Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Ufficiale: Sonos lancia la tavola armonica Ray a basso costo

Su Tek trovi custodie con link sponsorizzati, dove puoi acquistare i prodotti che abbiamo citato o confrontare i prezzi. Riteniamo che questa sia un’informazione rilevante per i nostri lettori.

I giornalisti e nessun altro scelgono di quali prodotti Tek dovrebbe scrivere e di cosa dovremmo scrivere. Ma è anche importante sapere che se fai clic su questo link pubblicitario per confrontare i prezzi su Prisjakt, o acquisti un prodotto dopo aver cliccato su un negozio da uno dei nostri articoli, Tek guadagna denaro. Questi link ad annunci sono sempre contrassegnati da un tag “link ad annunci”.

È importante sottolineare che quando discutiamo dei prodotti in Tek, è perché pensiamo che siano giornalisticamente interessanti. Nessuno può comprare pubblicità nei nostri casi.

Nei test o nei manuali dei prodotti, la regola principale in VG è che acquistiamo o prendiamo in prestito il prodotto. Se ciò non è fattibile, basiamo la recensione sui campioni di prodotto che abbiamo inviato. In questo caso, citiamo quale prodotto e perché.

Ufficiale: Sonos lancia la tavola armonica Ray a basso costo

E il suo assistente vocale.

Ray è la nuova tavola armonica più piccola ed economica di Sonos.

Molti di loro erano conosciuti in precedenza, ma ora è ufficiale. Mercoledì sera, Sonos ha lanciato il suo nuovo e più compatto pannello audio Sonos Ray, che ha introdotto l’azienda in un altro nuovo segmento di prezzo nel mercato dell’hardware audio.

Il prezzo è stato fissato a 2.999 corone, e quindi Ray ha creato i fratelli maggiori Beam (4999 corone) e Arc (9990 corone). Il fascio è largo meno di 56 centimetri e quindi nove centimetri più stretto del già ragionevolmente compatto fascio Sonos.

READ  Chrono Cross: Recensione dell'edizione Radical Dreamers

Per abbassare il prezzo, Sonos sembra aver abbandonato tutto tranne le basi, ovvero l’audio. Qui non ottieni Dolby Atmos, non ottieni canali posteriori simulati e non ottieni nemmeno una porta HDMI. Vale a dire, devi usare un cavo ottico per trasmettere l’audio al Ray, che va detto è qualcosa che non abbiamo visto su molte tavole armoniche moderne nel 2022.

Come il Beam e l’Arco, anche il Ray supporta solo 2,4 GHz, non 5 GHz, e non hai il Bluetooth, anche se non c’è molta mancanza di un altoparlante che dovrebbe comunque essere un appuntamento fisso nella tua casa.

Oltre a questo, il Ray ha due elementi alti, due elementi full tone e una porta bass reflex, e supporta la cosiddetta funzione TruePlay di Sonos, che misura e regola il suono a seconda della stanza in cui si colloca l’altoparlante (e ancora disponibile solo su iPhone e iPad).

Sonos sottolinea inoltre che, poiché il suono viaggia solo in avanti, è possibile inserire l’altoparlante all’interno di un mobile TV e che il modo in cui il suono viaggia dovrebbe far sì che il suono si propaghi da una parete all’altra e crei un’immagine sonora “sorprendentemente ampia”.

Il supporto del formato è limitato a Stereo PCM, Dolby Digital 5.1 e DTS. Ray sarà disponibile il 7 giugno, che è per 2.999 corone. In precedenza era stato ipotizzato che il Ray potesse essere utilizzato anche come altoparlanti posteriori in una configurazione surround, ma non è stato menzionato in una parola nel materiale per la stampa di Sonos.

Sonos annuncia anche il lancio del proprio controllo vocale, chiamato Sonos Voice Control. La gestione vocale di Sonos dovrebbe essere più focalizzata sulla privacy rispetto agli assistenti vocali delle grandi aziende, poiché tutte le richieste vengono elaborate localmente sul dispositivo.

– Nessuna voce o testo viene inviato al cloud, memorizzato, ascoltato o letto da nessuno, scrive Sonos in un comunicato stampa – una chiara indicazione di ciò che è emerso su molti altri assistenti vocali sul mercato, ovvero potresti rischiare di essere ascoltato a da prima degli altri e usarlo per addestrare l’intelligenza artificiale.

La parola d’ordine è, ovviamente, “Hey Sonos” e l’assistente dovrebbe essere in grado di aiutarti a trovare la musica che desideri ascoltare, regolare il volume e spostare il volume in casa se hai più altoparlanti Sonos.

Attualmente, è disponibile solo negli Stati Uniti (a partire dal 1 giugno), ma la Francia arriverà entro la fine dell’anno e seguiranno altri mercati, afferma Sonos.

Tutti gli altoparlanti per microfono Sonos per il controllo vocale sono supportati dall’aggiornamento. Dovrebbe funzionare anche quando sei connesso a Roam o Move con Bluetooth.

Finora, uno dei principali svantaggi del controllo vocale di Sonos è che il gigante Spotify non è supportato. I servizi supportati sin dall’inizio sono solo Apple Music, Amazon Music, Deezer e Pandora, oltre a Sonos Radio.

Inizialmente era Giancarlo Esposito, noto tra gli altri come Gus Fring della serie Breaking Bad, a comporre la voce di Sonos, ma alla fine sarebbero arrivate anche più voci.

Infine, l’altoparlante Roam più piccolo di Sonos viene lanciato in tre nuovi colori; Oliva, onda e tramonto. Dovrebbe essere disponibile immediatamente.

Leggi anche

Miglior pannello della tavola armonica con Dolby Atmos (2022): L’home cinema si adatta al soggiorno: testiamo i pannelli audio che offrono l’esperienza Atmos completa