Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Triple Hotels prevede di aprire 15 hotel nel quartiere

Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta in Finansavisen.

HOTELL: Att è il marchio di una nuova impresa norvegese iniziata a Oslo, ma con ambizioni internazionali.

Dietro il progetto ci sono Wilhelm Hartwig (40), Emil Tingolstad (37) e Simon Weng (35). A settembre aprirà De Riviere, il primo di una prevista catena alberghiera. L’inaugurazione avviene circa due anni dopo che Tingolstad e altri investitori si sono assicurati il ​​Grims Grenka Hotel su Kvadratorn a Oslo da Asmund Haare.

mirando a 15 hotel

L’altro edificio di Oslo in cui si trasferirà Att è il famoso Blystadvilla a Torshov a Oslo. I primi ospiti potranno fare il check-in lì l’anno prossimo.

Per il suo primo anno intero di attività, dovrebbe avere un fatturato di 100 milioni di NOK e l’Att non competerà sul prezzo, ma sulla qualità.

La società immobiliare Oro, di cui Tingolstad è comproprietaria, ha acquistato entrambi gli edifici. Oro lavorerà a stretto contatto con Att per trovare altri edifici che potrebbero diventare hotel.

Nella prima fase erano previsti 15 hotel, non solo in Norvegia, ma anche all’estero.

In questi giorni, si tratta principalmente di una ricostruzione su larga scala dell’hotel a Kongens Gate, che avrà 65 camere con mobili nuovi di zecca e aree comuni.

Sentirsi a casa: ora puoi prenotare una camera al Revier, il primo hotel della catena Att. Alcune camere hanno il loro angolo cottura, quindi puoi combattere su Airbnb. Foto: avv

ambiente di design

Il trio promette che il Revier si distinguerà in modo significativo, non solo dal suo predecessore, che era una fusione di New York e Tokyo, ma dal resto degli hotel di Oslo.

READ  La conoscenza deve essere condivisa per salvare il mondo - VG

Chiamiamo i nostri edifici case, non hotel, dice Tingolstad.

Ha riflettuto a lungo su come sviluppare ulteriormente il settore alberghiero e offrire qualcosa di nuovo che i futuri ospiti notturni richiederanno.

Att Homes non solo attirerà coloro che hanno bisogno di un posto dove dormire per una notte o una settimana, ma diventerà anche un luogo di incontro per il quartiere e i cittadini.

– Ecco perché le aree comuni che incontri per prime sono così importanti. Tingolstad dice che ci stiamo dedicando molto tempo e risorse nella fase di sviluppo.

Quando gli ospiti entrano nelle case Att, saranno accolti da un’atmosfera, energia e pulsazioni che definiscono ogni metro quadrato dell’edificio e le persone che vi si trovano.

sfondo solido dell’hotel

Ciò che i tre fondatori di hotel stanno creando ora dipende dall’istinto tanto quanto dall’esperienza accumulata dalle loro carriere. È davvero interessata al settore dell’ospitalità e all’esperienza.

Hartwig era un direttore d’albergo presso l’Amerikalinjen, un hotel gestito da Peter Stordalen. Nel 2010, l’uomo stesso aveva così tanta fiducia nell’ex receptionist dell’hotel, Simin Feng, che a soli ventiquattro anni è diventato il manager del Comfort Hotel Xpress. Sei anni dopo, ha iniziato da solo e ha sviluppato diversi locali notturni e ristoranti. Ora sono entrambi co-fondatori dell’Avv.

Tingulstad è meno conosciuto in Norvegia, ma ha una formazione alberghiera dalla Svizzera. Invece di diventare un direttore d’albergo, concentrati invece sulla progettazione e costruzione di hotel in tutto il mondo.

Crowning Glory è un boutique resort a conduzione familiare costruito da zero in Guatemala. Lì, gli ospiti facoltosi raccolgono energia lontano dalla frenetica vita quotidiana. L’unico modo per arrivarci è in aereo e in barca.

READ  Direttore di Dipartimento - Dipartimento della Biblioteca, il luogo della conoscenza e dell'ispirazione

spazio per qualcosa di nuovo

Poiché la famiglia Tingulstad ha trovato un mercato per qualcosa di esclusivo e unico in Sud America, il trio di hotel crede di aver identificato un vuoto di mercato che potrebbe essere riempito con vari hotel in città cosmopolite.

– Il 90 percento della famiglia a Oslo è controllato da tre o quattro giocatori e penso che la maggior parte degli hotel non sia molto eccitante, afferma Tingolstad.

Le grandi catene alberghiere sono spesso bloccate nelle loro menti e di solito seguono una ricetta sicura, afferma Hartwig.

I nuovi entranti non sono critici nei confronti dei concorrenti perché sono operatori alberghieri qualificati. Semplicemente non seguiranno lo stesso modello. Il trio non si è affermato per battere Stordalen, Thon, Scandic e Radisson.

“Abbiamo una visione e un sogno per fare qualcosa di diverso e pensiamo che ci sia un’opportunità nel mercato per questo”, afferma Tingolstad.

Viaggia nella vita nel cambiamento

Nel tempo, dice Hartwig, c’è stato un cambiamento nel modo in cui le persone viaggiano e come vivono. Ora, le persone spesso rimangono più a lungo in un posto, dove si trovavano prima di fare brevi soggiorni in città.

Le persone esprimono un desiderio completamente diverso da prima, e questo non è necessariamente legato all’età. Se vai a Berlino o Londra, ti sembrerà di venire da Berlino o Londra, dice Hartwig.

Le persone affittano fantastici appartamenti invece di prenotare hotel.

Quindi ti connetti anche molto rapidamente alla cultura locale e al quartiere in cui vivi, e vuoi esplorarlo e sentirti parte di esso, afferma Hartwig.

Non proverai quella sensazione in una camera di 21 metri quadrati dell’American Marriott Hotel di Berlino.

READ  L'elefante nella stanza - Dagsavisen

Questi hotel funzionano quasi come un castello e appaiono a molti viaggiatori come un elemento esotico nella città che stanno visitando, dice Feng.

Crea una sensazione di casa

Ma l’industria alberghiera ha lottato per decifrare il codice che Airbnb sembra aver decifrato. Per trovare una via di mezzo, metà delle stanze del Revier a Kvadratorn avrà un angolo cottura e un tavolo dove poter mangiare e lavorare.

– Non stiamo costruendo un hotel residenziale, ma vogliamo che gli ospiti si sentano più a loro agio a casa, anche se soggiornano con noi, afferma Tingolstad.

Att offrirà sempre un’ampia selezione di esperienze enogastronomiche al primo piano dell’edificio, lavorando in collaborazione con chef e ristoratori locali che sanno come creare vivaci spazi di incontro.

In questo modo invitiamo i vivi nelle nostre case. Il tradizionale ristorante dell’hotel è mortouna volta per tutte, annunciare ala.