Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Alcuni dei peggiori che abbia mai visto – VG

Il giornalista dell’Associated Press Faris Akram descrive l’esperienza di vedere l’edificio dove lavora alla bomba in violazione.

Pubblicato:

Akram lavorava presso la sede dell’agenzia di stampa AP a Gaza City e si era preso una pausa prima di coprire la serata escalation Quando si è svegliato a gridare ai compagni sabato, poco prima delle due del pomeriggio.

Quando si alzava in piedi, i suoi colleghi potevano indossare elmetti e giubbotti antiproiettile, gridando: “Via libera, evacua!”

Akram Fino a quando non descrive minuti dannosi per i nervi Quando l’edificio a Gaza City che ospita diverse società di media e appartamenti privati ​​ha ricevuto un avviso di esplosione e poi Dall’esercito israeliano. Hanno dato un’ora di preavviso per evacuare l’edificio che ospita anche Al Jazeera.

Guarda un video del caos all’interno qui, filmato da un altro dipendente AP:

Faris Akram aveva dieci minuti per raccogliere ciò che voleva salvare. Era un computer, alcuni dispositivi elettronici e una tazza che aveva ricevuto da sua figlia.

– Ho guardato il posto che era stata la mia seconda casa per molti anni. Ho capito che questa potrebbe essere l’ultima volta che l’ho vista. Aveva poco più di 14 anni. Mi sono guardato intorno ed ero l’unica persona lì. Indosso il mio casco. E sono corso, scrive il giornalista.

Ha corso per undici piani e si è buttato in macchina nel seminterrato per parcheggiare le macchine. Era l’unico rimasto. Dopo aver guidato fino a quella che considerava una distanza di sicurezza, si fermò e trovò i suoi compagni sfollati.

Leggi anche

Muhammad ha perso dieci membri della sua famiglia in un attacco aereo a Gaza

Rimasero tutti in piedi e guardarono l’edificio mentre il proprietario dell’edificio era al telefono con l’ufficiale israeliano che ha dato l’avviso di sfratto. Il proprietario ha chiesto più tempo, ma gli è stato detto che aveva dieci minuti per assicurarsi che tutti fossero fuori.

READ  Attacco del Congresso - Pence ha chiesto aiuto

L’attacco è durato otto minuti, secondo Akram. Il primo di numerosi attacchi minori con droni prima di tre potenti attacchi aerei F-16.

Leggi anche

26 morti a Gaza: l’attacco più mortale dall’escalation del conflitto

All’inizio sembrava che qualcosa fosse collassato strato dopo strato. Stavo pensando a una ciotola di patatine e cosa succederebbe se ci colpissi con il pugno. Quindi fumo e polvere avvolgevano tutto. Il cielo è cresciuto ringhiando. E l’edificio che era la casa di alcune persone e l’ufficio di altri, e per me entrambi, scomparve in un velo di polvere. Akram dice che in tasca ho ancora la chiave della camera che non esiste più.

Lui ei suoi colleghi si trovavano a 400 metri dall’edificio e stavano guardando.

È stato uno dei peggiori che abbia mai vissuto, dice il giornalista, aggiungendo che era anche grato che nessuno si fosse ferito per quanto ne sapeva.

Leggi anche

Perché Mary Nguyen Berg annega nell’incitamento su Facebook dopo i post da Gaza

Rimase lì per un po ‘a guardare il vuoto del luogo a cui era attaccato.

– Poi ho iniziato a svegliarmi dall’incubo. Ho pensato tra me e me, è finita. Ora dobbiamo sapere cosa fare dopo. Dobbiamo continuare a coprire tutto. Questa è storia e ci sono altre storie da raccontare “.

Akram è nato e cresciuto a Gaza e ha molti familiari lì.

– Sono a casa ora. Vorrei poter dire che sono al sicuro qui, ma non posso. Non ci sono posti sicuri a Gaza.

Vedi anche: Il rapporto tra israeliani e palestinesi è stato descritto come il conflitto più difficile del mondo, ma qual è veramente il problema?

Israele: la base di Hamas nell’edificio

L’IDF ha difeso gli attacchi in una serie di messaggi su Twitter sabato pomeriggio. Sull’account Twitter in ebraico dell’esercito israeliano Affermano che Hamas abbia usato deliberatamente l’edificio per attività militari per “nascondersi” dietro i civili.

READ  La famiglia allargata non è più unita dal luglio dello scorso anno:

Domenica L’IDF ripete In una serie di tweet che Hamas era stato preso di mira:

Ha aggiunto: “Ieri abbiamo avuto come obiettivo una base importante per l’intelligence militare di Hamas nella Torre Al-Jala a Gaza. La base ha raccolto informazioni sugli attacchi contro Israele e ha prodotto armi e attrezzature per impedire le operazioni dell’esercito israeliano”.

Continueremo a lavorare in difesa del popolo di Israele “, scrivono.

Surid: È inaccettabile contribuire all’escalation

Lo sono, ha detto sabato sera a VG il ministro degli Esteri In Eriksen Sureid Molto preoccupato per qualsiasi escalation proprio adesso. E ha sottolineato che le due parti devono calmarsi e fermare l’escalation.

Alla domanda se ci fosse una risposta adeguata da parte di Israele al bombardamento del quartier generale della stampa a Gaza, ha risposto:

Ora stiamo lavorando con altri per chiarire cosa è successo. Dobbiamo prima spiegare questo. Ma tutto ciò che accade ora aiuta ad aggravare la situazione è inaccettabile.