Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Wall Street ha chiuso la settimana a livelli record, ma alla festa non è stato invitato un solo tipo di azione

Dopo una settimana turbolenta per il mercato azionario statunitense, venerdì due dei tre principali indici di Wall Street hanno chiuso a nuovi massimi.

Ecco come si presentava il mercato all’orario di chiusura negli Stati Uniti:

  • Il Dow Jones Industrial Average è aumentato dell’1,30 percento
  • Il Nasdaq Technology Index è aumentato dello 0,98 percento
  • L’indice azionario ampio S&P 500 è aumentato dell’1,13%

Così, il Dow Jones e l’S&P 500 occupano il fine settimana ai massimi storici con rispettivamente 34.869 e 4.369 punti. Il Nasdaq è sceso da un massimo di 14.900 punti mercoledì, ma la maggior parte dei titoli tecnologici ha ancora motivo di essere allegra. Con 14.701 punti alla chiusura di venerdì, l’indice tecnologico è ancora al secondo posto nella classifica di tutti i tempi.

Non tutti possono partecipare alla festa

Tuttavia, non è stato consentito a nessun tipo di azioni di partecipare alla festa: società cinesi quotate alla borsa statunitense. Lunedì è arrivata la notizia che le autorità cinesi hanno interrotto tutte le nuove registrazioni e i download dell’app da parte del vettore cinese Didi Chuxing, che offre servizi simili come Uber e Lyft. Il motivo è la decisione di rafforzare il monitoraggio dei dati sensibili delle società cinesi quotate all’estero.

Da allora, il prezzo dell’azienda è diminuito di circa il 25%. Ciò avviene dopo che Didi la scorsa settimana ha completato una delle più grandi offerte pubbliche iniziali (IPO) per una società cinese negli Stati Uniti di sempre. I timori che le autorità cinesi facciano di nuovo qualcosa di simile si sono rapidamente diffusi tra gli investitori, con effetti a catena per molte altre società cinesi nel paese: i giganti della tecnologia Tencent e Alibaba sono caduti rispettivamente del due e del cinque percento questa settimana.

READ  - Se sei un po' pratico, queste auto vanno davvero bene

Biden inasprisce le regole della concorrenza

Questa settimana l’attenzione si è concentrata anche sulle società tecnologiche statunitensi. Venerdì, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha firmato un ordine che, tra le altre cose, reprimerà le pratiche anticoncorrenziali di cinque importanti colossi tecnologici Google, Apple, Facebook, Amazon e Microsoft.

L’ordine include 72 azioni e raccomandazioni che secondo la Casa Bianca “ridurranno i prezzi per le famiglie, aumenteranno i salari dei lavoratori e promuoveranno l’innovazione e una crescita economica più rapida”. Oltre a prendere di mira le aziende tecnologiche, l’ordine presidenziale copre anche l’agricoltura, i servizi sanitari, le spedizioni e le pratiche di lavoro.

Tuttavia, tre delle prime cinque aziende tecnologiche finiscono venerdì. Microsoft ha registrato uno sviluppo dei prezzi relativamente stabile, in crescita dello 0,19% al momento della chiusura. Il gigante dell’e-commerce Amazon, dove Andy Gacy ha formalmente preso il posto del fondatore ed ex CEO Jeff Bezos come CEO lunedì, è sceso dello 0,32 percento. Succede dopo che la società ha terminato il giorno precedente nella sua traiettoria più alta di sempre.

Le grandi banche hanno aperto la strada

Venerdì il rendimento dei titoli a 10 anni è salito all’1,35 per cento. Questa è una buona notizia per gli investitori ansiosi, poiché i “dieci anni” sono solitamente associati a un aumento dell’attività economica.

E così tutte le maggiori banche americane hanno avuto una buona giornata in borsa. Le azioni di Bank of America, JPMorgan, Goldman Sachs, Morgan Stanley, Wells Fargo e Citibank sono aumentate di circa il tre percento nell’ultimo giorno di negoziazione della settimana.

Inflazione e prossimi numeri trimestrali

Il mercato non vede l’ora che arrivi martedì della prossima settimana. Poi i dati sull’inflazione di giugno provengono dagli USA. Il consenso prevedeva che l’inflazione crescesse del 4% su base annua, secondo i dati di Trading Economics.

READ  - Non vedo l'ora di trasferirmi qui

“Penso che tutte le pressioni inflazionistiche avranno un significato aggiuntivo. Non è una questione di caduta. Cioè se collassano abbastanza velocemente da permettere alla banca centrale di essere paziente”, Jim Caron, capo della strategia macro globale presso Morgan Stanley Investment Management , ha detto alla CNBC. Se si tratta solo di rimanere ad un livello elevato, non va bene.

C’è anche grande entusiasmo per i rapporti trimestrali di diverse grandi aziende che verranno mostrati la prossima settimana. Secondo Refinitiv, si prevede che il segmento Energia e Materiali registrerà un aumento dei ricavi rispettivamente del 225 e del 115 percento.

“Una volta superato il picco di crescita economica e di crescita degli utili, avrai livelli più elevati di volatilità”, ha detto a Cnbc Matt Stuckie, gestore di portafoglio, azioni della Northwestern Mutual Wealth Management Co.. Si aspetta che le azioni continuino a salire dopo le presentazioni trimestrali, ma a un livello molto più normale.(Termini)Copyright Dagens Næringsliv AS e/o i nostri fornitori. Vogliamo che tu condivida i nostri casi utilizzando un link che porta direttamente alle nostre pagine. Tutto o parte del Contenuto non può essere copiato o altrimenti utilizzato con autorizzazione scritta o come consentito dalla legge. Per termini aggiuntivi guarda qui.