Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Uomo condannato a 15 anni di carcere per aver detto che Dio non esiste – NRK Urix – Notizie documentarie straniere

Se richiesto da Human Rights Watch (Human Rights Watch) L’accusa ha indicato che Abu Lahoum si stava prendendo gioco di Dio, dell’Islam e del profeta Maometto.

Si dice che il 38enne abbia pubblicato sui social contenuti contrari all’ordine pubblico, ai valori religiosi e alla morale pubblica.

Secondo i documenti del tribunale esaminati da Human Rights Watch, l’accusa includeva anche la negazione dell’esistenza di Dio. È considerata blasfemia e reato penale in Arabia Saudita.

Lo stesso è “apostasia”, cioè un musulmano smette di credere in Dio e nel profeta Maometto.

Il principe ereditario Mohammed bin Salman sta cercando di presentarsi come un sostenitore della riforma. Ma non c’è libertà di religione ufficiale o reale in Arabia Saudita. Foto del 14 dicembre.

Foto: BANDAR AL-JALOUD / AFP

coercizione confessata

L’atto d’accusa, che era alla base della sentenza, si basava su una confessione fatta da Abu Lahoum sotto costrizione. Fonti non identificate affermano che l’organizzazione per i diritti umani Human Rights Watch è in contatto.

Si diceva che l’accusa avesse minacciato di prendere di mira anche la moglie di Abu Lahoum. Questo è il motivo per cui è successo.

Ma ha ritirato la confessione in tribunale. Deve aver fatto credere ai giudici che non poteva essere condannato a morte, ha chiesto l’accusa.

Tuttavia, non è stato confermato che le circostanze relative alla confessione siano state ciò che ha indotto i giudici ad astenersi dal condannarlo a morte.

Invece, la condanna è stata di 15 anni di carcere, di cui cinque per violazione delle leggi sulla criminalità informatica dell’Arabia Saudita. Gli account Twitter esistenti sono stati chiusi.

Il giornalista saudita Jamal Khashoggi è stato assassinato all'interno del consolato saudita a Istanbul nell'ottobre 2018.

Il giornalista saudita Jamal Khashoggi ha scritto che il principe ereditario bin Salman fingeva solo di essere un liberale, quando in realtà non sopportava l’opposizione. Khashoggi è stato ucciso all’interno del consolato saudita a Istanbul nel 2018. Secondo l’amministrazione Biden, il principe ereditario ha approvato l’omicidio.

Foto: Hasan Jamali / AP

Nessun testimone dalla difesa

Il verdetto è caduto il 26 ottobre, ma oggi è ampiamente noto solo a Human Rights Watch.

Tra il 10 e il 26 ottobre si sarebbero tenute tre udienze. La difesa ha chiesto di avere dei testimoni.

Ma questo non è mai successo. Il verdetto è caduto senza che nessun testimone abbia parlato a nome di Abu Lahoum.

Nel suo primo mese di detenzione, fino al 23 settembre, non aveva ancora nominato a sua volta un difensore.

Non libertà religiosa

Secondo il Regno dell’Arabia Saudita, ai non musulmani è vietato tenere raduni religiosi pubblici in Arabia Saudita Commissione degli Stati Uniti sulla libertà religiosa internazionale.

Né possono costruire i propri luoghi di culto, come le chiese.

Le poliziotte custodiscono il santuario della Kaaba durante il mese di Hajj.

Poliziotte saudite custodiscono il santuario più importante dell’Islam, la Kaaba, nella moschea principale della Mecca. Ultimamente c’è stata una certa liberalizzazione per quanto riguarda i lavori che le donne possono svolgere. La foto è del mese di Hajj di quest’anno, il 20 luglio.

Foto: Amr Nabil/The Associated Press

Apostati, gay, lesbiche e transgender possono essere puniti con la morte.

Secondo la Commissione americana, dai libri di testo scolastici è stata rimossa una certa pubblicità negativa sulle minoranze religiose.

Ma è ancora comune incarcerare leader religiosi di altre fedi, compresi i musulmani sciiti.

Gli sciiti costituiscono tra il 10 e il 15% della popolazione. Vivono principalmente nella provincia orientale del paese e sono praticamente esclusi dalle alte posizioni nello stato e nelle agenzie di difesa.

READ  Il presidente dell'UE è positivo sull'impegno per l'immunizzazione - NRK Urix - Notizie e documentari esteri