Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Società delle Nazioni: la Norvegia invade la Croazia

FESTEGGIA: Sophie Roman-Høge, autore dei due gol, festeggia con i suoi compagni di squadra con il bel tempo nell'ovest del paese a Stavanger. Foto: Karina Johansen/NTB

(Norvegia – Croazia 5-0, 8-0 complessivo) Anche senza le più grandi stelle norvegesi, la Croazia ha avuto difficoltà sul campo bagnato in erba artificiale di Stavanger.

Così, le prime due partite di Gemma Grainger da allenatrice si sono concluse con vittorie 3-0 e 5-0.

Non c'è mai stata molta eccitazione quando la Norvegia ha giocato un doppio incontro cruciale contro la Croazia, assicurandosi un posto nel Gruppo A della UEFA Nations League.

La Norvegia, che si è classificata terza dopo la Fall Nations League, ha incontrato la Croazia, che si è classificata seconda nel secondo livello.

era lì Enorme Il dislivello davanti a 5360 partecipanti.

– C'era una grande differenza tra le due squadre, come ha ammesso al VG l'allenatore della nazionale norvegese Gemma Grainger.

-Abbiamo dominato entrambe le partite. Sono un allenatore molto felice adesso. “Abbiamo segnato cinque gol, colpito i pali e dominato”, dice Grainger.

– È bello mostrarci che c'è una differenza di livello. Abbiamo disputato due partite forti e abbiamo dimostrato di essere un passo avanti rispetto alla Croazia. E così dovrebbe essere, dice Guru Ritten a VG.

-Ci sono ancora grandi divari tra le squadre?

– Non la penso così. “Abbiamo più notorietà se facciamo due spettacoli buoni e professionali”, dice Ritten.

Crede che sia un buon inizio per la Norvegia con un nuovo allenatore della nazionale.

– Un buon inizio con una nuova squadra di allenatori. Dobbiamo solo partire da qui, dice Vilde Bøe Risa per VG.

-Siamo in classifica più in alto della Croazia e dobbiamo vincere queste partite. Ma è difficile per le squadre di basso livello. Siamo riusciti bene per lunghi tratti in entrambe le partite.

La Norvegia ha iniziato la gara di ritorno con un vantaggio di 3-0 sul piatto, e ha anche segnato altri cinque gol a Stavanger.

Questo nonostante il fatto che il nuovo allenatore della nazionale norvegese Gemma Grainger abbia apportato sei modifiche alla rosa prima della partita.

Ada Hegerberg e Caroline Graham-Hansen sono tornate ai rispettivi club lunedì, dopo un infortunio nella prima partita.

Poi le riserve avanzarono. Elisabeth Terland di Jarbo, che ha avuto un'occasione dall'inizio, ha segnato il primo gol della Norvegia quando ha lanciato la palla sopra il portiere da dieci metri dopo otto minuti.

READ  Manchester United, Eric Ten Hag

In casa: Elisabeth Terland è di Jären e ha avuto la sua occasione fin dall'inizio a Stavanger. Ha ringraziato per la fiducia e ha segnato il primo gol per la Norvegia. Foto: Karina Johansen/NTB

Poi è stata la volta di Sophie Romain-Houge, superlativa riserva di Hegerberg.

Entrambi hanno raddoppiato il punteggio prima di mandare in pausa la Norvegia con tre gol di vantaggio.

Due giocatori norvegesi hanno inseguito la tripletta nel secondo tempo.

Frida Mannum è entrata nella ripresa e ha tirato una punizione in porta a dieci minuti dalla fine, ha dribblato due o tre giocatori e alla fine è stata gelata.

-È piuttosto grezzo da guardare. Queste sono le immagini che vorremmo vedere, dice il commentatore di TV 2 Endre Olav Osnes.

Dopo il riposo, la giocatrice del Brann Justine Kielland ha fatto il suo debutto in nazionale. È entrata come centrocampista e Ingrid Seierstad-Engen è stata spostata come difensore centrale.

Ha fatto il suo debutto anche la sua compagna di squadra Signe Gaupset (18 anni). Ha devastato il Brann in Champions League questo autunno, e ora deve finalmente mettersi alla prova ai massimi livelli in Norvegia.

La Norvegia si preparerà così ai massimi livelli anche per il prossimo turno della Nations League. Questo era importante in vista delle qualificazioni UEFA che inizieranno in primavera.

Guarda gli highlights della prima partita:

Leggi anche