Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

USB rimuove il numero di versione – Tek.no

Dovrebbe essere facile capire cosa può fare il cavo.

In futuro, gli utenti finali come te e me non dovranno avere a che fare con parole come “super velocità” e numero di versione durante la ricerca di un nuovo cavo USB. Nuovi loghi semplificati mostreranno quanti dati e potenza può trasmettere il cavo, mentre tutte le parole “ronzio”, come numeri di versione superiori e “super velocità”, verranno rimosse.

La decisione viene dall’organizzazione che gestisce lo standard USB – l’USB Implementers Forum (USB-IF) – nel tentativo di ripulire il disordine di standard, loghi e terminologia che diversi giocatori possono utilizzare.

Tradizionalmente, spesso finivano per rovinare tutto per se stessi. Come quando, poco meno di un mese fa, hanno annunciato che la prossima versione di USB4, che raddoppia la larghezza di banda massima da 40 a 80 Gbit/s, non si chiamerà USB 5. No, sarà conosciuta come USB4 versione 2.0.

Leggi anche

Dovresti cercare questi loghi in futuro

1 ottobre 2021

Ma ora USB-IF arriva con una buona notizia: in futuro, gli utenti finali non dovranno preoccuparsi di questo.

Invece, l’intento ora è che i loghi possano parlare da soli, in termini di prestazioni e caricabilità. Se hai bisogno di un dispositivo che dovrebbe essere in grado di trasferire i dati rapidamente, puoi cercare il marchio che soddisfa le tue esigenze.

Per inciso, prevediamo che presto avremo anche lo slogan “80 Gbps” prima della fine dell’anno, poiché il nuovo standard che raddoppia la velocità dovrebbe essere finalizzato a novembre. Si noti inoltre che lo standard sarà ancora chiamato USB4 versione 2.0, ma l’idea con USB-IF è che questo mal di testa può essere riservato a diversi produttori e tenuto lontano dai clienti finali.

Per i cavi USB, ci sarà un’etichetta che mostra quanta larghezza di banda è coinvolta e quanti watt sono approvati. È tutt’altro che semplice ed elegante come Intel ha fatto con Thunderbolt 4, ma almeno è migliore di “USB4 v2.0 40 Gbps”

Anche i caricatori USB che erogano 60 e 240 watt dovrebbero essere nominati correttamente.

Questo tag con didascalie ha un bell’aspetto, ma c’è ancora un piccolo problema: non è necessariamente necessario.

A rigor di termini, USB è uno standard aperto che “tutti” possono utilizzare. Sì, molti produttori ottengono la certificazione USB-IF dei loro prodotti in modo da poter utilizzare questi loghi con i loro prodotti. Ma ci sono anche alcuni che non ne vedono la necessità e probabilmente ci siamo tutti imbattuti in alcuni cavi USB di qualità alquanto discutibile.

Quindi è improbabile che tu creda che tutti i futuri dispositivi USB saranno etichettati correttamente, se lo sono affatto. Ma possiamo incrociare le dita che aiuterà un po’.

Leggi anche

L’UE costringerà Apple – e chiunque altro – a utilizzare USB-C

24 settembre 2021

READ  Controlli del cubo CSX-3