Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Riconsidererà il rapporto con l’Arabia Saudita – VG

Fist Pump: a luglio, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha incontrato il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman, con questo saluto speciale.

La lunga amicizia tra Stati Uniti e Regno è in pericolo, dopo una decisione che ha fatto impennare il prezzo del petrolio.

Ricordiamo la foto in cui “il pugno del presidente Biden si è scontrato quest’estate con il principe ereditario Mohammed bin Salman, in un attacco magico per persuadere il Paese ad aumentare la produzione di petrolio.

Tuttavia, l’Arabia Saudita e altri paesi dell’OPEC hanno deciso la scorsa settimana di tagliare la produzione di petrolio di 2 milioni di barili al giorno, il che ha fatto salire i prezzi del petrolio.

La decisione potrebbe rafforzare il ruolo della Russia nella guerra contro l’Ucraina, quando le sanzioni contro il presidente Vladimir Putin diventeranno meno dolorose.

L’aumento dei prezzi del petrolio potrebbe rendere più cari i prezzi del carburante negli Stati Uniti, il che potrebbe essere impopolare presso il presidente in carica poco prima delle elezioni di medio termine.

Esamineremo il rapporto con il Congresso

“Penso che il presidente sia stato molto chiaro sul fatto che questa è una relazione che dobbiamo continuare a rivalutare e che dobbiamo essere disposti a riconsiderarla”, ha detto martedì il segretario stampa della Casa Bianca John Kirby a diversi media statunitensi.

Non nasconde il fatto che spetta alla decisione dei paesi OPEC, e dice che il presidente è pronto a collaborare con il Congresso per chiarire il rapporto che devono avere ora con l’Arabia Saudita.

La relazione si bloccherà

Nonostante non sia stato ancora riferito nulla, e lo stesso presidente non abbia detto nulla, le critiche stanno già arrivando dai colleghi di Biden.

READ  Amazon e Apple ricevono multe salate

– Non daremo il via libera per un’ulteriore cooperazione fino a quando il Regno non riconsidererà la sua posizione sulla guerra in Ucraina. Basta, ha detto il capo della commissione per gli affari esteri del Senato democratico Robert Menendez.

Sostiene il congelamento di tutte le forme di cooperazione degli Stati Uniti con l’Arabia Saudita, compresa la cooperazione in materia di armi e la cooperazione in materia di sicurezza, ad eccezione di ciò che è necessario per garantire gli interessi degli Stati Uniti, ha affermato in un annuncio.

Anche il leader della maggioranza al Senato, il democratico Chuck Schumer, si è espresso contro il principe la scorsa settimana.

70 anni di collaborazione

Per più di 70 anni, gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita hanno stretto una partnership composta dall’industria della difesa americana che fornisce al Paese attrezzature e risorse militari in cambio di spedizioni di petrolio dall’Arabia Saudita.

Il fatto che il regno ora si comporti in un modo che gli americani interpretano come una dichiarazione di sostegno alla Russia potrebbe ora mettere a repentaglio l’amicizia di lunga data.