lunedì, Luglio 15, 2024

Apple non è stata in grado di lanciare Vision Pro a gennaio

Must read

Romano Strinati
Romano Strinati
"Esperto di social media. Pluripremiato fanatico del caffè. Esploratore generale. Risolutore di problemi."

Mark Gurman ha ancora delle rivelazioni per noi. Questa volta si applica all’Apple Vision Pro.

Il lancio potrebbe essere stato posticipato da gennaio a marzo

L’unica cosa che sapevamo da molto tempo era che il piano prevedeva il lancio prima del secondo trimestre del 2024. Ciò significava un lancio prima di maggio. Fortunatamente, Gorman pensa di saperne di più, vale a dire che la società sperava di lanciarlo effettivamente a gennaio, ma probabilmente avverrà invece a marzo. Come ha sottolineato nella sua newsletter, i video dimostrativi sono una delle ultime cose che Apple prepara prima di lanciare un nuovo prodotto e, come avrai notato, ne abbiamo già scritto: puoi guardare le clip qui.

Gorman scrive che “l’azienda deve ancora sistemare i suoi piani di distribuzione e fare ulteriori test. Terranno anche un nuovo evento per visualizzare in anteprima più app e funzionalità per i potenziali clienti. Potrebbe anche essere un buon momento per rivelare un lancio più ampio?”

I piani egemonici di Apple stanno diventando sempre più chiari

Gorman riassume anche il piano di Apple di progettare e possedere la tecnologia in tutti i prodotti. Come abbiamo scritto più volte, l’azienda ha sottovalutato quanto sarebbe stato difficile realizzare modem 5G. La speranza era di lanciare il modem nel 2026, con l’iPhone SE forse il primo prodotto ad essere rilasciato. Gorman ripete l’anno in cui è stata lanciata, e allo stesso tempo rivela qualcosa di nuovo: vogliono avere anche i sensori della fotocamera. Ciò ha molto senso quando si intende rilasciare più cuffie ed eventualmente un’auto: tutti i prodotti devono vedere e comprendere il mondo esterno.

Inoltre, l’azienda vuole produrre le proprie batterie con una composizione chimica completamente diversa, che spera possa rivoluzionare la durata delle batterie, anche nel settore dei veicoli elettrici. Abbiamo anche riferito più volte che la speranza è quella di rilasciare un chip WiFi e Bluetooth integrato, originariamente previsto per il 2025, ma sfortunatamente per gli ingegneri Apple ci vorrà molto più tempo.

READ  Rassegna di frequenza assassina - Game Reactor

Oltre all’OLED in numerosi prodotti, con l’iPad Pro che debutterà il prossimo anno, Apple lavora con i pannelli microLED da più di cinque anni, ma anche qui l’azienda fatica ad andare avanti. L’Apple Watch è il primo prodotto ad essere dotato di questi schermi, ma non si sa quando. La misurazione del glucosio senza che l’utente, nella maggior parte dei casi diabetico, abbia bisogno di un ago da inserire sotto la pelle, è il grande obiettivo dell’Apple Watch ed è qualcosa su cui stanno ancora studiando. Anche se probabilmente arriverà prima delle batterie dell’azienda, si prevede che ci vorrà ancora qualche anno.

More articles

Latest article