Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Stretto contatto tanto atteso in una casa di cura italiana dopo il successo del vaccino

La vaccinazione Corona è lenta in Italia. Ma in una casa di cura a Bergamo, tutti punirono rapidamente e alla coppia fu finalmente concesso un contatto fisico.

Palmeiro Tami (82) tiene la moglie Franca Persico (77) nel giardino della casa di cura della Fondazione Martino Zanchi ad Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo. Lo stesso giorno, Tami ha ricevuto la seconda dose di Coronary Artery Vaccine Moderna. Foto: Luca Bruno / AP / NTB

Può finalmente sentire di nuovo il Miro Tammy nelle mani della moglie Franca Persico. Foto: Luca Bruno / AP / NTB

Una coppia italiana può tenersi per mano, ma il bacio deve aspettare. Foto: Luca Bruno / AP / NTB

Palmero Tami (82) è guidato dalla direttrice della casa di cura, Maria Julia Madachi. Accanto a lui, vestita con indumenti protettivi verdi, cammina la moglie Franca Persico. Foto: Luca Bruno / AP / NTB

Vedo un po ‘di luce, dice Maria Julia Madachi, direttrice della casa di cura.

È responsabile della Casa per anziani Martino Zanchi nella regione Lombardia del nord Italia, che lo scorso anno è stata l’epicentro della pandemia Corona in Europa. La casa di cura ora sta andando bene con la vaccinazione e all’inizio di aprile tutti i 94 residenti saranno vaccinati.

Tra coloro che hanno ricevuto la seconda e ultima dose la scorsa settimana c’era “Mario” Tammy (82). Lo stesso giorno ha potuto godersi la presa per mano della moglie per la prima volta dall’agosto dello scorso anno.

– Franca, sei tu? L’ottantaduenne urla mentre guarda fuori dalla finestra e scopre due familiari occhi azzurri dietro una maschera per il viso a una figura in un camice verde da ospedale e che gli copre i capelli.

READ  Manifestazione contro le navi da crociera a Venezia - NRK Norvegia - Panoramica delle notizie da diverse parti del paese

Franca Persico (77) e Tammy sono sposati da 58 anni. E ora sta facendo la sua prima visita da quando suo marito ha compiuto un anno a febbraio.

Bloccaggio in un tunnel di plastica

Presco porta un fiore a suo marito, mentre Tammy cerca un piccolo pezzo decorativo per sua moglie.

– L’hai vinto al gioco del bingo, dice felice.

A causa dell’elevata pressione delle infezioni e dei nuovi blocchi in Lombardia, è passato un mese dall’ultima volta che si sono visti.

Il 24 febbraio, per la prima volta da agosto, è stato consentito loro di stringersi a vicenda, ma solo tramite un “tunnel di pressione” gonfiabile, garantendo un processo di compressione privo di infezioni.

Ad agosto, Tami si è trasferita in una casa di cura a causa di problemi cardiaci che hanno portato a una diminuzione della mobilità e delle capacità cognitive. Alcuni mesi fa, sua moglie si è sottoposta a un intervento chirurgico al cancro ei medici ritengono che non possa più assumersi la responsabilità per lui a casa.

Molti sono morti

Le case di cura in Italia hanno subito il peso della prima ondata di infezioni. Almeno un terzo delle morti di Corona registrate si sono verificate qui. Inoltre, molte persone che non sono state testate e non sono state incluse nelle statistiche per Corona sono morte.

Nella casa di cura della Fondazione Martino Zanchi sono morte 21 persone nei mesi di marzo e aprile dello scorso anno. Poco è stato testato, ma si stima che almeno tre su quattro muoiano di malattia coronarica.

Ora l’area è stata nuovamente chiusa a causa degli alti tassi di contagio, ma nelle case di cura sia i pazienti che il personale hanno preso nuovo coraggio. Le autorità italiane hanno dato la priorità alla vaccinazione nelle case di cura nell’area gravemente colpita, e la vaccinazione ha già avuto successo a causa del calo del contagio. Madashi spera che questo significhi che possono vedere la luce alla fine del tunnel buio di Covid.

READ  Ole Ertvaag possiede auto d'epoca per 146 milioni - E24

Altrimenti, in Italia, la vaccinazione non è andata a buon fine. La metà degli italiani over 80 non è ancora stata vaccinata, nonostante le promesse che tutti dovrebbero essere vaccinati completamente entro la fine di marzo. Il motivo è il ritardo nella consegna dei vaccini e la cattiva organizzazione.

false promesse

Tammy, un’infermiera in pensione, ha ricevuto una seconda dose di vaccino ed era di buon umore.

Una volta che la casa di cura decide di escludere l’ordine di restrizione, è il gestore della casa di cura che guida la sua auto fino all’appartamento della coppia per prendere Persico. Era vestita e pronta dalle sette del mattino.

Non ero troppo nervosa il giorno del mio matrimonio, dice.

Quando la coppia finalmente si riunisce, è prima con un piatto di vetro tra di loro, ma alla fine possono sedersi a ciascuna estremità di un lungo tavolo, che il personale ha preparato per il pranzo.

Persico spiega al marito che devono ancora stare attenti perché ha subito un intervento chirurgico per cancro e deve ancora essere vaccinata.

– Sono davvero innamorato di te, dice Tammy dall’altro capo del tavolo. – Posso toccarti la mano?

Poi i due si incontrano per un po ‘di tempo al sole e finalmente hanno la possibilità di prendersi la mano.

– Possiamo baciarci, chiede Tami dietro la benda.

Certo, dice Presco, ma sottolinea che devono aspettare fino a quando anche lei sarà vaccinata.