Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Sanno cos’è la libertà. Sanno cosa hanno da perdere. – V.G

I membri della guardia d’onore alzano la più grande bandiera ucraina nel giorno della bandiera a Kiev il 23 agosto.

L’Ucraina si sta preparando per una tranquilla celebrazione del Giorno dell’Indipendenza. Vladimir Putin potrebbe avere piani completamente diversi.

Inserito:

iconaQuesto è un commento. Il commento riflette la posizione dell’autore

L’Ucraina prevede attacchi russi particolarmente brutali mercoledì. Il 24 agosto è un giorno simbolico. Per tutti gli ucraini. Ma anche per Putin.

In questo giorno del 1991, l’Ucraina è diventata un paese indipendente, avendo fatto parte dell’Unione Sovietica. Più del 90% ha detto sì all’indipendenza in un referendum.

Putin definisce folle l’indipendenza dell’Ucraina. Ha definito il crollo dell’Unione Sovietica la più grande catastrofe geopolitica del secolo scorso.

L’Ucraina sta lottando per la libertà e l’indipendenza. Gli ucraini non hanno mai vissuto un Giorno dell’Indipendenza più significativo di quest’anno. Sanno cos’è la libertà. Ora sanno cosa potrebbe essere perso.

Vladimir Putin durante una parata militare a San Pietroburgo il 31 luglio.

Mercoledì erano trascorsi sei mesi da quando Putin aveva inviato i suoi soldati oltre il confine. Voleva privare gli ucraini della loro libertà tanto cara. Il piano di Putin per restaurare una Grande Russia senza l’Ucraina crolla.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky avverte delle provocazioni russe nel Giorno dell’Indipendenza. Ciò potrebbe includere nuovi attacchi missilistici russi su Kiev.

– Il consigliere di Zelensky, Oleksiy Aristovich, dice che uccidere più civili e rovinare le vacanze sarebbe un atto di passione.

READ  Kenya: - Disperato per mancanza di preservativi

Quindi non ci saranno eventi pubblici nella capitale.

Nella seconda città più grande, Kharkiv, è stato imposto il coprifuoco. I cittadini sono abituati a essere sottoposti a un costante fuoco di artiglieria.

Gli Stati Uniti avvertono che la Russia attaccherà sempre più le infrastrutture civili in Ucraina e hanno esortato i suoi cittadini a lasciare il Paese il prima possibile.

Il 23 agosto il presidente Volodymyr Zelensky arriva alla cerimonia dell’alzabandiera a Kiev.

L’invasione è stata un grosso errore da parte di Putin. Era già chiaro il 24 febbraio.

È diventato più evidente negli ultimi sei mesi.

Ma Putin ha preso una decisione irreversibile quando ha invaso l’Ucraina. Per lui la lotteria.

Il tentativo iniziale di Putin di lanciare un’offensiva militare contro Kiev per rovesciare il governo ucraino è stato un costoso fallimento.

È noto che la Russia ha successivamente occupato l’intera provincia di Luhansk, nonché circa la metà della provincia di Donetsk. La Russia controlla anche aree del Mar Nero.

Ma non c’è un punto di svolta nella guerra.

Oggi c’è una sanguinosa guerra per le posizioni nell’Ucraina orientale e meridionale.

Al momento non c’è speranza per una soluzione diplomatica. L’Ucraina libererà i territori occupati. Putin vuole di più. E vuole mettere in ginocchio l’Ucraina.

Senza alcuna prospettiva di cessate il fuoco o di pace, restano due possibilità. La guerra continua così com’è adesso, sotto forma di una guerra di logoramento senza fare alcun progresso tangibile per nessuno.

La Russia proverà ad avanzare, mentre l’Ucraina si prepara al contrattacco.

Un’altra possibilità è che la guerra si stia intensificando. C’è il pericolo che questo autunno Putin tenti di annettere le aree attualmente occupate dalle sue forze. In questo modo, la maggior parte del Donbass potrebbe entrare a far parte della Russia. Ha fatto lo stesso prima, in Crimea nel 2014.

READ  Milioni di città evacuate dopo l'eruzione vulcanica in Congo - NRK Urix - notizie di documentari stranieri

Le forze di occupazione nominarono un’amministrazione russa, o filo-russa, nei territori occupati e persino commissioni elettorali. Un eventuale referendum non avrebbe legittimità e non sarebbe riconosciuto da nessuno se non dagli amici autoritari di Putin.

Ma se Putin includesse i paesi, potrebbe affermare che i contrattacchi ucraini sarebbero considerati attacchi sul suolo russo.

I carri armati russi distrutti furono schierati a Kiev e divennero un’immagine preferita.

Il professor John Mearsheimer dell’Università di Chicago scrive sul Journal of Foreign Affairs che gli osservatori sottovalutano il potenziale di una catastrofica escalation della guerra in corso in Ucraina. Ciò potrebbe accadere con gli Stati Uniti coinvolti direttamente in guerra, o dall’uso di armi nucleari da parte della Russia, o entrambi.

Ha fatto scalpore e forte condanna quando, nella fase iniziale della guerra, Vladimir Putin ha utilizzato l’arsenale nucleare del suo Paese, il più grande del mondo, per minacciare altri paesi poco interessati all’Ucraina.

Ha sollevato la prontezza nucleare della Russia e ha affermato che i paesi che intervengono nel conflitto dovrebbero aspettarsi conseguenze “che non hanno affrontato prima”.

Il concetto di sicurezza russa afferma che le armi nucleari possono essere utilizzate solo se esiste una minaccia esistenziale per lo stato russo e la nazione russa.

Il regime al Cremlino vedrà la sconfitta in Ucraina come una minaccia esistenziale?

Per un mese, i soldati russi hanno terrorizzato la città di Bucha prima di ritirarsi. Molte delle auto in cui le persone hanno cercato di fuggire sono state crivellate di proiettili o schegge.

E se accade il contrario, che l’Ucraina rischia di perdere la guerra? Gli Stati Uniti o altri paesi invieranno forze per impedire la caduta di Kiev?

READ  Sicurezza, Conferenza | Scandalo conferenza sulla sicurezza: il presidente si è venduto a tiranni e industria delle armi

Fin dall’inizio della guerra, i leader occidentali hanno chiarito che i loro soldati non sarebbero stati coinvolti direttamente nei combattimenti.

Pertanto, è stata introdotta anche una no-fly zone. Ma i leader occidentali hanno anche chiarito che la Russia non deve vincere questa guerra.

All’inizio della guerra, ci furono negoziati tra le parti, in parte con la Turchia nel ruolo di mediazione.

Ma dopo che i crimini di guerra russi su larga scala furono smascherati a Bucha e altrove, il tempo dei colloqui era finito. Non hanno fatto appello, i fronti si sono induriti ed è diventato molto difficile vedere una via d’uscita diplomatica.

I prossimi sei mesi sono cruciali in questa guerra. Negli ultimi sei mesi, 6,7 milioni di ucraini sono fuggiti in altri paesi. Milioni di persone sono state anche sfollate internamente. Migliaia di civili sono stati uccisi o feriti.

Secondo le stime occidentali, durante la guerra furono uccisi o feriti tra i 45.000 e i 75.000 soldati russi. L’Ucraina afferma che quasi 9.000 dei suoi soldati sono caduti. E non è finita. Potrebbe peggiorare questo autunno.


Scopri di più sulla guerra in Ucraina nel podcast Giæver e la banda: