Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Attacchi aerei statunitensi in Iraq e Siria contro i “ribelli sostenuti dall’Iran” – NRK Urix – Notizie e documentari stranieri

Il Pentagono scrive in uno comunicato stampa Gli attacchi sono stati ordinati dal presidente Joe Biden e sono stati compiuti domenica notte.

Secondo il Pentagono, l’obiettivo degli attacchi erano le strutture utilizzate dai ribelli sostenuti dall’Iran.

Gli attacchi sono avvenuti nelle zone di confine tra Iraq e Siria.

“Gli obiettivi sono stati scelti perché queste strutture sono state utilizzate da militanti sostenuti dall’Iran che effettuavano attacchi al personale e alle strutture statunitensi in Iraq”, ha scritto il Pentagono.

Secondo gli americani, tra l’altro, furono attaccate le armerie. Deve essere stato un obiettivo in Siria e un obiettivo in Iraq. Tra gli obiettivi ci sono le strutture utilizzate negli attacchi dei droni su obiettivi statunitensi, secondo il Pentagono.

Cinque morti

Il portavoce del Pentagono John Kirby lo descrive come un’offensiva difensiva. Dice che ciò che sta accadendo è una reazione a diversi attacchi contro gli americani.

Secondo la BBC, circa 2.500 soldati statunitensi sono di stanza in Iraq. Fanno parte della coalizione internazionale che combatterà il movimento terroristico ISIS.

“Gli Stati Uniti hanno intrapreso azioni necessarie e mirate per ridurre il rischio di escalation, ma anche per inviare un messaggio chiaro e deterrente”, afferma Kirby.

Ci sono state segnalazioni di morti dopo gli attacchi, ma questo non è stato confermato ufficialmente. Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, negli attacchi sono rimasti uccisi almeno cinque combattenti dell’opposizione e molti altri sono rimasti feriti.

avvertire l’Iran

L’attacco di domenica è la seconda volta che l’amministrazione Biden effettua attacchi nella regione. A febbraio sono state attaccate strutture in Siria vicino al confine con l’Iraq.

READ  Media: il regime militare del Myanmar ha accesso ai dati personali di Telenor

Fino ad allora, gli Stati Uniti hanno affermato che i gruppi ribelli avevano il sostegno dell’Iran.

Biden ha poi affermato che l’Iran dovrebbe considerare gli attacchi come un avvertimento che il paese può aspettarsi conseguenze se continua a sostenere i gruppi di insorti che minacciano obiettivi americani.

– Non puoi agire come se avessi l’impunità. Attenzione, Biden ha risposto a una domanda sul messaggio che vuole inviare con gli attacchi di febbraio.

Gli attentati di Nata arrivano nello stesso momento in cui la coalizione internazionale, che sta cercando di combattere l’Isis, si riunisce oggi a Roma. Iran, Stati Uniti e altri paesi occidentali hanno recentemente cercato di dare vita all’accordo sulle armi nucleari.

Difesa personale

Domenica, Biden non ha commentato i nuovi attacchi quando ha incontrato brevemente la stampa, ma il presidente ha detto che avrebbe detto di più lunedì.

Allo stesso tempo, il Pentagono avverte di nuovi attacchi.

Biden era chiaro che avrebbe agito per proteggere il personale americano. Kirby ha affermato che, data la serie di attacchi in corso da parte di militanti sostenuti dall’Iran, il presidente ha ordinato una nuova azione militare per prevenire tali attacchi.

Aggiunge che gli Stati Uniti hanno agito per legittima difesa ai sensi del diritto internazionale.