Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Viaggio da fare

Ha scritto Erilt Sandwen
& Proiettile;8. Agosto 2021

Le donne norvegesi U18 hanno vinto l’argento ai Campionati nordici e hanno raggiunto le semifinali della B-EC all’età di 16 anni, ma l’allenatore Ola Gravem Nutson non supererà le aspettative quest’anno. Domenica, 12 giocatori di ciascuna delle due squadre U18 sono stati eliminati per il campionato in Finlandia.

Rappresentati in squadre di 12 club norvegesi e tre squadre straniere, gli Ulrigan Eagles sono il maggior contributore. Le sei giocatrici della squadra femminile sono del Bergen Club, metà della squadra. Con i ragazzi, Edward Amot Christiansen è il giocatore U19 dell’Ulriken, che è passato dal deposito a Freya al BLNO.

Su circa 20 giocatori nei primi incontri di questa estate, Ola Grave Nutson e il capo allenatore della squadra maschile Kejil Anderson sono ora pronti per viaggiare nei paesi nordici con 12 giocatori.

Norvegese U18 Femminile:

* Ulrigan con 6 giocatori: Karin Sanford, Fatima Mohammed, Cindy Jacobson, Sanniva Surby, Celine Klet (’04) e Maya Carroll (’04).

* Maria Thorsen Michaelbust, Università del Vermont.

* Laura Gianni (’04), Stella Azzurra Roma.

* Drill Loadweight Frockner (’04), Abihaj, Danimarca.

Ani Shanke-Nass (’04), hop.

* Wild Haveness (’04), Troms Storm Andom.

* Felicia Dingland-Sundan, Ullern.

Norvegia U18 ragazzi:

* George Helwick e David Nilsson, Sandvica.

* Oliver Bergstadt (’04) e Brage Prostodt (’04), Ascar.

* Amar Pinjo (’04), Bislett.

*Tobias Olberg, EB85.

*Jurgen Lamo, Freya.

* Axel Fork (’04), Colbotton.

* Emil Croce, Perspreten.

* Christopher Lorentsen-Dungland, Wollern.

* Edward Amot Christiansen, Ulrigan.

* Lawrence Linnstadt, .s.

Il campionato si terrà presso il Centro Kisakallio in Finlandia da lunedì 16 agosto a venerdì 20 agosto. Le squadre norvegesi incontreranno Svezia, Islanda, Estonia e Danimarca dopo l’apertura del 16 agosto contro la Finlandia.

READ  Italian Gold - La Norvegia ha dovuto infrangere le speranze sull'oro

Argento nordico e semifinali Europei

In base ai risultati ottenuti nella classe U16 due anni fa, il punto di partenza sarebbe molto diverso.

Le donne hanno vinto l’argento ai Campionati nordici dopo una sconfitta per 4-1 e hanno vinto cinque delle otto partite disputate al B-EM di Sofia. Lì, sono passati alle semifinali, dando alle squadre nazionali norvegesi un record storico. Bronzo contro Slovenia (60-67) e Croazia (45-49).

I ragazzi hanno perso 12 partite di fila tra Nordic e P-EM.

Ma sono passati due anni e le squadre non hanno giocato partite e gli equilibri di potere sono sconosciuti a nessuno.

Ha superato la Finlandia

Due anni fa il nordico è diventato una delle partite del campionato U16 che conoscevo, con molte partite ravvicinate, insiste Ola Gravem Nutson.

La Norvegia ha sbalordito i padroni di casa finlandesi con una vittoria 80-49, dove la maggior parte delle cose è caduta, ma ha perso l’oro contro Svezia (56-62) e Danimarca per prendere i tempi supplementari per battere l’Islanda (54-50) (66-65).

Poi Svezia, Finlandia e Danimarca hanno giocato nel girone A del Campionato Europeo dopo il nordico, solo gli svedesi si sono ritirati. Da allora, molti di questi giocatori hanno esordito in campionato e la loro base di esperienza è maggiore rispetto a due anni fa. A differenza di qui in Norvegia, anche altri paesi hanno terminato le loro serie con partite per tutta la primavera, ha sottolineato Nutson.

– Quindi c’è molta incertezza di fronte al nordico, ma molto eccitante. Siamo molto fiduciosi che ci concentreremo maggiormente sulla qualità degli accordi che abbiamo questa settimana e sulle cose che possiamo fare al riguardo. Viaggiamo per lo spettacolo, ma allo stesso tempo penso che non possiamo essere sicuri se vinceremo una medaglia o la tua. Ma abbiamo una squadra abbastanza forte da competere con tutti, dice il boss dell’U18.

READ  Simona Guaderrela ha conquistato il record italiano di 6 secondi su 1500 omaggi

Guardia italo-norvegese

La rosa femminile U18 ha quattro nuove giocatrici rispetto alla squadra di quattro anni fa. Tutti e 04 sono di Vintage, quindi la prossima stagione sarà disponibile la nazionale U18.

La più entusiasmante è l’italo-norvegese Laura Gianni, che gioca a basket dall’età di 5 anni ed è sia un membro della squadra U18 della Stella Azura, una squadra dell’Accademia di Roma, sia una squadra senior in Serie B.

Inoltre, Ola Gravem Natsen e l’assistente Mark Dijiacomo giocano nel Loadweight Frockner (Schjetten) alto 1,86 m e due giocatori che hanno già una preziosa esperienza in BLNO: il playmaker di Troms Wilde Havnokin e Ul 1.9.

Profondità ed equilibrio

– Ci danno più profondità e un migliore equilibrio. Ora otteniamo giocatori più naturali nelle fasi 4 e 5, Nutson afferma che abbiamo avuto una buona copertura due anni fa a 1, 2 e 3.

– Laura è la guardia atletica di 1.80, tira bene e ha una buona intesa. Maya è lunga con i suoi 1,89-1,90 e agilità, un buon ritorno e buona in situazioni di grandi e roll. L’esercizio che ci dà traguardi importanti è arrivato a un ambiente di allenamento ambizioso e buono e a un grande club femminile in Danimarca, che è cresciuto molto bene nell’ultimo anno. Wilde, che gioca il playmaker sul tromsey, è un giocatore giovane e molto ambizioso, è vicino a 1,80 e l’allenatore dell’U18 dice che è un tipo di guardia straordinario.

Alto e forte

Sulla Gazzetta, Anderson, che ha Marco Sanders come assistente allenatore, ha guadagnato più fisico e altezza rispetto alla squadra dello stesso anno in cui era nella squadra U16 due anni fa.

All’epoca, la Norvegia aveva perso tra i 23 ei 41 punti in tutte e cinque le partite giocate nei paesi nordici e non aveva un posto dove battere nessuno. Sono poi passati alla B-EM di Podgorica e hanno subito sette nuove sconfitte dirette prima della decisiva vittoria sul Kosovo (84-44), che ha ripreso vigore in serie B.

READ  Costruisci turbine eoliche, ma non trovare roccia solida - NRK Westland

La Norvegia ora ha i migliori giocatori sotto Emil Cross (2,06), George Helwick (2,03) e Axel Borg (2,02) e sotto i 2 metri.

– Anderson dice nella Gazzetta che crediamo che non vediamo l’ora di giocare contro tutte le nazioni.

Uno dei punti focali, dovremmo occuparci dell’esperienza, perché la cosa più importante qui è la via del progresso per i giocatori, non i successi e gli insuccessi nei paesi nordici. Ma ovviamente vogliamo vincere le partite.

– Inclusivo e sociale

Anderson si vanta della chimica tra i giocatori.

– Sono molto comprensivi l’uno con l’altro e possono tollerare il feedback degli allenatori e di se stessi, sono persone sociali. In termini di squadre, abbiamo una certa dimensione e abbiamo alcuni giocatori che possono fare cose diverse, ma alcuni potrebbero non avere esperti: cecchini puri e così via. Per quanto riguarda le altre nazionali norvegesi, abbiamo avuto una rincorsa limitata e nessuna offerta competitiva per tutta la stagione.

Il tecnico della Nazionale U18 dice che ovviamente incide su dove siamo ora, ma con il tempo il gioco maturerà e lavorerà per mantenere quello che abbiamo.