative della letteratura di Ferrante. È bello leggere le sue interpretazioni della donna in particolare nel modo in cui scrive e come si gira per capire che inizialmente era un prodotto della scrittura maschile. La logica è forte, chiara e audace. I passaggi per “l’altro necessario” sono gloriosi.

Bugie di Elena Ferrante

Bugie di Elena Ferrante


dadi 4

Quando metto ancora 4 sui dadi, è perché difficilmente posso consigliare il libro come “QUESTO LIBRO DEVI LEGGERE!”. C’è qualcosa nelle traduzioni di libri che ha molto a che fare con la lingua, dove il significato delle parole e della letteratura citata, rendendole facilmente incomprensibili, viene discusso in modo piccolo e grande.

Questo è uno studio intensivo utile, ma un esempio tratto dal libro potrebbe indicare cosa sto pensando. Il secondo trimestre è chiamato “Acquamarina” e questo si riferisce ad un anello che la madre usava mettere al dito con una “pietra acquamarina” che brilla di azzurro e così via. Molte persone potrebbero sapere che aspetto ha questa roccia – pochi possono vedere la profondità figurativa della parola: aqua = acqua, marina = (qualcosa con) mare.

Turco: Peridoto di acqua salata.  Foto: Ntb

Turco: Peridoto di acqua salata. Foto: Ntb
Mostra di più

ha vinto il turchese

È una roccia salata, ma non si può dire in norvegese, perché l’acqua salata in questo paese non è turchese come a Napoli. Così, la grande distesa tra l’azzurro (“Celest”) e il mare profondo coincide facilmente. Questo ovviamente non è un difetto nell’eccellente traduzione di Christine Sursdale. Questa è l’unica cosa che deve accadere quando l’argomento del libro tradotto è la lingua stessa.

ho mostrato

ho mostrato


Inoltre, le brillanti idee di Ferrante sul metodo letterario, sul posto del sé nel testo e sui retroscena della forma dei suoi libri, sono così specifiche, anguste e così strettamente legate alla tradizione letteraria italiana, che la mia esperienza di comunicatrice della lingua italiana i fatti indicano che il contenuto può risultare difficile per la stragrande maggioranza di essa. Piuttosto che pubblicare una tale traduzione, alcuni dovrebbero persuadere Dag Solstad a scrivere in modo perspicace sui suoi metodi e opposizioni personali.

Quindi non dovresti leggere questo. Ma – vale la pena provare!

READ  Monty crede nella crescita - E24