Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Afghanistan: – – Sorprese talebane

Con gli Stati Uniti, la Norvegia e la NATO che hanno ritirato le loro forze dall’Afghanistan, i talebani hanno preso il controllo di una serie di nuove aree. I talebani ora controllano poco più del 60 per cento delle regioni del paese, dicono.

Altri osservatori presumono di controllare circa la metà dei comuni del paese. Ad ogni modo, è sorprendente che siano stati in grado di prendere in mano la situazione così rapidamente. Ancora molto, dice Christian Berg Harpviken, conoscitore dell’Afghanistan e ricercatore a Brio.

Il governo è rimasto sorpreso

è un Dove I talebani hanno colto di sorpresa i loro sforzi militari: il gruppo ora controlla diversi luoghi nel nord e nord-est, dove ha tradizionalmente avuto il minor sostegno e dove i talebani non controllavano nemmeno negli anni ’90, secondo Harpviken. I talebani controllano una serie di punti di frontiera chiave in Afghanistan, dal Tagikistan, dall’Uzbekistan, dal Turkmenistan, dall’Iran e dal Pakistan.

Una mossa strategica improvvisa. I talebani mostrano che il governo è debole, ma hanno anche tagliato le forniture più importanti al governo – e probabilmente pensano che dovrebbero fare soldi con dazi e tasse, dice Harpviken. A Dagbladet e continua:

– Questo non era previsto. Si potrebbe pensare che avrebbero continuato quello che hanno fatto prima. Allenati gradualmente dalle aree in cui sei già forte. Ma i talebani sembrano essere più capaci del governo di produrre truppe, cibo e armi, anche se non ha aerei né forze aeree.

la guerra è estenuante

Cosa accadrà dopo, e come verranno accolti i talebani nelle nuove aree, è difficile da determinare.

“Ho l’impressione che ci sia molto scetticismo in molte aree, allo stesso tempo le persone sanno che le conseguenze del mostrarlo non sono piacevoli, quindi forse molti scelgono di accettarlo”, afferma Harpviken.

Infortunio a scuola Uno scolaro afghano riceve cure in un ospedale a ovest della capitale, Kabul. È rimasta ferita quando una bomba è esplosa vicino alla scuola. Un certo numero di studenti sono stati uccisi e si ritiene che l’ISIS fosse dietro l’attentato. Foto: AP/NTB
Mostra di più

Terje Waterdale, direttore nazionale del Comitato per l’Afghanistan, è tornato a casa dall’Afghanistan giovedì mattina tardi.

Per la gente delle campagne non importerebbe molto se al governo fosse un signore della guerra, uno scià, un capo, i talebani, Karzai o un uomo ricco. Le persone vivono le loro vite tradizionali, ha detto Dagbladet.

READ  Corona sul Monte Everest: - Paura dell'infezione

Waterdale ha una vasta esperienza in Afghanistan e ha sperimentato personalmente il continuo deterioramento della situazione della sicurezza in tutto il paese.

– Recentemente sono stato nel distretto di Paktia, ora è solo un centro regionale sotto il controllo del governo. La prima notte è stato un po’ normale, un po’ di cannonate in entrata e in uscita. La seconda notte, nelle strade sono stati usati grossi cannoni e molti colpi di mitragliatrice. Durava ininterrottamente dalle undici di sera fino alle sei del mattino. I cani di strada spaventati abbaiano spaventati tutta la notte, dice e continua:

– Il giorno dopo abbiamo fatto un giro. I mercati erano aperti e tutto sembrava normale. Ma questa è la situazione normale a cui gli afgani hanno dovuto ricorrere negli ultimi anni: gradualmente tutto è peggiorato, quindi la gente vuole, prima di tutto, porre fine ai combattimenti tra i talebani e le forze governative.

Potenti sacrifici: gli afgani trasportano le bare dei civili afgani uccisi nei combattimenti tra i talebani e le forze governative nella provincia di Badakhshan, nel nord dell'Afghanistan.  Con i talebani al controllo del territorio, gli afgani sperano in meno combattimenti e conflitti in futuro.  Foto: Ap/NTB
Display spiritoso: Afgani trasportano la bara di civili afgani uccisi nei combattimenti tra i talebani e le forze governative nella provincia di Badakhshan, nel nord dell’Afghanistan. Con i talebani al controllo del territorio, gli afgani sperano in meno combattimenti e conflitti in futuro. Foto: Ap/NTB
Mostra di più

regole più severe

All’indomani degli attacchi terroristici negli Stati Uniti dell’11 settembre 2001, il presidente George W. Bush, gli Stati Uniti e infine la NATO erano pronti a schiacciare il regime talebano in Afghanistan. Ora, vent’anni dopo, è sulla via del ritorno. che cosa significa?

Molti afghani temono il futuro. In pratica, penso che il problema più grande sia che tutto diventa più costoso a causa della guerra, non che siano i talebani o il governo a governare, dice Waterdale e continua:

Ciò che potrebbe essere migliore è che i conflitti attivi possono essere inferiori. Per gli afghani, uccidere di meno vale molto.

