Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Vuoi essere gay? Ecco il libro che fa per te

Vorrei informare (e spero di ispirare) voi che leggete per pensare e agire su questo, ha scritto Oyvind Binstad.

Dibattito di Øyvind Benestad, amministratore delegato di MorFarBarn

Il libro “HOMO” ha un sottotitolo: “Per te che ti stai chiedendo se sei gay o vuoi essere gay. O per te che ti stai solo chiedendo come funzionano queste cose gay”.

Cioè: il libro, tra l’altro, per chi Vuoi essere gay.

Con i politici desiderosi di criminalizzare “l’omeopatia” (qualunque cosa sia), questo libro è molto interessante, anche perché uno degli autori del libro è Annette Tretbergstoen. È deputata al Parlamento per il Partito Laburista per 16 anni ed è portavoce della politica familiare del partito, nonché leader della Rete delle donne laburisti.

Vorrei informarti (e spero di ispirarti) come lettore a pensare e agire su questo argomento. Quindi, di seguito fornisco otto punti su cui vale la pena pensare e parlare con gli altri:

Otto domande importanti e pertinenti sul divieto di “omeopatia”

1) Criminalizzazione e guida in una direzione?

Politici come Anette Trettebergstuen sembrano pensare che vada bene aiutare le persone a diventare gay, se non sono sicure di cosa provano e cosa vogliono. D’altra parte, se cercano volontariamente la guida e l’aiuto di uno psichiatra, psichiatra, prete, caregiver, amico o famiglia per chiarire il loro passato, i sentimenti e qualsiasi trauma per ottenere un’identità più eterosessuale, va bene. Al contrario, si vorrebbe che questo fosse punito con multe o reclusione.

I politici norvegesi pensano davvero che sia accettabile?

Sono in questo caso governati da emozioni e slogan, o pensano attentamente di cosa si tratta e quali saranno le conseguenze dei divieti legali?

2) professionisti

Non è inaccettabilmente ingenuo pensare che la maggior parte delle persone che cercano consigli e aiuto riguardo alla propria sessualità siano sottoposte a pressioni e manipolate contro la propria volontà?

Che dire di preti e preti responsabili con una lunga educazione e pratica, così come psicologi, psichiatri e medici generici esperti?

Presto tutti dovranno andarsene per paura di dire qualcosa che potrebbe far perdere loro la licenza per esercitare, ricevere multe salate o finire in galera?

READ  Sport alpini | Sdraiato su supporto ospedaliero - condivisione di una stanza con un concorrente ferito

L’idea che i nostri legislatori corrano il rischio di approvare una legge del genere è spaventosa.

3) squalifica

Il divieto della cosiddetta “omeopatia” (che è per molti versi un concetto pervasivo e delizioso) non sarebbe una negazione inaccettabile per i cittadini norvegesi?

In una società democratica, pluralistica e diversificata, ad esempio, un venticinquenne si rifiuterebbe di offrirsi volontario per vedere uno psichiatra, un prete o un amico per esprimere i propri pensieri e sentimenti e contribuire a rafforzare la propria identità sessuale?

È coerente con i principi dello stato di diritto e del rispetto dell’autonomia individuale negare ai cittadini norvegesi tale assistenza? Non è anche intollerante e totalitario?

4) Molto più di “omeopatia”

Come detto, “omeopatia” è una parola imprecisa e manipolatrice che oscura e confonde. La legge non si limiterà solo alla cosiddetta “omeopatia” ma includerà molto di più, ovvero la “terapia di conversione” o la “terapia di conversione”.

In vista del dibattito sulla “reciprocità” nell’autunno del 2019, sia il Partito laburista che il Partito dei Verdi hanno presentato proposte al Parlamento europeo per vietare la “terapia di trasformazione”. Queste proposte sono uno sfondo importante per la legge che ora il governo proporrà.

Sentiti libero di leggere un foglio informativo sulla discussione e gli argomenti qui.

Gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio hanno scritto in una delle loro dieci proposte:

“Il Parlamento chiede al governo di chiarire che la terapia di conversione per gay, bisessuali, lesbiche e transgender non è consentita dall’Equality and Discrimination Act e, se necessario, di presentare proposte per modificare l’Equality and Discrimination Act che lo prevede”.

Leggi qui le altre nove proposte degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio.

5) Omeopatia + Terapia Bilaterale + Terapia Transitoria

La cosa più pericolosa della legge che vieta la “terapia di conversione” è in cosa consiste la “terapia di conversione”. di cosa sta parlando? Sì, “terapia trasformativa” significa aiutare bambini e giovani adulti che si sentono insicuri e confusi riguardo al proprio genere, ad accettare ed essere felici con il corpo con cui sono nati. Secondo l’ideologia di Pride e Trans, questo è dannoso.

