Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Uno spazio per l’apprendimento: ecco come potrebbe essere

Ora sarà tagliato nel nuovo campus NTNU. La carta Solitario deve essere riposizionata. Tutto ha bisogno di essere rivalutato, ha bisogno di essere tagliato all’osso. Insomma, è un ordine di petrolio e…. Mi scusi ricerca e istruzione superiore. Con profonda disperazione e profonda frustrazione l’ho sentito parlare di “aumentare l’efficienza della regione”. Ho aspettative molto basse sul fatto che pensi che le lobby di vetro, le scale a chiocciola e altri corridoi ariosi debbano scomparire. No, dovremmo averlo, perché le immagini sarebbero così belle!

E se ci chiedessimo piuttosto. Di cosa abbiamo bisogno? Di cosa abbiamo bisogno?

Ciò di cui abbiamo bisogno dipende interamente da ciò che faremo. Se vuoi essere bravo ad arrampicare, hai bisogno di una parete da arrampicata su cui allenarti. Se vuoi essere bravo a pallamano, hai bisogno di una palestra/campo da pallamano. E se vai a sciare, hai bisogno di un salto con gli sci. Non sarai bravo ad arrampicare in una stanza con un soffitto alto 2m 40 cm, non sarai bravo a giocare a pallamano seduto alla scrivania e a leggere di pallamano, e non sarai un campione del mondo di pattinaggio se avere a che fare con la palestra.

Cosa faremo

Fondamentalmente ciò che faremo all’università, cosa che dopo tutto NTNU fa, è ricercare e insegnare. Per la ricerca e l’insegnamento, abbiamo bisogno di edifici adeguati per condurre la ricerca e l’insegnamento.

Abbiamo bisogno di una buona scrivania (e per scrivania non intendo un secchio di vetro di 8 metri quadrati (come un Panopticon Pantham), ma una scrivania di 16-18 mq con il vetro in una sola parete (ovvero una finestra) , così possiamo fare ricerca – almeno Leggere e scrivere la parte di ricerca, che è la parte che richiede più tempo e che richiede più concentrazione. Abbiamo anche bisogno di un ufficio per poter gestire una supervisione efficace (e con questo intendo un’efficace apprendimento) per dottorandi e studenti magistrali, e quindi dobbiamo avere un posto per loro all’interno dell’ufficio. Uso attivamente il materiale (principalmente libri) trovato in ufficio, non solo nella mia stessa ricerca, ma anche nella supervisione del dottorato studenti e studenti di master.

Ma non intendo scrivere della necessità di uffici cellulari (questa volta). Quello di cui voglio scrivere un po’ è la necessità di uno spazio di apprendimento migliore. Conosciuto anche come aule. Sebbene gran parte del tempo che dedichiamo all’insegnamento (oltre all’insegnamento) si svolga anche in ufficio, la preparazione, il feedback, la valutazione e il controllo hanno luogo. E poi c’è la stanza che conosciamo, di cui voglio dire qualcosa. Noi di NTNU abbiamo un bisogno precario di stanze più moderne al fine di creare un percorso educativo di qualità. Ciò è particolarmente vero per gli studenti del quarto e quinto anno.

READ  Nell'ambiente di vita di Bergen dovrebbe esserci spazio per tutti

Abbiamo bisogno di un pavimento piatto

Per buon apprendimento intendo che gli studenti non solo dovrebbero essere in grado di riprodurre il materiale (teoremi, modelli, ecc.), nell’esame finale (fino a quando non sarà ampiamente dimenticato), ma dovrebbero essere in grado di pensare, scegliere tra modelli Il varie teorie, discusse e materiale applicato nella pratica. Un buon insegnamento per me consiste nel facilitare queste riflessioni critiche attraverso la selezione del programma, il formato della lezione, esercizi, discussioni di casi e moduli di valutazione. L’esperienza ha dimostrato che è molto difficile raggiungere questo obiettivo in NTNU, almeno a Gløsaugen.

Ho usato aule con pavimento piatto per molti anni. Ma c’è disaccordo su di loro ed è difficile capirli. Ma preferisco insegnare dalle 18:00 alle 21:00 piuttosto che assegnare un’aula normale, perché può essere utilizzata solo per lezioni a senso unico.

In un’aula a pavimento piatto che dovrebbe ospitare 55 studenti come standard, ho spazio per 25 studenti con un design a ferro di cavallo. Se la stanza è stata progettata come una sala semicircolare. Quindi quest’area può ospitare circa 40-45 studenti. Non solo potrebbe essere adatto allo spazio, ma non è nemmeno una parete da arrampicata, un campo da pallamano o un salto con gli sci. Ma queste aree stanno imparando attivamente. E perché nel mondo l’efficienza della regione dovrebbe prevalere su tutto il resto? L’efficienza delle zone non può essere fine a se stessa. Non ha senso. Rischiamo di finire come l’Università di Malmö che ha costruito un nuovo edificio da 750 milioni di corone che è stato lasciato vuoto per due anni perché nessuno voleva usarlo. Non era appropriato per l’attività che sarebbe avvenuta lì (per farla breve). Ma è stato sicuramente un salvaspazio.