Sul campo: ecco Terry Waterdale a Mahmud Raqi nella contea di Kapisa.  Foto: privato
Mi sono sentito: Ecco Terje e Tirdal a Mahmud Raqi nella provincia di Kapisa. Foto: privato
Mostra di più

Anche le donne nelle città noteranno regole più severe. I talebani hanno già introdotto regole più severe in diversi luoghi su come dovrebbero apparire gli uomini e devono pregare cinque volte al giorno, secondo il direttore del paese.

READ  Chisaku Kakehi - La "Vedova Nera" viene condannata a morte

– Non hai mai avuto una garanzia legale in Afghanistan, ma probabilmente per molti è una vita diversa. Waterdale dice che la vita degli afghani più orientati verso l’Occidente, in particolare, cambierà.

I talebani sono cambiati in meglio e in peggio. Harpviken afferma che, in quanto organizzazione più moderna, si è aperta a discussioni non impegnative sul ruolo delle donne.

– Organizzazione terroristica

Harpviken crede che i talebani “siano passati dall’essere oppressivi e totalitari ad essere un’organizzazione terroristica”.

– Non lo erano nel 2001. Oggi usano attentatori suicidi e altre tattiche su larga scala.

– Quindi l’Occidente ha creato un’organizzazione terroristica?

– Hanno fatto molto da soli, ma l’Afghanistan ha almeno la sua organizzazione terroristica che loro non avevano. Oltre all’ISIS e ad altri gruppi, Harpviken afferma e aggiunge:

L’Occidente ha in parte contribuito al fatto che l’Afghanistan non è più un focolaio di organizzazioni terroristiche internazionali. Il rovescio della medaglia è che le reti terroristiche presenti in Afghanistan si sono moltiplicate e si sono diffuse in gran parte del mondo. La minaccia terroristica internazionale è molto più grande oggi di quanto non fosse nel 2001.

Caos a lungo termine

Waterdale crede che sarebbe sbagliato descrivere i talebani come un’organizzazione terroristica.

“I talebani hanno effettuato operazioni e attacchi terroristici negli ultimi anni, ma ora stanno lavorando in modo più deciso per essere più responsabili e vogliono offrire una reale alternativa al governo, nonostante siano ancora reazionari, fondamentalisti e violenti”, ha dichiarato Waterdale. disse.

Harpviken non crede che i talebani riusciranno ad espandere il proprio territorio molto rapidamente, ma può consolidare gradualmente il proprio potere in Afghanistan.

“L’obiettivo è avere un impatto nei negoziati di pace, ma le richieste di un talebano più forte sarebbero lontane da ciò su cui le forze governative e la comunità internazionale sarebbero d’accordo, e sarebbe molto difficile”, afferma il ricercatore Brio.

READ  Almeno 40 morti in esplosioni vicino a una scuola a Kabul - VG

Immagina persino un altro scenario: la caduta della coalizione di governo. Un gran numero di soldati governativi ha recentemente disertato improvvisamente.

– Il governo si è disintegrato nel 1992, 1996 e 2001, e quando l’alleanza di forze si è disintegrata, è crollata, dice Harpviken.

Non è ottimista sul futuro del Paese.

– Sembra molto scuro. Le forze governative stanno armando e preparando la guerra, armando le milizie e distribuendo armi nelle strade. Dice che anche i paesi vicini si stanno preparando al conflitto, aggiungendo:

– Questo può trasformarsi rapidamente in una lunga guerra civile poiché diversi paesi vicini cooperano con i loro signori della guerra preferiti sul campo di battaglia, senza soluzioni. Negli ultimi tre anni, l’Afghanistan è stato il conflitto più armato del mondo, ma può ancora peggiorare.

fatti talebani

  • È stato estromesso dal potere poche settimane dopo gli attacchi dell’11 settembre, quando una coalizione guidata dagli Stati Uniti ha aiutato una coalizione di signori della guerra e insorti a prendere il potere a Kabul.
  • Motivo: la base dietro l’attacco si trova nel paese controllato dai talebani.
  • Il 29 febbraio 2020, gli Stati Uniti e i talebani hanno firmato un accordo che prevede il ritiro degli Stati Uniti e di altri paesi dall’Afghanistan entro maggio 2021.
  • A maggio, i talebani hanno lanciato una nuova offensiva contro le forze governative.

Fatti dell’Afghanistan

  • Quasi 32 milioni di persone.
  • Dal 2001 almeno 160.000 persone hanno perso la vita, di cui almeno 43.000 civili.
  • Quasi 2,5 milioni di afgani sono stati registrati come rifugiati dalle Nazioni Unite, mentre 1,5 milioni vivono come rifugiati non registrati nel vicino Pakistan.
  • Secondo la Banca Mondiale, il 72% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà. Nel 2012 era del 34%.