Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Reema drogheria 1000 | Nel 2014 Rema ha rimosso un ingrediente e ora è tornato

Nel 2014, Rema ha rimosso l’olio di palma da tutti i prodotti dei propri marchi e ha smesso di fornire notizie di prodotti contenenti olio di palma. Il motivo è che Rima non ha voluto contribuire alla deforestazione della foresta pluviale.

– Dispensare l’olio di palma dai desideri del nostro cuore. Ma ora abbiamo l’ammissione temporanea perché Carenza di olio di girasole a causa della guerra in UcrainaLine Aarnes, responsabile della categoria e degli acquisti della Rema 1000, racconta a Nettavisen.

Ora diversi fornitori stanno cambiando gli ingredienti in molti prodotti, soprattutto nella categoria snack, motivo per cui Rema ha deciso di inserirli nei loro negozi.

Di seguito puoi vedere l’elenco degli alimenti che ora contengono olio di palma al posto dell’olio di girasole, che l’azienda Rema 1000 porta nei suoi negozi:

Oltre alle voci dell’elenco sopra, ci sono tre voci in cui il fornitore ha sostituito l’olio di girasole con una miscela di olio di palma, olio di girasole e olio di mais. Questo vale per Original Pringles 200 g, Pringles Paprika 200 g, Crema di Pringles Sour e Cipolle 200 g.

Fa richieste rigorose

Aarnes sottolinea che non includono notizie sui prodotti che contengono olio di palma come ingrediente solido.

L’olio di girasole sta diventando sempre più difficile da ottenere, quindi la necessità di utilizzare l’olio di palma aumenterà per evitare scaffali vuoti, spiega Arns.

Dovrebbe essere chiaramente menzionato nell’elenco degli ingredienti, almeno nei marchi privati, quando si utilizza l’olio di palma

– Non siamo contenti di dover introdurre prodotti con olio di palma, ma abbiamo uno stretto dialogo con i fornitori, afferma Aarnes.

READ  Fiat 128: auto dell'anno - e in anticipo sui tempi

I fornitori devono richiedere il permesso per includere l’olio di palma negli alimenti che saranno venduti al Rema 1000 e Aarnes afferma di avere severi requisiti di documentazione per l’approvazione.

Abbiamo anche uno stretto dialogo con il Rainforest Fund e agiamo in base alle loro raccomandazioni su come gestire al meglio questa emergenza, afferma Aarnes.

Leggi anche: Rema-Reitan annuncia modifiche ai cibi norvegesi

Parte della nostra responsabilità

Nell’elenco dei prodotti la cui ricetta verrà modificata in futuro, troviamo cracker e patatine. Alla domanda se ci saranno più prodotti in questo elenco in futuro, Aarnes ha risposto che è troppo presto per dirlo.

– In che modo pensi che influenzerà le vendite di olio di palma?

Per noi è importante essere trasparenti e scegliere il cliente. Il cliente è il nostro manager numero uno, dice Arnes, e vogliamo che sia più facile per lui decidere.

– Ai clienti importa se si tratta di olio di palma o di girasole?

– Potrebbe avere preferenze diverse. Per Rema è importante fornire informazioni sull’olio di palma e riteniamo importante che il cliente lo faccia in modo che possa fare una scelta, afferma.

Leggi anche: Questo grafico è una pessima notizia per i clienti norvegesi di generi alimentari

– amplifica un altro problema

Nils Hermann Ranum, capo del Programma di deforestazione zero presso il Rainforest Fund, afferma di avere sentimenti contrastanti sullo scambio di olio di girasole con olio di palma su una serie di prodotti a seguito della guerra.

Sebbene sappiamo che la guerra in Ucraina porta alla penuria di molte materie prime, compreso l’olio vegetale, sappiamo che la deforestazione e le foreste pluviali continuano. L’olio di palma è una delle ragioni per questo, dice a Netavizen.

READ  Spazio di archiviazione segreto trovato nel nuovo Mac Studio di Apple

– sottolinea che è fondamentale che l’industria alimentare non risolva un problema promuovendone un altro.

Sebbene Rainforest Fund sia preoccupato per l’aumento della domanda di olio di palma, Ranum certifica che i fornitori alimentari norvegesi stanno prendendo sul serio la deforestazione.

Ranum afferma che le foreste pluviali del sud-est asiatico hanno subito una violenta deforestazione negli ultimi 20 anni a causa della creazione di piantagioni di olio di palma. Dice che l’aumento della domanda ha contribuito a una maggiore deforestazione.

RIMA e altre grandi catene alimentari ci hanno detto che se l’uso dell’olio di palma diventa appropriato, dovrebbero affermare che l’olio di palma utilizzato nei prodotti che vendono non proviene da piantagioni di olio di palma da un’area recentemente deforestata, dice.

Ranum fa notare che sta testando il Rema 1000 per prenderlo molto sul serio.

La runa “Gjerrigknarken” Nikolaisen, ci parla dei cibi che sono la sua scelta ovvia dai droghieri.