sabato, Giugno 22, 2024

Si spera che maturi fino a Wisting e Gulf du Nord – E24

Must read

Bertina Buccio
Bertina Buccio
"Lettore. Appassionato di viaggi esasperatamente umile. Studioso di cibo estremo. Scrittore. Comunicatore. "

Equinor sta avviando una collaborazione con diversi fornitori di petrolio su due sviluppi ritardati. – Lavorare duramente per far maturare i progetti Wisting e Bay du Nord, afferma Trond Böcken, project manager di Equinor.

Pubblicato: Pubblicato:

moderazione Entra in cooperazione Con Subsea 7 e la Subsea Integration Alliance. Quest’ultima comprende sia Subsea 7 che OneSubsea, formate dalle attività sottomarine di Aker Solutions e Schlumberger.

L’accordo sarebbe stato firmato giovedì a Stavanger Messaggi Dalle aziende, questo è un nuovo tipo di cooperazione. Devono scambiarsi informazioni in anticipo e cooperare nella speranza di ottenere profitti su progetti rinviati.

Nel 2022, Equinor ha rinviato il suo progetto Wisting nel Mare di Barents fino al 2026. L’anno scorso, la società ha rinviato di tre anni il suo progetto nel Golfo del Nord, fuori dal Canada.

Secondo uno Messaggio Da Subsea 7, l’accordo apre la strada a una collaborazione esclusiva sui primi studi concettuali sul campo. Se in seguito verranno assegnati contratti di ingegneria e sviluppo (Contratti EPCI) per questi campi, andranno direttamente a questa alleanza, secondo gli annunci.

– Equinor sta lavorando duramente per migliorare e maturare i suoi progetti Wisting e Bay du Nord, afferma il project manager Trond Böcken di Equinor, secondo il messaggio.

– Scegliere un fornitore in questa fase iniziale rappresenta per noi una nuova via da seguire nello sviluppo del progetto e un segno della nostra fiducia nella Subsea Integration Alliance. Non vediamo l’ora di sviluppare concetti insieme, in un processo con una visione completa della redditività e sforzi congiunti per rendere possibile l’adozione del progetto”, afferma.

Grandi costi a Wisting

Quando Equinor rinviò il progetto Wisting, l’investimento fu stimato a 104 miliardi di corone norvegesi. Si è trattato di un forte aumento rispetto alle stime di novembre 2021, che erano comprese tra 60 e 75 miliardi di corone norvegesi. Secondo Equinor.

Geir Tongsvik, vicepresidente esecutivo di progetti, perforazioni e approvvigionamenti di Equinor, ha spiegato che è stata la valutazione globale a portare al rinvio.

“Ciò è dovuto al mercato in cui operiamo, con la difficile situazione dei fornitori a causa della guerra in Ucraina e delle sue conseguenze”, ha affermato Tongsvik. alla E24 Nel 2022.

– Vediamo un aumento dell’inflazione e un aumento dei costi lungo tutta la catena del valore. I nostri mercati presentano sfide e colli di bottiglia in termini di capacità che rendono difficile la vita sia ai fornitori norvegesi che a quelli stranieri.

Leggi anche

La decisione di West è rinviata: – La decisione è richiesta

Concentrato sulla riduzione dei costi

Gulf du Nord è un importante progetto petrolifero al largo di Terranova in Canada, anch’esso ritardato a causa delle difficili condizioni di mercato e dell’aumento dei costi.

“Utilizzeremo questo rinvio per lavorare attivamente allo sviluppo di Bay du Nord e trasformarlo in uno sviluppo di successo”, ha detto l’estate scorsa Tory Loseth, capo del Canada presso Equinor.

Il portavoce della stampa Ola Morten Aaanestad ha dichiarato a E24 l’anno scorso che il progetto non era stato accantonato, ma Equinor avrebbe trascorso più tempo con il suo partner BP per rendere il progetto più solido.

– Ci auguriamo che sia possibile apportare riduzioni e miglioramenti dei costi prima di prendere una decisione di investimento. “Abbiamo fatto la stessa cosa con il progetto Johan Castberg nel Mare di Barents qualche anno fa, che si è rivelato un progetto molto migliore prima che prendessimo la decisione di investire”, ha detto Anestad l’anno scorso.

Leggi anche

Aker Solutions e Schlumberger stanno fondendo le divisioni sottomarine

More articles

Latest article