Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Recensione: Maggioranza minore – “Kiss Off”

Pop/soft rock

Inserito:

11 marzo 2022

record di tag:

I suoni delle meraviglie


«Artigianato pop durevole.»

Vedi tutte le recensioni

album: Quando la piccola maggioranza se ne andò salviette per capelli 2019 Sono passati dieci anni dall’album precedente, “Either Way I Think You Know”. Allora datti da fare! Nel 2021 è uscito il film “The Universe W should have to Adjust”, e dieci mesi dopo è uscito “Kiss Off”. Nel frattempo, la band intraprende un tour norvegese che si concluderà al Rockefeller di Oslo il 22 aprile.

In questi giorni potrebbe essere allettante chiamare l’album “Piss Off”, intitolato Somebody Is Our East, ma la maggioranza della minoranza ha optato per l’alternativa più mite e piacevole “Kiss Off” (a proposito, il titolo di una canzone con American Violent Femmes al loro debutto nel 1983).

nuove canzoni

L’ultimo album dei Minor Majority è iniziato con il fatto che volevano “aggiustare” due canzoni che non si adattavano alla versione precedente, ma invece hanno iniziato un processo creativo che si è trasformato in diverse nuove canzoni – e un intero album.

Forse il produttore, incordatrice e chitarrista Roar Nielsen (The Dogs) ha qualche “colpevolezza” e un risultato più eccitante dell’ultima volta. Ecco alcuni bei tocchi, ascoltate ad esempio l’uso attento di fagotto e clarinetto nella title track “Bacio”.

Nielsen ha anche prodotto l’ultimo album solista di Pål Angelskår nel 2015 ed è stato il produttore e chitarrista dell’album di ritorno della band “Napkin Poetry”. Contribuisce anche con la musica a due canzoni, il tastierista Harald Sommerstad in una.

Sento che Nilsen e la band hanno trovato un migliore equilibrio tra “tempo basso” e “tempo alto” in questo nono album in studio con Minor Majority. Potrebbe sembrare una cosa senza nome quando ascolti per la prima volta, ma rimane vero molto rapidamente. Dagli un po’ di tempo e sarai un ascoltatore felice!

Un altro bagliore

Oltre alla maggior parte della musica, Angelskår è ancora dietro i testi, a volte con Sjur Lyseid (The Little Hands of Asphalt) o Jacob Krogvold (Thulsa Doom). I testi sono belli e soddisfacenti e quindi non molto diversi nel tema dagli album precedenti, ma potevo ancora sentire un bagliore diverso dal precursore, anche musicalmente. Insieme a Lysed, ad esempio, ha messo insieme un bel testo sulla speranza e il perdono (“Amal”):
“Ho messo le bottiglie nella spazzatura
mentre dormi a letto
sognare strade
per coprire i tuoi errori
cercando di scoprirlo
Solo chi ti biasimerebbe per tutto.

Sono anche oltre attraente “Il meglio di noi”che suona come un mix di “The Boxer”, “Take On Me” e “The Sun Always Shines On TV” di Simon & Garfunkel, è sormontato dal pianoforte florlette di Sommerstad e dal coro strumentale di Kristine Marie Aasvang!

Asvang, Da Il suono segreto dei Dreamwalkers, Cori su altre quattro canzoni e fanno la differenza.

Storia forte della canzone

Una band o un artista sarà sempre misurato rispetto alla loro migliore performance, in questo caso canzoni come “Think I’m Up for You and I”, “She Gave Me Away” e “This Time” da “Up” For You che hanno definito la carriera e io (2004), “Supergirl” e “Come Back To Me” dal sequel di Reasons To Hang Around (2006).

Uno dei più leggeri

Le canzoni di “Kiss Off” potrebbero non durare un eroe Lo stesso livello del culmine della stagione, ma molti si avvicinano – come la title track (un duetto con Kristel Alsos), errore genialeE il la vita di altre persone E il aggrapparsi a. di più Interessante A proposito, la canzone Su David Palmer“Defense” il cantante di un’altra band soft rock, Steely Dunn, nel 1972 e nel ’73 – con un leggero cenno alla band musicalmente.

E – il grande vantaggio della band è che si trova di fronte a un uomo che ha una delle voci norvegesi più morbide e miti. Egli è in grado di dare pace all’anima! Angelskår è semplicemente “la voce gentile della maggioranza minoritaria”. Pertanto, è sempre stato difficile distinguere tra l’artista solista Angelskår e la band.

Ripetizione

Con un sigillo così chiaro, può anche essere difficile evitare una certa sensazione di ripetizione. Dopotutto, fanno – per la maggior parte – solo quello che possono. La ‘consolazione’ è che fanno quello che possono molto bene!

L’album uscirà domani. La maggioranza più piccola suona Tou Scene a Stavanger stasera (giovedì), Høvleriet ad Haugesund venerdì e USF Verftet a Bergen sabato. Quindi il tour continua in otto città.

READ  Camila Cabello: - Insediamento difficile: