Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Al momento del primo – E24

SKI / OSLO (VG) La comprovata piattaforma di trading di Viken ha avuto molto sollievo lunedì. Il Cozy Center Manager Puppy Collette su Ski Storsenter può riaprire le porte.

Pubblicato: Pubblicato:

L’umore era calmo quando VG ha visitato lo Ski Storsenter giovedì questa settimana. Poi erano ancora in attesa della decisione del governo sul livello delle procedure nel comune di Nordre Volu.

Più tardi nel corso della giornata è diventato chiaro Solo quattro dei 51 comuni si trovano nella gigantesca contea di Viken Continua al massimo livello di lavoro dal lunedì.

Quindi, il manager sollevato del centro commerciale alza il telefono quando VG chiama domenica, il giorno prima della riapertura del centro commerciale Nordre Follo.

– Questo è un grande sollievo per tutti. Lo abbiamo scoperto venerdì e molti hanno trascorso il fine settimana a curare negozi, dice Puppy Colette, aggiungendo:

– è tempo.

Comfort: il lunedì, Gro Collett può accogliere i clienti nello Ski Storsenter.

Frederick Solstad

Dalla A alla Z

Quando i comuni passano dalla scala A alla B, negozi, centri commerciali e grandi magazzini possono rimanere nuovamente aperti. Anche i ristoranti possono essere aperti, ma non è consentito lo sversamento.

Dal 16 marzo, l’intero Viken ha vissuto con oltre 1,2 milioni di persone al di sotto del livello A, il livello di governo più rigoroso.

Per lo Ski Storsenter, le azioni sono durate molto più a lungo:

Il comune di Nordre Volu è stato il primo ad avere un focolaio di un virus mutato in Norvegia. È iniziato il 22 gennaio, poi i negozi hanno chiuso nel decimo centro commerciale più grande della nazione.

– Abbiamo riaperto il 18 febbraio Prima di dover chiudere di nuovo il 16 marzo. Adesso c’è una vera crisi per molti negozi. I negozi ben gestiti hanno esaurito tutte le scorte e risparmiato denaro per pagare gli articoli ordinati prima della chiusura il 16 marzo. Non vendevano i set e non avevano entrate. Ma i conti stanno arrivando. Il direttore del centro ha detto che quando VG era in visita giovedì, ora devono iniziare e avere di nuovo un reddito.

Domenica, Colette dice:

– Da un punto di vista puramente finanziario, è stato un disastro per i negozi. È un disastro rimanere chiusi per diverse settimane. Eravamo preoccupati che qualcuno stesse bene. Ora abbiamo la possibilità di rimediare ad alcuni dei dispersi.

OROLOGIO: Terje Andersen è un orologiaio a Thune. Lui e il direttore del centro Puppy Colette possono riaprire i battenti il ​​lunedì.

Frederick Solstad

Distinguere tra i negozi

Ski Storsenter ha un fatturato di 2 miliardi nel 2020 e ha 140 negozi e ristoranti. Nelle ultime settimane, il Center Manager Colette ha avuto un piano terra con, tra le altre cose, un grande negozio di alimentari, un negozio di fiori, alimenti naturali e Vinmonopolet. Il piano per il commercio più impulsivo ha negozi parzialmente aperti.

Ma al piano di sopra, i cancelli di rete nella maggior parte dei negozi sono stati demoliti. C’è un diverso tipo di commercio qui che non si trova al piano terra: vestiti e scarpe, ottici, decoratori di interni. Un mestiere in cui il cliente trascorre un po ‘più di tempo e che non è considerato così necessario da poter rimanere aperto quando il comune è gravemente colpito da un focolaio.

Colette è rimasta sorpresa quando il Vestby ha aperto l’outlet nella città un po ‘più a sud, che ha aperto lo scorso fine settimana. La gente si accalcava, mentre i centri dei comuni limitrofi rimanevano chiusi.

È una destinazione che si commercializza per l’intera Norvegia. Quindi, era sorpresa che le fosse stato permesso di aprirsi, ha detto.

Misure extra: a partire da lunedì, Ski Storsenter avrà misure extra come più guardie, maschere facciali gratuite e meno opportunità di posti a sedere.

Frederick Solstad

Ho provato nuove soluzioni

Terje Andersen, orologiaio di Thune, che riapre lunedì:

– Abbiamo ottenuto un buon risultato lo scorso anno. Quando dobbiamo chiudere, ci vuole tempo prima di ricominciare correttamente. Supera comunque le vendite. Inoltre, perdiamo tutti gli acquisti d’impulso, afferma Andersen.

– Molti negozi sono bravi a provare nuove soluzioni. Un lavoro è una parte importante della vita sia dei dipendenti che dei proprietari. Lavorano duramente per trovare soluzioni. Sebbene sia chiuso, fanno del loro meglio affinché i clienti ricordino quando riaprono, afferma Colette, responsabile del centro.

Dietro una rete a metà arrotolata nel negozio di abbigliamento della CP Company, Julie Frisk Nielsen, Ulrikke Gramnes e Karianne Vadlie hanno lavorato giovedì per scaricare le merci.

Ci siamo riusciti perché il negozio online funziona bene. Abbiamo anche ottenuto clic e rimborsi, afferma Julie Frisk-Nielsen, poiché i clienti ritirano gli articoli che ordinano online.

Pubblicato:

READ  Gli agenti ritengono che Haaland possa richiedere uno stipendio annuo di oltre 100 milioni al netto delle imposte - VG