Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

BMW i7 – Anteprima – Tek.no

Cinema sul sedile posteriore e sedili “Executive Lounge” e Kashmir.

La nuova i7 di BMW sarà un'entusiasmante aggiunta al segmento degli armadi di lusso nel mercato dei veicoli elettrici.  Con una lunghezza di 5,4 metri è decisamente ai vertici delle auto elettriche per dimensioni.

Anello Gotland / Tek.no: Lusso tedesco. Assaggialo un po’.

Non pensi subito a qualcosa relativo all’auto? Almeno lo faccio. E di certo non toglie nulla dal dare un’occhiata alla nuova “auto del manager” di BMW, che è anche completamente elettrica.

La BMW Serie 7 non è certamente nuova, ma la i7 è il primo modello completamente elettrico della BMW nella classe dei carburanti di lusso, un ovvio concorrente del compagno EQS tedesco di Mercedes-Benz, ma anche di auto in arrivo come la Lucid Air e la nuova Modelli Tesla.

L’i7 è disponibile solo nella variante con telaio alto della Serie 7, il che significa che è lungo circa 5,4 metri, ad esempio mezzo metro in più rispetto alla summenzionata Model S. Il passo è più vicino a 3,2 metri, il che ovviamente significa che c’è molto spazio all’interno.

Non c’è dubbio che questa sia un’auto alta: sembra il tipo di auto che viene fornita con un’armatura extra in alternativa (qualcosa che fai anche tu). Anche i massicci “reni” della BMW contribuiscono alla griglia in modo naturale e, per enfatizzare la forma, sono anche illuminati qui.

I fari contengono cristalli Swarovski che fanno brillare l’auto verso di te quando le portiere vengono aperte e le portiere posteriori sono molto larghe per un facile accesso. L’auto è disponibile anche con apertura e chiusura automatica delle porte – probabilmente non è necessario se si dispone comunque di un autista privato.

Nel sedile posteriore si può scegliere la cosiddetta “Executive Lounge”, che in pratica significa che il sedile del passeggero anteriore può essere spinto completamente in avanti e dispone di un ripiano dietro il quale appoggiare i piedi, oltre a un supporto coscia pieghevole aggiuntivo dal sedile posteriore.

Forse il cinema più eccitante sul sedile posteriore è il cosiddetto BMW Theater Screen.

Si tratta di uno schermo da 31 pollici in formato 32:9 e risoluzione 8K che si ripiega dal soffitto quando viene attivata la “modalità teatro” sul piccolo tablet nella porta. Allo stesso tempo, le tendine dei finestrini sono abbassate, il tetto panoramico è coperto e l’oscurità precipita, allo stesso tempo il sistema automobilistico Harman / Kardon suona annunciando che ora, e ora accadrà.

Lo schermo è controllato dal tocco e puoi connetterti a un Chromecast o un’altra fonte, ad esempio, se non trovi quello che desideri nel sistema integrato dell’auto. Forse una console di gioco, se lasciamo vagare la mente. Lo schermo ha anche un sensore che determina quanto sono lontani i sedili della prima fila e quindi quanto possono essere spinti in avanti.

Forse l’autista dovrebbe essere pronto a sedersi un po’ angusto se i passeggeri dei sedili posteriori non dovessero avere lo schermo tutto in faccia, come abbiamo testato.

Tuttavia, lo schermo sembrava fantastico, con immagini molto nitide, colori vivaci e un livello di nero profondo, anche se il sistema dietro era di tipo pre-produzione e non era del tutto affidabile.

Una cosa è certa: devi soddisfare tutti i requisiti di base per sederti comodamente nella parte posteriore della tua BMW i7. Potresti anche sederti a piedi nudi: i tappetini sono fatti di “orsacchiotto”, i sedili sono una miscela di cashmere e lana merino, con una miscela di fibre di bambù per una maggiore durata (il cashmere è ovviamente un’opzione, la pelle è lo standard ).

L’imbottitura del sedile è molto spessa e confortevole, i cuscini per il collo sono lussuosi e il plaid in cashmere è probabilmente la fodera più morbida che abbiamo visto in qualsiasi auto. E in caso di dubbio: lo spazio per le gambe è enorme, anche senza la funzione lounge di cui abbiamo parlato prima.

