Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Timori di “annientamento totale” se la Russia attacca – VG

Con un piccolo aiuto dai miei amici: Kaja Kallas è il Primo Ministro dell’Estonia. Giovedì è in viaggio per il vertice dell’Unione europea a Bruxelles.

Il primo ministro estone afferma che il paese potrebbe essere spazzato via se la Russia attaccherà gli stati baltici. Ora chiedono alla NATO di formare un contingente di 20.000-25.000 soldati nella regione, e lo faranno al vertice della NATO a Madrid la prossima settimana.

Inserito:

Il primo ministro Kaja Kallas ha affermato che l’attuale piano di difesa della NATO per i tre stati membri di Estonia, Lettonia e Lituania apre la possibilità che la Russia controlli l’intera regione dopo l’invasione, prima che le forze NATO vengano in soccorso e liberino nuovamente i paesi entro 180 giorni.

“Se si confrontano le dimensioni degli stati baltici con l’Ucraina, significherebbe un completo annientamento dei nostri paesi e della nostra cultura”, ha detto Kallas ai media internazionali mercoledì.

Promesse di sostegno: la NATO ha promesso di difendere ogni centimetro quadrato del territorio della NATO. Ecco il primo ministro Kaja Kallas con il segretario generale Jens Stoltenberg alla base di Tapa in Lituania il 1 marzo, una settimana dopo l’attacco della Russia all’Ucraina.

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha annunciato che il vertice dell’Alleanza che si terrà a Madrid dal 28 al 30 giugno adotterà a difesa potenziata Per gli stati membri a seguito dell’invasione russa dell’Ucraina.

per me Financial Times Ad esempio, i tre stati baltici stavano facendo pressioni internamente all’interno della NATO per raddoppiare la presenza della NATO nella regione, temendo che il paese sarebbe stato il prossimo nella lista della Russia dopo l’Ucraina.

READ  Molti sono riluttanti a prendere la terza dose. Così rispondono gli esperti

Hanno messo sul tavolo della NATO una richiesta comune di divisione: tra 20.000 e 25.000 soldati.

Difesa del Baltico: Campo Rukla in Lituania, dove sono schierati soldati e attrezzature della NATO norvegesi.

ostacolo

Dal 2018 la NATO ha rafforzato le difese dei tre paesi schierandovi forze internazionali, circa 1.000 soldati in ogni paese. Soprannominati “ostacoli” per scoraggiare la potenziale aggressione russa, i battaglioni in avanzamento sono entrati in vigore negli anni successivi all’annessione della Crimea alla Russia.

La Norvegia partecipa a una compagnia di fanteria meccanizzata rinforzata della Brigata del Nord con circa 200 soldati in Lituania. E dopo i rinforzi degli ultimi mesi, ci saranno circa 1.700 soldati nella forza internazionale lì.

Ma è chiaro che la forza ora pianificata non è abbastanza grande per soddisfare i desideri dei tre paesi.

Klass ha descritto l’attuale piano di difesa della NATO per i paesi come “prima perdendo, poi liberalizzando”.

– Ora tutti vedono che il concetto di questo ostacolo non funziona, ha affermato il primo ministro estone.

Ha ricordato le conversazioni con i soldati stranieri di stanza in Estonia, che le hanno detto che l’Estonia sarebbe stata cancellata dalla mappa durante una presunta invasione russa.

– Klass ha detto che non sono entusiasti dell’idea che potrebbero morire.

Leggi anche

Jens Stoltenberg prima del vertice: così risponderà la NATO a Putin

NÅDENDAL / HARPSUND (VG) Più soldati in Oriente. Diversi pre-stock. Le unità militari sono in allerta.

grande promozione

Un portavoce della NATO non ha commentato direttamente la dichiarazione presentata al Financial Times, ma ha affermato che la NATO è pronta a difendere tutti i paesi alleati e che il vertice rafforzerà la capacità di difesa e deterrenza della NATO.

READ  - Aiuta molto - VG

In un’intervista con VG la scorsa settimana, Stoltenberg ha descritto come rafforzare la difesa congiunta della NATO:

– Nelle conversazioni che ho avuto, c’è accordo su un rinforzo importante. Quello che posso dire è che si tratta in parte di più truppe a est, ma anche di un maggiore preposizionamento di equipaggiamento e munizioni in modo da poter inviare rapidamente soldati. Vogliamo anche soldati in massima allerta, forze in grado di soccorrere rapidamente, ha aggiunto.

Brigata tedesca

La Germania, che guida il battaglione del gruppo da battaglia lituano a cui partecipa la Norvegia, ha detto che avrebbe formato una brigata lì.

Gran parte di questa forza sarà di stanza in Germania su base giornaliera. Ma saranno addestrati e assegnati a venire rapidamente in soccorso della Lituania. Il Regno Unito ha indicato un contributo di circa la stessa entità in Estonia.

Kallas afferma di ammettere che forze così grandi non possono essere stazionate permanentemente nell’area e che quindi ha accettato un compromesso secondo cui dovrebbero essere in grado di sbarcare in Estonia entro poche ore.