Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Riapre il caso dopo la morte della star della bici

Gli italiani hanno messo sotto pressione Marco Pantani quando ha vinto nel 1998 il Giro d’Italia e il Tour de France.

Poi è andato in discesa con l’italiano, che è stato espulso dal Giro per gli alti livelli ematici. Fu l’inizio di un lungo ciclo di paranoia, depressione e forte abuso di cocaina.

Sebbene Pantani non sia mai stato attivo, è stato ripetutamente accusato di assumere steroidi anabolizzanti.

Il 14 febbraio 2004, all’età di 34 anni, viene trovato morto in una stanza d’albergo a Rimini. L’autopsia ha mostrato che era morto almeno sei ore prima e che il suo cervello e i suoi polmoni si erano gonfiati. Causa della morte: overdose di cocaina con diverse altre droghe, secondo la polizia.

La morte ha scosso l’Italia e da allora è stata controversa. Finora, la madre di Marco Pantani, Tonina Pantani, afferma che suo figlio è stato assassinato e che la polizia sta nascondendo la verità sotto il tappeto.

Altri sostengono che sia stato indirettamente ucciso dalle autorità italiane e che la mafia italiana abbia avuto voce in capitolo quando è stato espulso dal Giro d’Italia nel 1999.

In preda al panico: – Non ricordi niente


indagine aperta

L’indagine sulla morte sarà ora riesaminata. Secondo tra gli altri notizie sul ciclismo La polizia italiana ha aperto una nuova indagine – a seguito della presentazione da parte della madre di nuovi documenti nel caso. La polizia ha fornito 51 pagine di informazioni sugli ultimi giorni di suo figlio.

– Ho passato tutta la storia. Tonina Pantani ha detto che ero – e sono tuttora – convinta che non fosse venuta alla luce la verità sulla morte di Marco, su quanto accaduto in albergo nelle ore e nei giorni precedenti la sua morte. quotidiano nazionale di recente.

READ  Diversi atleti olimpici contagiati dal coronavirus: il candidato d'oro dovrebbe dimettersi

Lo spacciatore Fabio Miradosa, che vendeva cocaina al compianto Pantani, ha fornito “prove segrete” per le indagini.

Miradosa afferma che Pantani è stato ucciso e in precedenza ha affermato che i sopravvissuti dovrebbero indagare su cosa è successo ai 20.000 euro che apparentemente sono scomparsi dalla camera d’albergo di Pantani – soldi che dovevano andare a comprare cocaina e pagare i debiti di Miradosa.

– Marco non è morto di cocaina. Marco è stato ucciso, ha detto Miradosa ai media italiani.

Ecco dieci dei peggiori scandali di doping al Tour de France

Ecco dieci dei peggiori scandali di doping al Tour de France


la terza volta

La Gazzetta dello Sport afferma che Pantani ha trascorso la notte prima di essere trovato morto in un altro hotel con altre persone, il che porta a molte domande sulle sue ultime ore di vita.

– Ha chiamato la polizia e si è lamentato che la gente lo disturbava. Tonina Pantani in precedenza aveva dichiarato di essere stato trovato morto un’ora dopo.

Non è la prima volta che il caso viene riaperto. La stessa cosa è successa nel 2014.

– Ho chiesto di riaprire il caso perché voglio una risposta. Voglio sapere come è morto mio figlio. Quello che mi preoccupa di più è che sia stato ucciso. Penso che abbia fatto incazzare molte persone. Parlando del doping come di un problema enorme, sua madre ha detto allo show televisivo italiano Mattino Cinque, prima che il caso fosse riaperto per la prima volta.

La prima volta che il caso è stato deciso si è concluso che il sospetto della famiglia Pantani era una “ipotesi creativa”. La famiglia ora spera in una risposta definitiva.

READ  Ronaldo lancia più di mezzo miliardo e compra il club che ha vinto "back to back"

L’obiettivo è avere una pace definitiva e l’ultima parola, in un modo o nell’altro, sulla morte di Pantani. Sappiamo che è difficile che dopo tanti anni esca qualcosa di nuovo, ma la polizia sta indagando e siamo sicuri che lo farà con attenzione. Qualunque sia la sentenza, la accetteremo, dice a La Gazzetta dello Sport l’avvocato di famiglia Fiorenzo Alesi.