Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Bambini abbandonati trovati morti in ospedale: – I nostri cuori sono spezzati

Bambini abbandonati trovati morti in ospedale: – I nostri cuori sono spezzati

Un infermiere afferma di essere stato costretto a fare una scelta impossibile quando le forze israeliane hanno circondato l’ospedale Al-Nasr a novembre. -Mi sentivo come se stessi abbandonando i miei figli.

Pubblicato:

– La vita all’ospedale Al-Nasr si è fermata, dice l’infermiera.

Il 10 novembre, le forze israeliane hanno attaccato e assediato l’ospedale pediatrico Al-Nasr, nel nord di Gaza. I carri armati israeliani hanno circondato l’ospedale, mentre i soldati chiamavano e mandavano messaggi ai medici chiedendo loro di lasciare l’ospedale, scrive Washington Post.

Attraverso MSF, VG ha ricevuto i certificati di una delle infermiere volontarie presenti in ospedale.

– Prima hanno attaccato il reparto pediatrico al secondo piano. Sono stati colpiti anche i serbatoi dell’acqua, le prese elettriche e le bombole di ossigeno. Le apparecchiature pediatriche nel reparto di terapia intensiva hanno smesso di funzionare. L’infermiera dice che non c’è più ossigeno.

READ  Un fatidico incontro per Donald Trump in un tribunale in Georgia

Desidera rimanere anonimo per la sua sicurezza. VG non conosce l’identità dell’infermiera.

– Hanno detto che dobbiamo andarcene. Uno dei medici ha detto loro che avevamo bisogno di ambulanze per la sicurezza dei pazienti, ma le forze israeliane hanno rifiutato, dicendo che nessuno poteva venire a trasportare i malati o a trasportare i feriti.

Diversi ospedali sono stati gravemente danneggiati dagli attacchi israeliani dallo scoppio della guerra il 7 ottobre. Le forze israeliane credono di poter dimostrare che Hamas possiede depositi di armi e basi ospedaliere, cosa che Hamas nega.

L'immagine dovrebbe mostrare l'esterno dell'ospedale Al-Nasr dopo l'attacco.  Si può vedere un grande buco nel muro di mattoni dell'ospedale.  La foto è stata pubblicata il 10 novembre.

Dice che il medico ha chiesto all’esercito israeliano un modo sicuro per lasciare l’ospedale, e presumibilmente l’hanno accettato. Tuttavia, quando hanno lasciato l’ospedale, le forze israeliane avrebbero iniziato a sparare contro di loro.

Il medico disse al soldato: “Non posso andarmene quando mi spari”. Poi hanno detto che ci sarebbe stata una zona di sicurezza tra le 11.30 e le 12.00, dice l’infermiera.

Poi siamo usciti, alzando le armi e le bandiere bianche.

Dice che cinque bambini sono ancora in ospedale.

-Li abbiamo lasciati e abbiamo portato un bambino con noi. Abbiamo trovato un’ambulanza dall’ospedale Al-Shifa. Hanno portato il bambino con loro e abbiamo chiesto loro di portarlo al reparto pediatrico dell’ospedale Al-Shifa.

A Washington Post Dice all’infermiera che non aveva altra scelta quando Israel ha ordinato loro di lasciare l’ospedale. Dice che doveva scegliere il bambino più forte, quello che secondo lui sarebbe sopravvissuto più a lungo senza una bombola di ossigeno.

-Mi sentivo come se stessi abbandonando i miei figli. Se avessimo potuto portarli dentro lo avremmo fatto, ma se lo avessimo fatto senza l’ossigeno sarebbero morti.

READ  Immigrati in autobus dal Texas a Kamala Harris
Un'immagine satellitare datata 26 novembre mostra l'area circostante l'ospedale Al-Shifa a Gaza.

