Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Capo degli scacchi odiato in Russia: – traditore – VG

Successivo: Arkady Dvorkovich parla con Vladimir Putin nel 2016. All’epoca, l’attuale capo degli scacchi era il vice primo ministro russo.

Arkady Dvorkovich è il presidente della Federazione internazionale di scacchi, ma anche l’ex vice primo ministro russo. Subisce gravi violenze in patria per la sua mancanza di sostegno alla guerra in Ucraina.

Inserito:

– Il traditore politico Alexander Khechtenstein del partito “Russia Unita” di Putin lo ha chiamato In uno dei più famosi programmi di propaganda della TV russa A proposito del Cremlino “Solovyov”.

come era solito fare La parola “quinto colonizzatore”, che, secondo il Language Council, è usata per “coloro che compiono atti di sovversione nel loro paese a beneficio di una potenza straniera”.

Poco dopo, Dvorkovich dovette farlo Dimettersi dalla carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione Per il tipo russo di Silicon Valley, chiamato Skolkovo.

L’odio di Dvorkovich è arrivato dopo che ha detto alla rivista americana Mother Jones: “I miei pensieri sono con la popolazione civile ucraina. La guerra non solo prende vite inestimabili. La guerra uccide la speranza e l’ambizione e ferma o distrugge legami e legami”.

Nella “lista peggiore”

Il commento relativamente innocente dell’ex vice primo ministro ha attirato molta attenzione.

La scorsa settimana, il quotidiano Moskovsky Komsomolets ha chiesto quali segreti di stato Dvorkovich avesse portato via dal paese e ha affermato che vive in Israele. Mi scuso per l’articolo Il giorno successivo.

Allo stesso tempo, la FIDE (Federazione Internazionale di Scacchi), guidata da Dvorkovich, ha imposto severe sanzioni ai giocatori russi.

Il mezzo molto nazionale zargrad.tv Ha inserito Dvorkovich nella sua lista dei “100 più russi”. Lì si trova con molti dei critici più famosi della guerra, come il leader dell’opposizione Alexei Navalny, il blogger Yuri Dodd, l’autore Boris Akunin, la leggenda del rock Boris Grebenshchikov, il soprano Anna Netrebko, il vincitore del premio per la pace Dmitry Muratov e il difensore di Frode Berg Ilya Novikov.

READ  Mia madre iniziò a piangere il quarantaseiesimo giorno di guerra

– Orgoglioso dei soldati

Ma il giorno dopo la pubblicazione dell’articolo su Mother Jones, Dvorkovich ha avuto idee completamente diverse sul sito web del Fondo Skolkovo, preparato dall’agenzia di stampa. Ria:

Io, come tutti gli altri bambini del dopoguerra, sono cresciuto con l’amore per la patria: in memoria di coloro che sono morti durante la guerra e in odio al nazismo. Apprezzo sinceramente il coraggio dei nostri soldati che in ogni momento hanno difeso la loro patria e la loro libertà. Siamo ugualmente addolorati per tutti i morti e i feriti nelle ostilità durate otto anni, riferendosi al periodo in cui le ostilità sono iniziate nell’Ucraina orientale nel 2014, ha scritto Dvorkovich.

Il presidente della federazione: Arkady Dvorkovic applaude Magnus Carlsen dopo che il norvegese ha difeso il titolo mondiale a Dubai nel dicembre 2021.

Il capo della FIDE ha anche definito “prive di significato” le sanzioni contro la Russia, scrivendo:

– La cosa più importante è che alla fine si stabilisca una pace forte e un ordine più giusto sul nostro pianeta, dove non c’è posto per il nazismo.

Fa anche parte della storia che la maggior parte delle persone considerava Vladimir Solovyov uno dei principali sostenitori di Putin in Russia, nel suo spettacolo ha difeso Dvorkovich e ha detto che i due sono amici da 20 anni.

dilemma

Dvorkovich quasi non ha parlato con i media della guerra. Ma NRK ha ottenuto il capo della FIDE Parlando a Reykjavik:

– Nonostante il disagio, penso che dovrei fare il mio lavoro professionale e continuare a fare quello che devo fare.

READ  Come, o peggio di Katrina - VG

Il capo degli scacchi norvegese Simin Agdesten si rende conto che Dvorkovic si trova in un dilemma contorto, ma poi non commenterà il lato puramente politico.

– Ma notiamo che la FIDE sta funzionando bene al momento, molte grazie a Dvorkovich. Agdistin dice di essere un capo adorabile.

– Vediamo che Dvorkovich si trova in una situazione difficile, dice il capo degli scacchi – e al momento non dirà nient’altro.

Dovresti prendere una distanza più chiara

L’esperto di scacchi e professore russo Attlee Gron ritiene che il presidente della federazione stia cavalcando due cavalli.

– La moglie è diventata molto ricca. Se si fosse trasferito in Israele, sarebbe diventato immediatamente più commestibile come capo della FIDE. Allo stato attuale, la situazione è moralmente insostenibile, crede Groen – e spiega:

– I giocatori di scacchi russi non possono partecipare ai tornei, ma il presidente della federazione – con una grande fortuna personale da parte del regime di Putin – rappresenta la Russia. Dovrebbe prendere le distanze più chiaramente dal regime, ma non sarà in grado di farlo se rimane in Russia, dice Attlee-Gron – e quindi sente la mancanza di Dvorkovich che prende una distanza diretta da Putin e più vicino.

Arkady Dvorkovich è stato consigliere presidenziale dal 2008 al 2012 e poi vice primo ministro dal 2012 al 2018 prima di diventare presidente degli scacchi. Non ha ancora lanciato la sua candidatura per il proseguimento della carica di Presidente della Federazione. D’altra parte, Inyonam Siwa Fumi del Togo si è detto calmo.

Il regime FIDE – guidato da Dvorkovich – ha messo al bando Sergey Karyakin a fine marzo per il suo sostegno incondizionato alla guerra in Ucraina e al presidente Putin.

READ  Per questo l'intera Europa è alle prese con prezzi dell'elettricità estremamente alti - VG

– Ho l’impressione che si tratti di un Consiglio democratico ben funzionante, afferma Simen Agdestein.