Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Uno dei discorsi più importanti dell’anno ha fatto salire Wall Street

C’era molto entusiasmo per il discorso del presidente della Federal Reserve Jerome Powell alla conferenza annuale a Jackson Hole venerdì, specialmente per quello che aveva da dire sulla riduzione degli acquisti di azioni.

Venerdì scorso, Roger Berntsen di Nordnet ha descritto il discorso come uno dei più importanti dell’anno.

“Ci si aspetta che Powell fornisca al mercato informazioni più specifiche riguardo all’allentamento quantitativo e alla riduzione di questi”, ha scritto in un aggiornamento.

Gli investitori erano chiaramente ben preparati al messaggio che il ridimensionamento potrebbe iniziare entro la fine dell’anno, perché non erano affatto intimiditi. Il cosiddetto indice di paura è sceso solo di VIX.

  • Dow Jones E ha chiuso in rialzo dello 0,69% e ha chiuso a 35.455,80 punti alla chiusura delle negoziazioni.
  • Standard & Poor’s 500L’indice è salito dello 0,88 per cento a 4.509,37 punti.
  • Nasdaq L’aumento maggiore è aumentato dell’1,23 percento a 15.129,50 punti.

“Il comitato rimane fermo nel suo impegno spesso dichiarato a sostenere l’economia finché è necessaria una piena ripresa”, ha affermato Powell.

E sebbene il “tapping” possa iniziare quest’anno, il governatore della banca centrale ha indicato che non ha fretta di aumentare i tassi di interesse. Prima che l’economia diventi rilevante, deve aver raggiunto un livello “coerente con la massima occupazione, l’inflazione deve aver raggiunto il 2 per cento, e sul suo impatto e appena sopra di esso per qualche tempo”.

Il rally di venerdì è stato ampio, ma le compagnie petrolifere ed energetiche in particolare hanno avuto il vento in poppa.

Ed è salita la Occidental Petroleum Corp., il più grande aumento con quasi il 7 percento.

READ  Gli Emirati Arabi Uniti non estenderanno l'accordo OPEC

Venerdì sera il prezzo di un barile di petrolio Brent è salito del 2,21 per cento a 72,64 dollari.