Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Si noti che c’erano bambini a teatro – VG

Avvertimento: gli ucraini hanno cercato di avvertire che i bambini nel teatro Mariupol sarebbero stati bombardati martedì. La parola è scritta su entrambi i lati dell’edificio e la foto è stata scattata il 14 marzo.

Si dice che sia il teatro che la piscina siano stati usati come rifugio per i civili nel centro di Mariupol quando è stato bombardato mercoledì. Gli ucraini hanno cercato di avvertire che c’erano bambini all’interno del teatro.

Inserito:

Un’immagine satellitare di Maxar, pubblicata mercoledì da Reuters, mostra che qualcuno ha scritto la parola “Bambino” sul pavimento a grandi lettere bianche per avvertire che i bambini si erano rifugiati all’interno del teatro.

VG controlla la foto, la posizione e il significato delle parole sul pavimento. Il testo è scritto in russo e la parola “bambini” è plurale su entrambi i lati dell’edificio.

La foto è stata scattata il 14 marzo, secondo Reuters.

Il vice sindaco Serhiy Orlov stima che tra le 1.000 e le 1.200 persone si stessero rifugiando all’interno del teatro quando è stato bombardato, racconta BBC.

Il governatore Pavlo Kirilenko ha scritto nel telegramma che diverse centinaia di residenti di Mariupol si sono nascosti nel teatro.

– Non si sa cosa sia successo loro, dal momento che l’ingresso della stanza delle trappole esplosive è chiuso, ha detto.

Pertanto, secondo il governatore, è attualmente impossibile determinare il numero delle vittime.

Da parte sua, il ministero della Difesa russo ha negato che ci fossero attacchi aerei a Mariupol durante il giorno e ha affermato che dietro l’attacco c’era la Brigata Azov ucraina, secondo l’agenzia di stampa statale russa. gusto.

Parlamento: famiglie di bambini e donne

Kirilenko scrive che anche una piscina coperta a Mariupol, Nettuno, è stata bombardata mercoledì durante gli attacchi aerei contro la città. Secondo il governatore, nell’edificio si sarebbero rifugiati donne incinte e bambini.

– Allo stesso modo, c’erano solo civili su Neptune. Ora le donne incinte e le donne con bambini sono sotto le macerie. Questo è puro terrorismo! lui sta scrivendo.

La Verkhovna Rada, la Verkhovna Rada, ha scritto mercoledì sera su Telegram che bambini e donne incinte erano intrappolati tra le macerie.

– La protezione è continua, quindi è impossibile smontare il blocco. Il nemico ha sparato deliberatamente a civili e proprietà civili, principalmente donne e bambini nascosti. Scrivono che il numero delle vittime è sconosciuto.

Il numero delle vittime può essere enorme

– Questo è terrorismo, scrive in una lettera a VG il consigliere del ministero dell’Interno, Anton Hirashchenko.

Si prosegue come segue:

Gli occupanti hanno lanciato una potente bomba contro il Teatro Mariupol. C’erano persone indifese nascoste in questo edificio. Scrive che il numero delle vittime potrebbe essere enorme.

Il ministro degli Esteri norvegese Anneken Hoetfeldt ha espresso su Twitter il suo sostegno all’Ucraina.

– Rapporti duri di un attentato al teatro a Mariupol stasera. Gli autori devono essere ritenuti responsabili. Heutfeldt scrive che la Russia è responsabile dello spargimento di sangue attraverso la sua ingiustificata e illegale aggressione.

La città di Mariupol è stata assediata per molto tempo e le forze russe hanno effettuato artiglieria pesante e attacchi di bombe sulla città.

Martedì, il governatore ha affermato che le truppe russe sono entrate in un ospedale di Mariupol e Prendendo in ostaggio pazienti e personale.

READ  Cooper Noriega: - Una tragedia assoluta

Ho cercato di evacuare la città

Tra 300.000 e 400.000 sono intrappolate in città senza acqua, luce e gas.

Ci sono stati diversi tentativi di evacuare i civili dalla città e di stabilire corridoi umanitari verso la città per evacuare la città e inviare cibo e aiuti di emergenza.

Circa 2.000 auto sono riuscite a lasciare Mariupol nel sud-est dell’Ucraina, ha detto il consiglio comunale martedì pomeriggio.

Prima della guerra, in città vivevano circa 450.000 persone. Diverse migliaia riuscirono a fuggire dalla città nei primi giorni della guerra.

Poi Mariupol fu circondata e assediata, e da allora la città è stata oggetto di numerosi attacchi.

Gli attacchi alla città assediata furono descritti come uno disastro umanitario Da Medici Senza Frontiere, tra gli altri.

Si dice che molti dei residenti della città siano stati sepolti in fosse comuni.