READ  Crimea, ucciso | Il 58enne ha ritirato la confessione per un duplice omicidio a Bergen

L’unica cosa da fare, secondo i trasduttori della FRI e di altre organizzazioni, è confermare la confusione di genere dei giovani. Si sostiene che solo i giovani conoscano se stessi e sappiano cosa vogliono e chi sono. I genitori e gli altri devono solo obbedire e consentire agli influencer dei social media, ai sessuologi e agli attivisti sessuali di aiutare i propri figli a iniziare un processo di blocco della pubertà, ormoni e possibilmente un intervento chirurgico per un “cambio di sesso”.

Se i genitori non sono d’accordo con una soluzione così radicale alla confusione di genere dei bambini e vogliono che i bambini attraversino la pubertà prima di prendere decisioni irreversibili per tutta la vita, i genitori potrebbero affrontare seri problemi. Con una legge che vieta la “terapia di conversione”, ovvero aiutare qualcuno a non “cambiare sesso”, molti genitori potrebbero essere accusati di infrangere la legge norvegese, denunciare negligenza a un servizio di assistenza all’infanzia e forse perdere il diritto all’assistenza all’infanzia per un periodo più breve o periodo più lungo.

Viste dim, per non dire altro!

Ho parlato qualche tempo fa con una madre single che è atea e una forte oppositrice dell’espressione dell’ideologia. Ha una figlia alle elementari. Ha detto che se si fosse trovata in una situazione del genere per quanto riguarda i sessuologi e il servizio di assistenza all’infanzia, avrebbe preso in considerazione l’emigrazione in un altro paese per alcuni anni. Potrebbe essere una soluzione per più di loro, se lo sviluppo continua.

6) Confusione di genere

Ci sono molte indicazioni che la confusione di genere tra bambini e giovani aumenterà nei prossimi anni. Terapisti di genere (persone con una proroga di un anno dopo una laurea), attivisti di genere nel sistema sanitario, nonché FRI, Skeiv Ungdom e altre organizzazioni – se queste sono le uniche autorizzate a consigliare e trattare i nostri giovani con discrepanza di genere ?

Sarebbe una buona politica sanitaria lasciare un’intera generazione di bambini e adolescenti a persone con un’agenda basata non sulla biologia e sulla scienza medica, ma su un’ideologia in cui concetti come “diversità di genere”, “sesso fluttuante”, “nati in il corpo sbagliato” e “cambio di sesso” sono usati? Come saluto positivo?

READ  Il politico Tommy Rinus (MDG) vuole legalmente bruciare la casa - NRK Trøndelag - Notizie locali, TV e radio

Se otteniamo una legge che vieti la “terapia di conversione”, questa potrebbe essere la situazione nel nostro Paese.

7) E l’età?

Non è assurdo e irresponsabile approvare una legge che non tenga conto dell’età delle persone? La legge non dovrebbe almeno distinguere tra le persone con più di 16 anni o meno, l’età minima sessuale, o 18, la maggiore età?

L’adozione di una legge, ad esempio, che vieti a psichiatri e operatori sanitari di accettare clienti adulti e bisessuali che cercano di rafforzare i loro sentimenti per il sesso opposto, sarebbe sia eccitante che opprimente.

8. Vietare la scrittura?

Il dialogo e la consulenza personale dovrebbero essere vietati solo o dovrebbero valere anche per libri, opuscoli e articoli? Qualcuno può essere multato per aver scritto un articolo con buoni consigli per coloro che sono insicuri e sensibili ai propri sentimenti e attrazione sessuale e che vogliono rafforzare i propri sentimenti sessuali verso il sesso opposto?

I libri di Trettebergstuen e di persone che la pensano allo stesso modo dovrebbero poter essere pubblicati, mentre quelli con una visione diversa del sesso e del genere dovrebbero essere criminalizzati?

Chi vive vedrà.

Per fortuna c’è ancora tempo per lavorare. Quindi: contatta i politici via e-mail e SMS, condividi link a buoni articoli e risorse (ad es. da Transinfo.noE il Genspect.orgE il GenderChallenge.no) via e-mail o su Facebook. Parla con amici e conoscenti per sensibilizzare su qual è il problema e quanto sia serio.

Nota: questo testo è stato scritto il 25 giugno 2021, cioè prima della pubblicazione del disegno di legge. Se il testo proposto della legge è più mite di quanto suppongo qui, c’è motivo di rallegrarsi. Sfortunatamente, ci sono molte indicazioni che ciò non stia accadendo.