READ  La sinistra vuole togliere il limite di assenza - gli studenti applaudono violentemente - VG

Una stanza dove la discussione è ciò che conta

Una sala semicircolare significa che in media gli studenti vedono i volti di almeno 2/3 dei loro compagni studenti oltre alla persona o alle persone che insegnano e guidano la discussione. In un’aula ordinaria, gli studenti vedono solo il volto dell’insegnante e il collo dei loro compagni. In un auditorium semicircolare, la discussione vale principalmente. È necessario, come minimo, che tutti abbiano letto e riflettuto sul materiale da discutere prima di venire a discutere il materiale insieme. Si tratta di situazioni di apprendimento sociale e vivace per gli studenti ed è molto difficile non ricrearle nello spazio digitale.

Qui dobbiamo mettere il dito per terra e portare con noi ciò che abbiamo imparato insegnando durante la pandemia. Le lezioni unidirezionali possono essere facilmente condotte digitalmente. Soprattutto se lo tagli in frammenti più brevi simili al talco simili a TED. Le lezioni digitali unidirezionali spesso funzionano meglio delle lezioni dal vivo in un normale auditorium per gli studenti Ford quando hanno l’opportunità di fermarsi, tornare indietro e guardare di nuovo.

Se NTNU è attrezzato per il futuro e crea un campus vivace con studenti e insegnanti impegnati, avere buone aule è fondamentale.

Di seguito è riportato un esempio di pianta per un auditorium semicircolare di circa 65 studenti. Camere come questa si trovano nei campus di tutte le maggiori università del mondo, con dimensioni diverse da 25 a 80 studenti.


Ogni fila nella parte posteriore della stanza è un livello sopra la fila davanti. I dislivelli non sono molto grandi, ma sufficienti per poter guardare sopra la testa dello studente nella parte anteriore della stanza e leggere il biglietto da visita sul tavolo davanti allo studente nell’ultima fila. C’è un facile accesso da due lati e due “corsie” in modo che qualsiasi studente possa entrare e uscire in modo rapido ed efficiente (suppongo che anche le norme antincendio abbiano un ruolo qui). Il piano terra in prima fila rende la camera accessibile ai portatori di handicap.

READ  cultura, legumi | Siegvart Dagsland: - Non ho una, ma due crepe

Qui l’insegnante può creare discussioni tra studenti e tra gruppi di studenti. Ad esempio, un caso potrebbe avere un CEO, un CTO e un dipartimento di marketing (o potrebbe essere un cliente grande e importante, un dipartimento di ingegneria e un dipartimento di marketing). che hanno una percezione parzialmente diversa della situazione. Quindi il leader della discussione può assegnare ruoli diversi a parti diverse della stanza e quindi i suoi studenti discutono questi diversi punti di vista, non principalmente con la persona che guida la discussione (il docente), ma tra loro.

Pensare e discutere le situazioni della vita lavorativa e organizzativa che incontreranno in pieno svolgimento in poco tempo, significa che sono più preparati ad affrontare situazioni complesse e complesse (non solo brevi domande d’esame), dove non è del tutto chiaro cosa le informazioni sono più rilevanti e dove portano Priorità diverse e obiettivi di performance diversi tra i diversi decisori determinano interessi parzialmente contrastanti. Rafforza la capacità degli studenti di vedere più punti di vista contemporaneamente. Oltre ad aiutare a migliorare la capacità degli studenti di esprimere verbalmente la visione in modo accurato ed efficace.

Consigli, dobbiamo avere consigli

Noto anche che i tagli sono discussi anche sul fronte dell’attrezzatura. Non so cosa si intendesse in origine, ma per facilitare tali discussioni è importante avere molto spazio sulla lavagna. Si consiglia di avere almeno 2, e preferibilmente 3, batterie per lavagne bianche, poiché 3 lavagne in ciascuna batteria possono essere sollevate e abbassate in modo da poter vedere 2 delle 3 lavagne in ciascuna batteria in qualsiasi momento.

Uno schermo per presentazioni, video e simili è appeso sopra i pannelli in modo che siano chiaramente visibili a tutti gli studenti.

Uno schermo per presentazioni, video e simili è appeso sopra i pannelli in modo che siano chiaramente visibili a tutti gli studenti.

Sul pavimento di fronte alla prima fila al centro c’è anche uno schermo che l’insegnante usa per vedere cosa viene visualizzato sugli schermi sopra in modo che veda cosa c’è sulle diapositive ecc. senza dover voltare le spalle. sugli studenti.

Se “provenire da NTNU” significa che gli studenti sanno qualcosa, hanno imparato qualcosa e possono contribuire con qualcosa alle discussioni con i futuri datori di lavoro, abbiamo bisogno di un buon spazio di apprendimento.