Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Recensione: Madrugada – “Chimes At Midnight”

Pietra

Inserito:

28 gennaio 2022

record di tag:

Warner Music


«Ritorno brillante.»

Vedi tutte le recensioni

album: I Madrogada sono stati per oltre un decennio la più grande band norvegese e si sono riuniti tre anni fa, 11 anni dopo la loro partenza, Ha avuto molto successo. Quale dovrebbe essere una coppia Concerti a Oslo Spektrum Basato sul 20° anniversario del loro potente album di debutto Industrial Silence, sono quasi 100. Ora sono tornati con il loro album in studio di 14 anni e i concerti all’Oslo Spektrum (con 1.500 spettatori) il 4 e 5 febbraio. Tour più lungo previsto.

Finito prima della chiusura

I Madrugada volevano suonare di più, e poi volevano anche registrare nuova musica. La band è appena riuscita a completare la registrazione di “Chimes At Midnight” in due brevi settimane presso il famoso studio Sunset Sound di Los Angeles alla fine di febbraio 2020 prima dello scoppio della pandemia. Questa tecnologia ha permesso di registrare gli ordini in tempo reale, con il produttore Kevin Ratterman e il suo team negli Stati Uniti e i musicisti a Oslo.

chitarrista perduto

I Madrugada hanno fatto un tour finale nel 2008 prima di separarsi a causa della morte del membro della band Robert Porras nel 2007 – più o meno nello stesso periodo erano in studio per registrare il loro album precedente, chiamato semplicemente “Madrugada”. Il progetto è stato completato e pubblicato nel gennaio 2008 e si conclude simbolicamente con la traccia vocale “Our Time W Will not Live That Long”, l’unica canzone in cui Boras ha la voce solista.

Boras è ovviamente una grande mancanza, ma Siffert Hoym (voce), Frode Jacobsen (basso) e Jon Loveland Petersen (batteria) sono stati accompagnati dall’incontro da due nuovi chitarristi, Kato “Salsa” Thomassen e Krister Knutsen (che suona anche tastiere).

canzone del film

Høyem ha avuto successo come artista solista, e dal momento che la sua voce è così distintiva – e una parte importante della scena vocale di Madrugada – è stato difficile separare le band dal lavoro da solista. Ma Madrogada era sulla locandina quando i primi segni di vita sono usciti dal gruppo La canzone “Half Light” dal film “Amundsen”. Nel 2019. Lo scorso anno sono seguite tre canzoni, prima che la band pubblicasse l’album.

Madrogada classica

Non avresti dovuto ascoltare “Chimes At Midnight” troppe volte prima che ti piacesse, dal lunatico primo singolo. “Nessuno ti ama come me”Ì “Fuggi dall’amore della tua vita”dove si ritirano un po’ di più, per grandezza “Sogni nel cuore della notte” In conclusione, paesaggi epici “trance”. Quello che senti è classico Madrugada, come se il tempo si fosse fermato per 14 anni, non credo di aver mai sentito Høyem cantare meglio, nemmeno più profondamente.

grande

Come al solito, la band disegna una grande voce, con le chitarre di Thomassen e Knutsen come elementi di supporto insieme alla stravaganza vocale unica e talvolta ipnotica di Høyem. È impossibile immaginare Madrogada senza Hoyme nei panni degli Stones senza Mick Jagger.

È facile capire che Høyem si riferisca a “Chimes At Midnight” prima di tutto come uno Appassionato Registra, perché c’è così tanto – e anche peccato – sia nei testi che nella musica. Le canzoni sono scritte dalla band insieme. Burås è anche accreditato di due canzoni, “Che il mondo cada” Dai tempi del primo album dei Madrugada, “Ruota lentamente la ruota” Dai primi anni 2000.

brevi svolte

L’ultimo titolo è una buona immagine della musica di Madrogada. È come se il nastro girasse solo eccezionalmente il volante, e poi succede con attenzione, su una strada senza dossi e altri ostacoli. A volte sembra essere nel livello più sicuro. A volte ho voglia di urlare che devono inzupparsi un po’, come sulla migliore nota orecchiabile “Blues impero”ma poi Høyem ha appena cantato “Siediti e goditi il ​​viaggio” in grandezza “Madre Stabat” E mi ha ricordato che questo è probabilmente l’aspetto che dovrebbe avere oggi Madrogada: un po’ più vecchio, più calmo, più saggio e più appassionato.

inattivo

“immaginazione” e “chiama il mio nome” Certo, sembra un po’ come Madrogada in letargo, mentre “Hai promesso di aspettarmi” E le canzoni di “The World Can Fall” sono buone anche se i testi sono nella classe “più morbida”. Ma possiamo conviverci in un album di 12 brani “completi”. Forse l’album non ha “Majesty” (2002), con 16 milioni di riproduzioni su Spotify, “The Kids Are On High Street” (2005) o “Lift Me” (2005), ma “Running From The Love Of Your Life”, Stabat Mater”, “Dreams At Midnight” e “Empire Blues” non sono troppo lontani.

Madrugada è sicuramente tornato e questo è solo per congratularmi con te per il ritorno di un grande album.

READ  Nuova partita di calcio della TV italiana - ma TV 2 potrebbe essere la prima a mostrare il debutto di Hauge a Milano