Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Bloccato in Italia: – Un po’ disperato

Bloccato in Italia: – Un po’ disperato

VOGLIA DI CASA: Marit Huegelt, figlia Sophia Huegelt Strand (12), marito Tor Christian Strand e Marius Huegelt Strand (8) ieri sera a Catania.

CATANIA / OSLO (VG) Sabato, Marit Høigilt e la sua famiglia dovevano prendere un volo dall’aeroporto di Catania in Sicilia per Gardermoen. Non è andata così.

pubblicato:

In primo luogo, uno sciopero tra i dipendenti aeroportuali italiani ha portato alla cancellazione di diversi voli durante il fine settimana.

Poi L’aeroporto di Catania per ora è chiuso A mercoledì a causa di un incendio all’aeroporto nella notte di domenica.

– Abbiamo avuto una vera sfortuna. È un po’ frustrante, dice Marit Huegelt.

È in vacanza in Italia con il marito Tor Christian Strand e i figli Sofia Huegelt Strand (12 anni) e Marius Huegelt Strand (8 anni).

Sono arrivati ​​in Italia il 3 luglio e sarebbero dovuti rientrare in Norvegia il 15 luglio.

– Il personale aeroportuale in Italia ha scioperato sabato, quindi non abbiamo potuto viaggiare in quel momento.

Incendio: i Vigili del fuoco italiani condividono le foto dei lavori dei vigili del fuoco all’aeroporto di Catania.

A causa dello sciopero, lunedì la famiglia è stata messa su un altro volo.

– Ora non funzionerà neanche, a causa dell’incendio all’aeroporto, dice a VG una madre disperata di due figli.

L’aeroporto ha dichiarato che l’incendio è scoppiato nella tarda serata di domenica e non ci sono stati feriti Reuters.

Secondo Reuters, i vigili del fuoco non hanno fornito dettagli su possibili cause o collegamenti alle attuali alte temperature nell’area.

Secondo il VG della polizia che ha parlato con loro sul posto, l’incendio è scoppiato dopo l’esplosione del sistema di aria condizionata di un’auto.

READ  - Grande Trascendenza - VG

– Martedì partiamo per un volo, ma non sappiamo esattamente quando torneremo, dice Høigilt.

Inizialmente, la famiglia doveva viaggiare con la SAS in Norvegia. A causa dello sciopero, lunedì SAS li ha riprenotati su un volo Lufthansa.

– Quell’aereo non è partito. Adesso abbiamo prenotato per imbarcarci su un volo Alitalia e Air France per martedì dall’aeroporto di Catania. Non ci riuscirai neanche tu. Questo aeroporto è chiuso fino a mercoledì.

Pertanto, la famiglia di quattro persone è bloccata nel caldo.

Speravamo di andarcene da qui prima che facesse troppo caldo. Oggi si dice che ci siano 40 gradi.

– Speriamo che la SAS prepari un volo aggiuntivo da Palermo per riportarci a casa, dice Høigilt.

La madre di due figli è felice che né Høigilt né Strand siano al lavoro lunedì.

– Siamo entrambi in vacanza, ma inizialmente avevamo altri piani che ora sono in sospeso.

Dice che c’erano poche informazioni dal SAS.

– Ci chiediamo davvero cosa pensa SAS dei suoi passeggeri.

Lunedì, la direttrice della stampa di SAS Alexandra Lindgren Kaukji ha dichiarato a VG che la compagnia non ha voli da Catania alla Norvegia fino a mercoledì.

– Ma allora il volo SAS che doveva partire da Catania sabato?

– Poi abbiamo riprenotato i passeggeri con un’altra compagnia aerea.

– SAS non è responsabile per i passeggeri che sono stati riprenotati con un’altra compagnia aerea?

– Sì, ce l’abbiamo. Contattiamo direttamente i nostri passeggeri e diamo loro informazioni sulle riprenotazioni, ci assicuriamo che arrivino in hotel e vengano pagati per il cibo. “Stiamo facendo del nostro meglio per aiutare i nostri passeggeri nel miglior modo possibile”, afferma Kaoukgi.