Portavoce l’Esercito di difesa israelianol’Esercito di difesa israelianoEsercito israeliano (IDF)Ramo della difesa Coordinatore delle attività di governo nelle regioni Cogato Abbreviazione di “Coordinatore delle attività governative nelle Regioni”, in norvegese “Coordinatore delle attività delle autorità nelle Regioni”. Shani Sasson nega al Washington Post che le forze israeliane abbiano ordinato ai lavoratori dell’ospedale Al-Nasr di evacuare.

Anche il portavoce dell’esercito israeliano Doron Spielman ha commentato le accuse in una trasmissione in diretta su Channel X, citata dal Washington Post. Nega che l’esercito israeliano sia responsabile della morte dei bambini.

Il video mostrerà ai bambini

Quando la caduta delle bombe si è attenuata durante il cessate il fuoco di sette giorni della scorsa settimana, il giornalista televisivo di Al-Mashhad Muhammad Baalousha è entrato nell’ospedale abbandonato.

Un video da lui filmato è circolato sui social media la scorsa settimana, mostrando i bambini abbandonati quando è stato emesso l’ordine di evacuare l’ospedale circa due settimane fa.

Dovrebbe mostrare almeno tre bambini morti. Uno dei bambini deceduti giace da solo, si dice sia ancora collegato a una bombola di ossigeno. Si dice che i corpi siano decomposti e portino il segno di essere lì da molto tempo, scrive. nbcche affermano di aver visto il video senza accusa.

Il video non è stato verificato da fonti indipendenti. La NBC ha mostrato il video inedito a due medici legali, entrambi i quali affermano che le condizioni dei corpi sono coerenti con la loro permanenza lì da quando l’ospedale è stato evacuato.

READ  Il principale club per bambini svedese nel cortile interno è stato multato: - Completamente irrealistico

L’evacuazione dell’ospedale è stata molto difficile ed è finito sotto il fuoco. Il direttore dell’ospedale Mustafa Al-Kahlot ha detto alla NBC che i bambini non possono essere trasferiti o evacuati senza l’attrezzatura per l’ossigeno.

-Devi fare scelte impossibili

Il segretario generale di MSF Lindis Horum ha detto a VG di aver visto il video, ma non hanno potuto confermare che il video mostrasse bambini abbandonati nell’ospedale Al-Nasr perché non è stata la loro infermiera a filmarlo.

– Ma quello che mostra il video possiamo confermarlo, dice.

Dice che medici e infermieri a Gaza affrontano ogni giorno grandi dilemmi.

I nostri colleghi a Gaza parlano di dilemmi terribili, in cui devono scegliere tra salvare i malati o salvare se stessi. “Conosciamo due medici che hanno scelto di restare con il paziente all’ospedale Al Awda e sono stati uccisi”, ha detto a VG.

Il segretario generale di MSF Lindis Hurum

– Devono fare scelte impossibili. Ogni giorno affrontano importanti dilemmi medici, morali ed etici, poiché devono scegliere di aiutare la persona che credono abbia maggiori possibilità di essere salvata. È assolutamente terribile.

Dice che non è possibile evacuare in breve tempo alcuni pazienti senza le attrezzature necessarie, ad esempio quelli con ferite gravi, i bambini nelle incubatrici o le donne che partoriscono.

Chiedere all’ospedale di evacuare con un preavviso così breve è una semplificazione eccessiva di una situazione medica molto complessa.

Non posso farci niente

Il 17 novembre, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha riferito che 25 dei 36 ospedali di Gaza erano fuori servizio a causa di danni, attacchi in corso e mancanza di elettricità, acqua e medicinali.

Medici Senza Frontiere ha affermato che a Gaza non esistono più ospedali funzionanti.

Vedere i pazienti morire davanti a noi è la cosa più difficile che abbia mai vissuto in vita mia. L’infermiera dice: È una sensazione indescrivibile.

Alla fine, dice, non sono stati in grado di aiutare, portare con sé o curare i pazienti.

– L’infermiera dice: – Siamo riusciti a malapena a far uscire noi stessi e i nostri figli.

– I nostri cuori sono spezzati per loro.

Pubblicato: