Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Sparato contro la protesta contadina in Olanda – VG

Guidare lentamente: per diverse settimane, gli agricoltori nei Paesi Bassi hanno protestato contro i tagli alle emissioni pianificati che interessano il loro settore. Si sono mossi più volte lentamente e hanno chiuso diverse autostrade in diverse parti del paese.

Diversi sono stati arrestati e la polizia ha sparato colpi di avvertimento contro gli agricoltori che manifestavano nella città olandese di Heerenveen martedì notte.

Inserito:

Gli agricoltori nei Paesi Bassi hanno protestato per diverse settimane contro il piano del governo di ridurre le emissioni di azoto nel paese.

Hanno bloccato strade, incendiato covoni di fieno, chiuso gli ingressi dei negozi e guidato trattori per le strade della capitale politica, L’Aia.

martirizzato nel trattore

Anche martedì sera sono scoppiate proteste in diverse città olandesi.

telegrafo È stato riferito che la polizia ha sparato colpi di arma da fuoco durante la manifestazione nella città di Heerenveen martedì sera.

Secondo la polizia, alcuni manifestanti hanno cercato di assaltare i loro equipaggi e le auto di servizio in città. Deve essere successo su una rampa dell’autostrada.

Si è verificata una situazione di minaccia. La polizia ha detto al giornale che il missile è stato sparato con colpi mirati e di avvertimento.

Nessuno dovrebbe essere ferito, ma il trattore dovrebbe essere colpito da un proiettile. Questo mostra anche la foto e i video che circolano sui social media.

sarà indagato

Tre persone saranno arrestate dopo l’incidente.

Il caso è oggetto di indagine, cosa comune quando la polizia usa le armi.

Martin Brink del sindacato di polizia ACP ha detto a De Telegraaf di aver visto la foto online, ma ha notato che non era chiaro cosa fosse successo.

READ  L'oligarchia in esilio avverte: - Andrete in guerra contro la NATO

Dice che la polizia non usa armi da fuoco senza una base.

Incoerente con gli obiettivi climatici

I piani di taglio nei Paesi Bassi sono la causa della rabbia degli agricoltori, che temono di perdere il loro sostentamento.

Le autorità affermano che sono necessarie nuove richieste per la ristrutturazione. Le emissioni di azoto sono così elevate che il tribunale ha ordinato tagli drastici per proteggere la natura.

Negli ultimi anni, ciò ha impedito l’avvio di molti progetti di costruzione e agli agricoltori è stato anche chiesto di tagliare circa il 40% della loro produzione, il che potrebbe portare a un minor numero di animali.

I Paesi Bassi sono il più grande esportatore mondiale di prodotti agricoli, ma sono anche uno dei paesi europei che emettono più gas serra. Gran parte delle emissioni sono dovute all’agricoltura e ad alcuni tipi di mangimi.

Nel 2019, gli attivisti per il clima hanno ottenuto giustizia, con la sentenza della Corte Suprema che le autorità non avevano fatto abbastanza per ridurre le emissioni. Pertanto, il governo è stato costretto a ridurre le emissioni in modo più drastico.