Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Artisti sul posto, la polizia rafforza la sicurezza intorno alla finale del Grand Prix Melody – NRK Trøndelag – Notizie locali, TV e radio

Artisti sul posto, la polizia rafforza la sicurezza intorno alla finale del Grand Prix Melody – NRK Trøndelag – Notizie locali, TV e radio

Spero che chiunque vinca il MGP quest’anno parli bene della Palestina.

Ha vinto il finalista del Melodi Grand Prix, MIIA.

È con gli altri finalisti a Trondheim prima della finale dell'MGP.

-Diamo il benvenuto a 8.000 persone in festa e faremo in modo che sia un'esperienza piacevole per tutti coloro che verranno, indipendentemente dalle loro intenzioni.

Questo è ciò che dice il direttore quotidiano di Trondheim Spectrum: Terry Marriott.

Perché viene annunciato che la gente verrà a manifestare.

E ha aggiunto con un sorriso: “Abbiamo reso tutto più semplice e scommettiamo che sarà divertente anche per i manifestanti”.

Sono rimasto sorpreso dalla partecipazione israeliana

Molti degli artisti che hanno partecipato alla finale dell'MGP di quest'anno hanno dichiarato di non essere favorevoli alla partecipazione di Israele.

Sia Gåte che Keiino non sono sicuri di cosa faranno se vincessero la finale norvegese.

– Quando mi è stato chiesto di aderire, non ne ero sicuro perché sapevo che Israele era stato coinvolto in passato. Non è una novità che Israele sia una potenza occupante. Occupano i territori palestinesi da molto tempo, afferma l'artista Mia.

E non è la sola a pensarlo.

-In questo caso si tratta più di essere un essere umano con un cuore che di politica.

Lo dice il finalista del Gothminister. Entrambi hanno utilizzato la MGP Notice per esprimere la loro opinione sulla situazione a Gaza.

-Questo è un modo in cui posso mostrare chi sono e cosa rappresento. Uso la mia voce, aggiungo MIIA.

Se vincono, parteciperanno alla finale internazionale a Malmö e useranno le loro voci per cantare e protestare.

-Pensa che in questo caso sia più una questione di essere un essere umano con un cuore che di politica. Ministro Goto.

READ  Viola Davis ha criticato per la sua interpretazione di Michelle Obama in 'The First Lady': - Incredibilmente dolorosa

Un'area speciale per i manifestanti

Durante la finale norvegese a Trondheim, i manifestanti hanno a disposizione un proprio spazio esterno dove entreranno i tifosi.

– Siamo preparati a questo e stiamo adottando le misure necessarie affinché possano esercitare la loro libertà di espressione, spiega Marriott.

Ma è sicuro che ci sarà una bella atmosfera per tutti nella finale del MGP.

“E se succede qualcosa che non è proprio nel libro, lo affronto anche in modo positivo”, aggiunge.

In collaborazione con la polizia, l'organizzatore ha sviluppato piani e procedure per tutte le possibili situazioni che potrebbero verificarsi.

– Sono ben preparato per questo.

Il comandante della sezione Øyvind Lorentzen del distretto di polizia di Trøndelag afferma che esiste sempre il rischio che qualcuno segni la loro posizione senza preavviso. “Ma abbiamo dei piani in atto per impedirlo”, aggiunge Lorentzen.

Foto: Kai Ron Kvitstein/NRK

Lo afferma il capo del dipartimento di prevenzione e pattugliamento del centro di Trondheim, Øyvind Lorentzen. Dice che la polizia ha una buona esperienza in questi incidenti ed è sicuro che le cose andranno bene.

-Vogliamo garantire un'implementazione sicura e speriamo che gli artisti e il pubblico trascorrano una serata piacevole.

Ma il giorno della finale non è la prima volta che qualcuno manifesta contro la partecipazione di Israele all'Eurovision.

Chiedere boicottaggio ed esclusione

Israele ha partecipato all'Eurovision. Per questo in molti chiedono il boicottaggio.

Circa 300 artisti chiedono che a Israele venga vietata la partecipazione alla finale dell'Eurovision che si terrà a Malmö a maggio.

Il giorno prima della finale norvegese, gli azionisti si sono riuniti davanti alla sede della NRK a Teholt a Trondheim.

– Dobbiamo guardare oltre la nostra gioia di riunirci e guardare il Gran Premio, afferma il direttore della campagna Yves Rendall.

Gli attivisti chiedono il boicottaggio culturale dell'Eurovision, poiché Israele vi parteciperà.

La situazione attuale è completamente inaccettabile e moralmente folle.

Diversi manifestanti fuori dalla NRK Tyholt a Trondheim.  Manifestano contro la partecipazione di Israele all'Eurovision Song Contest.

Il giorno prima della finale dell'MGP, i manifestanti stavano davanti al quartier generale della NRK a Teholt a Trondheim.

Foto: Elena Ridland Ornhaug/NRK

– La questione non raggiunge NRK

Ma il redattore di intrattenimento di NRK, Charlo Halvorsen, afferma che non spetta a NRK come emittente pubblica prendere posizione sul boicottaggio culturale di un paese in conflitto.

– Spetta al Parlamento e al governo farlo, dice.

Il direttore della radiodiffusione Vibeke Fürst Haugen ha detto quando la questione è stata sollevata al Broadcasting Board che la NRK non avrebbe chiesto il boicottaggio.

– Chiedere il boicottaggio di Israele indebolirà la credibilità di NRK come emittente di notizie.

Lei e Halvorsen affermano che le persone hanno il diritto di protestare e di non essere d'accordo con NRK.

– È naturale che la brutale guerra a Gaza colpisca molti. Halvorsen afferma che esprimere la nostra opinione attraverso la dimostrazione è una parte naturale della nostra libertà di espressione.

L’Unione europea di radiodiffusione (EBU) afferma che è fuori questione escludere Israele.

Vedi una spiegazione del perché Israele non dovrebbe essere bandito dall'Eurovision:

Perché Israele può partecipare all’Eurovision e non la Russia? Sia la Russia che Israele sono in guerra. Perché un paese ha il diritto di partecipare e non l’altro? Molte persone trovano questo difficile da capire.