Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Spazio economico europeo e Unione europea | Abed Raja:

Abid Raja crede che SP e SV rappresentino una minaccia per le libertà del SEE che noi norvegesi diamo per scontate. Contatori SP e SV “nonsense” e “non completamente informati”.


La battaglia per lo Spazio economico europeo è diventata un punto caldo nella campagna elettorale. I sondaggi di Nupi mostrano che il sostegno SEE per la popolazione norvegese è del 44%, mentre il sondaggio Sentio mostra che la stragrande maggioranza del 66% manterrà l’accordo SEE.

Sia il Partito di centro (SP) che la Sinistra socialista (SV) vogliono che la Norvegia si ritiri dall’accordo sullo Spazio economico europeo e rinegozi un nuovo accordo con l’UE. Il ministro della Cultura Abid Raja (V) ora avverte che gli studenti norvegesi in mobilità e scambio potrebbero perdere una serie di libertà e diritti se la Norvegia si ritirerà dall’accordo SEE.

Il giornale online incontra Raja alla Law School di Oslo, dove lo stesso ministro è studente da 20 anni. Ritiene che i viaggi senza passaporto nell’area Schengen, il diritto all’assistenza sanitaria nei paesi dell’UE, i servizi di roaming a basso costo durante le vacanze europee e il programma di scambio Erasmus, rischino di scomparire in caso di recesso dell’AEA.

Pertanto Raja ritiene che la politica SEE del Partito Socialista e del settore privato sia una minaccia diretta a queste libertà.

– Smettila con le sciocchezze che stai facendo. Raja dice a Nettavisen che la manomissione dell’accordo SEE non è solo un pericolo per i posti di lavoro, le esportazioni e il clima norvegese, ma in realtà minaccia il futuro degli studenti norvegesi e le libertà dei norvegesi quando viaggiano in Europa.

Leggi anche: Fusione? Non Abed Raja

– Sporco stanco di questo

Né SV né Sp ritengono che nessuna delle libertà di cui godono i norvegesi attraverso l’attuale accordo SEE rischi di finire con la tentazione di recedere dal SEE.

– Questi sono luoghi completamente disinformati. Questa è solo una festa disperata che inventa uomini di paglia e spaventa le immagini degli altri per attirare l’attenzione, dice a Nettavisen il vice capo della SV Torger Nag Felixsens.

Abid Raja può dimenticare qualsiasi accenno che ora bruceremo tutti i ponti verso l’Unione europea. Questo si accorda con una serie di bugie che caratterizzano la politica norvegese in questo momento, e ne sono davvero stanco, dice Fylkesnes.

– Questa è solo una sciocchezza da parte di Raja. Sa che questo non è vero. Abbiamo detto che avremmo sostituito lo Spazio economico europeo con un accordo migliore con l’UE che garantisca ancora il pieno accesso allo scambio di studenti, all’assistenza sanitaria e ad altre libertà, e che garantisca anche un maggiore controllo sulle industrie di interesse per la Norvegia, afferma la politica del centro finanziario del partito centrale. portavoce, Sigbjørn Gjelsvik, per il giornale online.

Leggi anche: SV vuole testare la pressione dell’olio

READ  Gli inglesi lottano contro il "pling demi". Ora molti stanno eliminando l'app di monitoraggio delle infezioni in modo che tu possa andare al lavoro.

Ragazzi del caffelatte delle grandi città

Raja dice che molti studenti norvegesi potrebbero perdere un’opportunità unica per un alloggio studio all’estero ben finanziato se il programma di scambio Erasmus viene abbandonato.

Il Partito di Centro vuole solo giovani caffellatte delle grandi città che vanno a studiare all’estero. Conosco molti giovani delle zone rurali che vorrebbero fare un semestre all’estero. Raja dice che SV e Sp sono una minaccia diretta agli accordi che abbiamo, e una minaccia diretta al benessere degli studenti, e fa riferimento, tra l’altro, al programma Erasmus.

Il programma Erasmus garantisce che gli studenti delle università norvegesi possano studiare gratuitamente per due semestri in un’altra università in Europa. Il programma assegna inoltre agli studenti 400 € di sostegno mensile oltre al regolare sostegno agli studenti di Lånekassen.