Anche il sistema audio di Harman Kardon sembra essere adatto per buone esperienze sul sedile posteriore. Se si opta per la variante “4D” aggiornata, si ottiene un totale di 18 altoparlanti, 655 watt di potenza in uscita e un’impressionante riproduzione dei bassi da quello che potevamo sentire.

Secondo la BMW, il modello di cui i norvegesi sono venuti a conoscenza per la prima volta è l’i7 xDrive60, dotato di trazione integrale, con una potenza combinata di 400 kW / 544 CV e 745 Nm di coppia. Dà 0-100 in 4,7 secondi e una velocità massima di 240 chilometri orari.

È più o meno alla pari con la versione a trazione integrale dell’EQS menzionata sopra, almeno se ignoriamo la versione top di gamma della Mercedes-AMG. Ha 523 CV e 855 Nm di coppia, e controlla da 0-100 a 4,3.

La batteria è da 101,7 kWh e la BMW come al solito riporta la capacità netta utilizzabile delle sue batterie. L’autonomia dovrebbe essere di 590-625 chilometri secondo WLTP, a seconda dell’attrezzatura – 50 chilometri in meno rispetto all’EQS 580+.

L’i7 può essere caricata fino a 195 kW e la curva di carica, secondo BMW, dovrebbe essere “aggiornata” rispetto ai modelli precedenti e alla capacità di mantenere una potenza maggiore per periodi di tempo più lunghi. Il 10-80 percento dovrebbe richiedere 34 minuti in condizioni ottimali e 10 minuti dovrebbero essere sufficienti per caricare un’autonomia di 170 chilometri.

L’auto ha anche una temperatura della batteria prima della ricarica rapida e, come la nuova iX1, entrambi possono attivare il preriscaldamento automaticamente se si prevede una stazione di ricarica rapida nel sistema di navigazione o attivarla manualmente nel sistema di infotainment. Lo smorzamento dell’aria adattivo è standard e c’è anche il cosiddetto sterzo a quattro ruote motrici che, tra le altre cose, fornisce un raggio di sterzata più corto e aiuta con manovrabilità altrimenti.

Abbiamo avuto il sistema mostrato sull’iX M60 al Gotland Ring, ed è difficile non rimanere colpiti dalla facilità con cui l’elettronica la rende in grado di manovrare anche un’auto così grande attraverso curve strette ad alta velocità. Il suddetto EQS dispone anche di un sistema di sterzo a quattro ruote, che, tra le altre cose, gli conferisce un raggio di sterzata molto simile a un golf.

Nel 2023 arriverà anche la i7 M70 xDrive, che otterrà oltre 600 cavalli, 1.000 Nm di coppia e 0-100 in meno di quattro secondi. Poi arriva l’ibrida plug-in M760e xDrive con 571 CV, 800 Nm di coppia e un’autonomia elettrica di 84 km. Poi, come accennato, arriva una versione corazzata della Serie 7.

L’i7 entrerà in produzione a novembre e il prezzo di partenza è attualmente fissato a 1.169.000 NOK. Tuttavia, BMW è chiaro che le consegne dovrebbero iniziare nel 2023, con le conseguenze di un’imposta sul valore aggiunto aggiuntiva potenzialmente imposta.

Supponendo che un i7 ben equipaggiato con ruote invernali costerebbe circa 1.250.000 NOK, la proposta IVA completa di 500.000 NOK inclusa significherebbe che il prezzo aumenterebbe di 187.500 NOK, a 1.437.500 NOK.

Il prezzo della BMW i7 M70 xDrive parte da 1.399.000 copie. IVA. Quindi ci si dovrebbe aspettare un prezzo diverso quando apriremo per ordinare questo modello in un secondo momento, afferma il direttore delle comunicazioni della BMW Marius Tjnebe.

Nota: Tegneby afferma anche che la modalità di consegna della BMW sembra molto più brillante ora rispetto all’inizio di quest’anno. Si dice che ci siano molte altre auto in arrivo nei prossimi mesi.

READ  Sega Mega Drive Mini 2 arriverà in Norvegia ad ottobre -