Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Un noto scrittore russo afferma che l’economia russa è in ottima forma.  Ma gli esperti dubitano che possa durare.

Un noto scrittore russo afferma che l’economia russa è in ottima forma. Ma gli esperti dubitano che possa durare.

Lo scrittore e critico di Putin Mikhail Zygar (42 anni) è stato costretto a fuggire, ma ha detto al canale VG che in Russia c’è un boom economico. Gli esperti non credono che questa situazione continuerà.

Pubblicato:

Mentre la guerra di Putin contro l’Ucraina è lungi dall’essere secondo i piani, il presidente sta avendo un successo molto maggiore a livello economico – almeno se lo confrontiamo con le profezie apocalittiche elargite dagli esperti occidentali mentre l’Occidente impone sempre più sanzioni . .

– L’economia russa è in ottima forma, dice Mikhail Zygar, che ora pubblica Guerra e castigo (tradotto brillantemente da Steiner Gill) e che in precedenza era famoso, tra l’altro, per il suo libro Tutti i problemi del Cremlino. uomini”.

Quando VG, un po’ impotente, chiede quale sia la ragione di ciò, il noto autore e giornalista risponde:

READ  Recensione: Amanda Gorman, "La montagna che scaliamo"

– È la crescita! Grazie alle sanzioni straniere, tutti gli oligarchi e le altre società che precedentemente operavano fuori dalla Russia si sono ora trasferiti a casa. Lo stesso valeva per la classe media, che possedeva proprietà immobiliari e attività commerciali al di fuori della Russia.

Le sanzioni imposte dall’Occidente erano così arbitrarie che tutti coloro che guadagnavano all’estero dovevano tornare in patria, la Russia, con i propri affari e denaro.

Burger: Quello che una volta era McDonald's adesso lo è

Mikhail Zygar – che è stato descritto come un “agente straniero” in Russia e ha dovuto lasciare il paese subito dopo che Putin ha ordinato un’invasione su vasta scala dell’Ucraina – continua:

– Ecco perché c’è un boom degli investimenti. Il denaro degli oligarchi era nelle banche occidentali, lo hanno portato fuori dalla Russia e ora tutto il denaro del petrolio, del gas, dell’alluminio e di tutto il resto rimane nel paese. Gli oligarchi devono investire in patria. C’è quindi un boom che aiuta Putin.

Per molti critici di Putin, ciò pone un dilemma. Preferiscono non sostenere Putin, ma non hanno altra scelta se non quella di utilizzare il denaro a livello nazionale – e così aiutare il presidente. Non è possibile per loro lavorare all’estero.

Secondo l’autore, questo aiuta il regime di Putin a creare l’immagine che in Russia tutto sia normale, nonostante l’operazione speciale in Ucraina.

– Lo Stato sta facendo grandi sforzi per informare i russi che non sta succedendo nulla – e ci è riuscito. La propaganda funziona. Anche perché l’economia va bene.

READ  Offriremo un'esperienza "James Bond" sulla metropolitana dimenticata di Londra - E24

– La domanda, ovviamente, è quanto durerà il boom! Zegar dice.

Gli economisti si pongono la stessa domanda. La Borsa di Mosca è cresciuta di oltre il 40% da Natale 2022 e sembra che la fuga delle aziende occidentali dalla Russia non abbia significato molto.

Nuova banconota: la Banca Centrale Russa ha recentemente introdotto la nuova banconota da 1.000 rubli.

Gli esperti dicono che i marchi famosi si sono ritirati dalla Russia, ma i loro prodotti sono ancora facili da trovare.

Inoltre, sì Nuovi marchi russi Ha sostituito i suoi predecessori stranieri – come Starbucks che è diventato “Stars Coffee” e McDonald’s che è diventato “Vkusno i Totjka” (“Delizioso e un punto centrale”), e ovviamente con la lettera “M” come logo.

Nel secondo trimestre, secondo l’Autorità di statistica, il PIL è aumentato del 4,9%. Stato Ross – Nella misura in cui possiamo fidarci di loro.

– L’economia russa attualmente sta andando bene, perché i soldi affluiscono nell’esercito e nell’industria militare, dice a VG Veronika Tarnovskaja, docente presso l’Università di Economia di Lund.

Questo è simile alla spesa militare dell’Unione Sovietica durante la Guerra Fredda. Ciò crea posti di lavoro e sostiene l’economia. Ma quando tutto ciò finirà, l’economia si contrarrà.

Cambio: nel corso del 2023, il rublo russo si è fortemente deprezzato rispetto al dollaro e all’euro.

Philipp Schroeder, professore alla Aarhus Business School, afferma che l’economia russa è da tempo “sorprendentemente forte”, ma è comunque scettico riguardo al futuro:

– Negli ultimi due mesi ci sono stati numeri meno positivi. La banca centrale è stata costretta ad aumentare i tassi di interesse per stabilizzare il tasso di cambio del rublo. Anche se i numeri sembrano buoni, le autorità russe devono lottare duramente per mantenerli tali.

READ  La fiducia nelle cadute di Biden - VG

– Un altro elemento è che dovremmo prendere con un piccolo avvertimento i numeri provenienti dalla Russia.

Perché l’economia russa ha resistito così bene per così tanto tempo?

Il primo è che la Russia ha beneficiato dell’aumento dei prezzi del petrolio, del gas e delle materie prime. Il secondo è che la rete delle sanzioni non è così fitta come immaginiamo. Si scopre che la merce e i componenti stanno ancora arrivando. Il discorso secondo cui l’economia potrebbe finire in un vicolo cieco perché alla Russia mancano i fattori di investimento non ha avuto risonanza.

– Perché?

– Perché molte merci arrivano attraverso la Turchia o i paesi confinanti con la Russia, come il Kazakistan, afferma il professor Schroeder.

Pubblicato: