Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Benessere animale: frusta o carota? – Nazione

Quando la polvere Dobbiamo spostare la nostra attenzione su misure costruttive per il benessere degli animali: come possiamo garantire che tutti i proprietari di animali possiedano le competenze di base e necessarie che soddisfino l’allevamento degli animali basato sulla conoscenza in linea con le esigenze specifiche della specie?

È molto semplice Per essere d’accordo che tutti gli animali devono essere sani. Non solo l’empatia, che è socialmente e politicamente corretta, ma anche professionalmente c’è una buona copertura del trattamento degli animali in linea con le esigenze specifiche e individuali della specie in modo che possano vivere una buona vita.

Quindi è positivo Le esperienze e le emozioni sono importanti per lo sviluppo mentale e fisico e la sicurezza e la fiducia sono essenziali per l’apprendimento, la regolazione dello stress, la vita sociale e la capacità di adattamento. È così che gli animali e gli esseri umani possono affrontare le varie fasi della vita, gli eventi, le sfide e l’ambiente.

E questo è chiaro Facile da scrivere, ma gli entanglement si verificano sia a livello individuale che sistemico. L’allevamento di animali diversi varia notevolmente in base alla specie e allo scopo dell’allevamento e la legislazione, l’economia e l’opinione pubblica svolgono ruoli importanti nel quadro dell’azione relativa alle condizioni di vita degli animali. La conoscenza professionale e l’esperienza funzionano meglio insieme e l’una vacilla in assenza dell’altra.

Gli animali hanno molto Bisogni di base e comuni, ma anche criceti, polli e ruminanti hanno comportamenti specie-specifici che richiedono facilitazione e conoscenza. Inoltre, i processi di addomesticamento hanno influenzato la genetica e il comportamento, fornendo indicazioni su come lavoriamo rispettivamente con animali domestici e selvatici.

READ  Manchester United, Erling Braut Haaland

in cima al In questo troviamo una definizione complessa di benessere animale, che è l’esperienza soggettiva di un individuo del suo stato mentale e fisico come risultato del suo tentativo di controllare il suo ambiente. In generale, la cura degli animali è una scienza interdisciplinare e complessa in cui ci si deve aspettare che i proprietari di animali in particolare acquisiscano conoscenze professionali.

Gli animali hanno molti bisogni di base e comuni, ma anche criceti, polli e ruminanti hanno comportamenti specifici per specie che richiedono facilitazione e conoscenza.

bisogni primari

come società Siamo serviti dalla consapevolezza che tutti gli esseri umani hanno un pregiudizio (pregiudizio personale). Per ogni essere umano, le nostre piste personali sono una combinazione permanente del motivo per cui intendiamo e sentiamo il modo in cui lo facciamo. Se siamo consapevoli di questi pregiudizi, possiamo sviluppare le nostre conoscenze e connessioni in un bene pubblico per migliorare il benessere degli animali in tutti i tipi di allevamento. Tutti possono contribuire con qualcosa.

Ma il pregiudizio e Le opinioni personali sono una guida sproporzionata al benessere degli animali. Ecco perché abbiamo bisogno di conoscenze professionali. Perché quando gli argomenti sono semplificati, le soluzioni spesso sembrano semplici e senza complicazioni. Ma come dice il proverbio familiare: per ogni domanda complessa c’è una risposta semplice, e questa risposta è sbagliata.

Giocando alle feste Con interessi comuni l’uno contro l’altro e continuando una guerra di trincea costruttiva sul bene e sul male nel benessere degli animali, tiriamo fuori il peggio l’uno dall’altro, polarizzando ulteriormente.

nello stesso frangente Ignoriamo anche i principi dell’apprendimento etico su ciò che funziona realmente, ovvero premiare il comportamento desiderabile. L’estradizione e le multe in circostanze riprovevoli possono avere un certo effetto di frusta, ma l’evasione della punizione è spesso un mezzo di cambiamento immotivato. Senza conoscenza e direzione per il comportamento desiderato (leggi: prevenzione), la punizione unilaterale può portare a paura, aggressività, apatia e impotenza appresa.

READ  I cristiani dell'Olocausto faranno rivivere un'Europa demograficamente morente?

Questo vale per entrambi animali e umani. Quindi la vera carota sta nel cambiamento, nell’evoluzione e nel progresso basato sulla ricompensa. Se questo è per la ritenzione idrica, si deve lavorare per aumentare la conoscenza tra tutti gli allevatori di animali, indipendentemente dalla specie e dall’estensione dell’allevamento degli animali.

per scienziati comportamentali Le somiglianze tra animali e umani sono evidenti, e la nostra psiche non è più sviluppata di quanto non sia ancora basata sugli stessi principi comportamentali degli animali con cui interagiamo. Abbiamo tutti una spinta interna (motivazione) per raggiungere i nostri obiettivi. Che si tratti di carriera, figli, hub, partner, denaro, territorio o ping al telefono, la dopamina è l’ubriaco che tutti cercano ed è il motore del nostro sistema di ricompensa.

Stupefacente Con la deontologia, cioè la conoscenza comportamentale, è che è uno strumento, non un fatto. L’etica, come tutte le scienze, è dinamica e in continua evoluzione, e quindi non si possono chiedere risposte definitive con due sottolineature. Ma con un uso corretto, la scienza del comportamento può svolgere un ruolo importante come ponte di conoscenza tra persone, esperienze e situazioni. E i bisogni (es: aumentare la conoscenza) generano comportamenti (es: imparare qualcosa di nuovo), che a loro volta contribuiscono a un maggiore senso di padronanza e motivazione a migliorare. la vittoria!

Associazione Norvegese I comportamentisti (FNE) affrontano un vuoto nel dibattito polarizzato e rumoroso sul benessere degli animali in cui la mancanza di comunicazione e interazione costruttiva è frustrante.

immagine della realtàLa t della zootecnia norvegese è scarsamente rappresentata dal filmato, e la verità consiste in un mosaico di singoli animali allevati alla mercé del proprietario dell’animale. È anche ironico che siamo così preoccupati per il benessere degli animali senza mostrare un simile interesse nel prenderci cura di coloro che possiedono e lavorano con gli animali, per tutto il tempo il nostro bisogno di sicurezza, vita sociale e arricchimento ambientale ci unisce più di quanto ci separi dagli animali . Viviamo con.

READ  I democratici mettono in guardia duramente sull'isteria climatica dell'UE e su "Fit for 55"

Basato su FNE vuole un dialogo onesto e aperto sui requisiti di conoscenza e competenza necessari nel comportamento e nel benessere degli animali, in cui tutte le carte, i soldi e le conoscenze vengono messe sul tavolo per interagire su soluzioni migliori.

Calcio FNE ora Ha lanciato un’iniziativa per divulgare le aree legate al benessere degli animali. Possedere e lavorare con animali, condurre attività di gestione, supervisione, ricerca o qualsiasi altro giro d’affari relativo agli animali deve richiedere una conoscenza professionale delle specie animali e delle loro esigenze. Pertanto, in autunno, organizzeremo la Prima Conferenza nazionale sul benessere degli animali, con l’obiettivo di diffondere le conoscenze relative all’etologia e alla cura degli animali. Abbiamo grande fiducia in una forte partecipazione, mentre il dibattito pubblico sul benessere animale mostra un impegno impressionante!