Leggi anche: TV 2 critica dopo la discussione sul caos

Viaggiare, vivere o studiare in Europa può essere molto costoso

Raja credeva che gli studi di scambio in Europa sarebbero stati troppo costosi, e solo per pochi, se il generoso programma Erasmus fosse stato negoziato.

Viaggiare, vivere o studiare in Europa può essere molto costoso, dice Raja.

Jelsvik dice di poter garantire che Sp non stipulerà mai un accordo con l’Unione Europea che non includa le libertà a cui aspira Hope.

È nell’interesse comune della Norvegia e dell’Unione europea concludere buoni accordi in settori quali l’istruzione, la ricerca e l’assistenza sanitaria. Gelsvik afferma che non vi è alcuna indicazione che l’UE o la Norvegia non vogliano continuare questa cooperazione.

Leggi anche: Nuovo sondaggio: SV ruba elettori dalla Sp

La Svizzera, che non è né membro dello Spazio economico europeo né membro dell’Unione europea, è inclusa nella cooperazione sulla tessera sanitaria europea. Nel caso di Erasmus, sono stati inclusi in questa cooperazione alcuni paesi al di fuori dell’Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo, come la Turchia. Ci sono diverse soluzioni per diversi paesi. Sostiene che il fatto che il Regno Unito non faccia parte di Erasmus è una scelta indipendente fatta dagli inglesi.

Libertà di passaporto in Europa

Raja dice che viaggiare senza passaporto in tutta Europa è una buona cosa che la maggior parte delle persone dà per scontata. Ritiene che nessun norvegese perda il tempo necessario per presentare un passaporto a ogni valico di frontiera in Europa.

– Quando viaggi in Europa, puoi camminare in coda ai passaporti europei espressi in aeroporto. Nella coda “tutti i passaporti” della porta accanto ci sono americani e asiatici. La coda è lunga e sono in pochi a servirla. Raja dice che dubito che le persone nelle contee vorrebbero avere la vita di tutti i giorni poiché è necessario il passaporto per viaggiare in Danimarca, Svezia e resto d’Europa.

Leggi anche: Massacro totale di colleghi dopo un dibattito televisivo: – Comportarsi come bambini

– Penso che la maggior parte dei norvegesi si senta al sicuro portando la propria carta blu Helfo in tasca quando viaggia in Europa. Raja afferma che garantisce ai cittadini norvegesi il diritto di coprire l’assistenza sanitaria necessaria in un altro paese dello Spazio economico europeo alle stesse condizioni dei cittadini del paese di residenza.

READ  I Paesi Bassi erano allo stesso livello della Norvegia, quindi ho sbagliato - NRK Urix - Notizie e documentari stranieri

– E non è una buona idea non ricevere una bolletta mobile di 25.000 corone quando torni a casa dalle vacanze, come era prima, dice, indicando gli esorbitanti costi di roaming di una vacanza europea prima di introdurre una tariffa forfettaria in tutta l’UE.

Gelsvik sottolinea che la libertà del passaporto è regolata dalla cooperazione Schengen.

La Svizzera è al di fuori dello Spazio economico europeo e dell’Unione europea. Tuttavia, molti di noi hanno viaggiato dentro e fuori la Svizzera più volte senza problemi, dice.

– Ma la cosa importante è che abbiamo un’opportunità nazionale per monitorare i confini. Negli ultimi anni abbiamo rafforzato i controlli alle frontiere con la Norvegia (afflusso di rifugiati ed epidemia, ndr), che in realtà sono in conflitto con Schengen, ma sono stati accettati dall’Unione Europea. Poi abbiamo dovuto chiedere legalmente all’UE ogni volta, dice Gelsvik.

Leggi anche: MDG chiede a SV di scegliere da che parte stare prima delle elezioni: – Non puoi entrare nella borsa e nella borsa

Per favore: – Tutto questo andrà perduto

Raja afferma che l’accordo SEE garantisce anche ai norvegesi beni più economici e migliori diritti dei consumatori, promuovendo lo scambio culturale attraverso schemi di sostegno, nonché diritti pensionistici e previdenziali per i norvegesi che lavorano nei paesi dell’UE.

La libertà di movimento e lavoro attraverso l’accordo sullo Spazio economico europeo offre ai norvegesi la libertà di viaggiare e stabilirsi ovunque in Europa senza dover guidare con un visto o un permesso di lavoro. Raja dice che il partito Ahrar è il garante di tutte queste libertà.

– Tutti questi vantaggi grazie all’accordo sullo Spazio economico europeo. Sp e SV dicono di voler rinegoziare l’accordo SEE. La Gran Bretagna farà lo stesso. Raja dice che avrebbero dovuto porre fine all’accordo e avere un accordo molto peggiore di quello che ha la Norvegia ora.

L’accordo sullo Spazio economico europeo è molto meglio dell’accordo del Regno Unito. Nessuno dovrebbe pensare che otterremo un accordo migliore di quello che il Regno Unito è stato in grado di negoziare. Dice che sono molto più forti e più grandi di noi.

Leggi anche: La gente giudica: Kårer è un chiaro vincitore nel dibattito su TV 2

– Quale delle suddette libertà, secondo lei, andrà persa in caso di recesso dello Spazio economico europeo, per favore?

– Penso che tutto questo andrà perduto se rescinderemo l’accordo SEE. Quando siamo arrivati ​​al vecchio accordo, sono stati diversi paesi dell’EFTA a negoziare l’accordo. Ora sono rimasti solo pochi paesi come Norvegia, Liechtenstein e Islanda. Questi non sono paesi importanti e importanti per l’Unione europea. Allora era un potere diverso. Dice che abbiamo raggiunto un accordo molto favorevole per la Norvegia.

READ  Il tribunale russo decide se le organizzazioni marittime sono estremiste - NRK Urix - Notizie e documentari stranieri

Accordo pessimo e temporaneo

Fylkesnes ritiene che in precedenza vi fosse un ampio accordo politico sul fatto che l’accordo SEE sia essenzialmente un cattivo accordo temporaneo.

Abbiamo detto che volevamo un accordo migliore. Dieci anni fa, secondo il Partito Conservatore e il Partito Laburista, l’accordo SEE era il peggior accordo che si potesse avere. Poi sono stati completamente d’accordo. Il SEE non è mai stato un accordo destinato a durare. L’idea era che si trattasse di un accordo di transizione perché avresti aderito all’Unione europea, afferma Felixnes.

In passato, nessun paese che ha stipulato accordi commerciali con l’Unione Europea ha imitato l’accordo sullo Spazio economico europeo. È un segnale molto forte in sé e per sé. Abbiamo esaminato altri accordi commerciali dell’UE, come con la Corea del Sud, in cui si ottengono gli stessi vantaggi, ma senza il deficit di democrazia. È qui che vogliamo essere, afferma il vice comandante dell’SV.

Non c’è motivo di perdere nulla

Fylkesnes non crede che i nuovi negoziati con l’Unione Europea porteranno alla perdita delle libertà cui aspira la speranza.

– Non vedo alcun motivo per farlo. Vorrei poi fare riferimento alla cooperazione scandinava, che è molto più antica e integrata di quella europea (Consiglio dei ministri nordico e Consiglio nordico, ndr). Lì abbiamo concordato le libertà tra paesi completamente indipendenti dallo Spazio economico europeo. La cooperazione scandinava è stata utilizzata come modello dall’Unione europea. Coloro che pensano che le libertà stiano fluendo da Bruxelles non hanno capito cosa stiamo facendo nella cooperazione nordica. Ma dice che la conoscenza potrebbe essere passata alla casa di Raja.

Fatti sull’accordo sullo Spazio economico europeo

* Lo Spazio economico europeo (SEE) è composto dai 27 Stati membri dell’Unione europea e dai paesi dell’Associazione europea di libero scambio, Norvegia, Islanda e Liechtenstein.

* L’accordo sullo Spazio economico europeo è il più grande accordo internazionale stipulato dalla Norvegia. È stato firmato nel 1992 ed è entrato in vigore il 1 gennaio 1994.

* L’accordo dà ai tre paesi EFTA l’accesso al mercato interno dell’Unione Europea a parità di condizioni di concorrenza e di regole uguali. I pilastri sono la libera circolazione di merci, persone, servizi e capitali.

* L’accordo obbliga la Norvegia a rispettare le norme dell’UE per il mercato interno, ma non conferisce alla Norvegia alcuna influenza formale sulla concezione delle norme. Anche la Norvegia non può adottare norme in conflitto con le norme dell’UE

* La pesca e l’agricoltura sono esentate dall’accordo, sia in termini di politica che di accesso al mercato.