sabato, Luglio 13, 2024

Cattedrale della Speranza: uno spazio sacro di rifiuti

Must read

Bertina Buccio
Bertina Buccio
"Lettore. Appassionato di viaggi esasperatamente umile. Studioso di cibo estremo. Scrittore. Comunicatore. "

– La cattedrale porta con sé la storia che quando le persone lavorano insieme, possiamo trasformare il male in bene. Allora potremo trasformare la disperazione in speranza.

Ai lavori di costruzione della cattedrale hanno contribuito gli asili, le classi scolastiche, i gruppi femminili e i volontari, soprattutto quelli che spesso finiscono un po’ fuori dalla società. Foto: Cattedrale della Speranza

Senza eccezione, ti spogli, entri nella cattedrale e poi “Ah”, Heggie Elisabeth Fagermoen sospira visibilmente.

È la presidente del consiglio di amministrazione della Hope Cathedral e cerca di esprimere a parole la sensazione che si prova quando si entra nell’edificio simbolico che è diventata la cattedrale.

La cattedrale di Håpet è stata costruita e si trova a Fredrikstad. Potresti aver visto l’edificio con il tetto colorato che si erge quasi sopra il livello del mare. La cattedrale fu costruita su una chiatta e fu costruita secondo la chiesa di Presnip. Il legno viene portato da cavalli e slitte e il tetto è fatto di plastica riciclata.

Tutto è iniziato con la consigliera culturale della diocesi di Burg, Solveig Egeland, e la sua disperazione per i rifiuti di plastica depositati sulla spiaggia.

La speranza e il mare appartengono a tutti noi

-Ho immaginato una cattedrale con il tetto di plastica. In altre parole, possiamo trasformare i rifiuti di plastica in qualcosa di bello e pieno di speranza, spiega Fagermoen.

“Il mare e la speranza appartengono a tutti noi”, era l’idea, ed è così che sono iniziati i lavori. Bambini e adulti, di tutte le età e di ogni ceto sociale, si sono radunati lungo il fiume Hvalerkisten per raccogliere la plastica.

READ  Pokémon Blaze Black 2: tutto nuovo in Rom Hack

Ai lavori di costruzione della cattedrale hanno contribuito gli asili, le classi scolastiche, i gruppi femminili e i volontari, soprattutto quelli che spesso finiscono un po’ fuori dalla società.

– Un gruppo di rifugiati maschi di età superiore ai 50 anni, che non hanno diritto alla formazione linguistica, è stato autorizzato a contribuire alla costruzione di una chiatta. Poi hanno dovuto parlare norvegese e quindi hanno ricevuto anche una formazione linguistica, dice Fagermoen entusiasta.

– La cattedrale porta con sé la storia che quando le persone lavorano insieme, possiamo trasformare il male in bene. Allora potremo trasformare la disperazione in speranza.

Dobbiamo essere la luce e il sale del mondo

Le funzioni domenicali si svolgono nella Cattedrale Hobbit, guidate dalla Chiesa norvegese. Vengono organizzate anche preghiere comunitarie, dove persone di fedi diverse sono invitate a offrire le proprie preghiere.

La cattedrale funge anche da sala concerti e all’esterno il Giardino della Speranza è pieno di vita. Un giardino dove si coltivano, tra le altre cose, le verdure e dove le api hanno le loro piccole cattedrali.

– A me questo sembra molto coerente con il messaggio di Gesù che dobbiamo essere luce e sale nel mondo. Oltre al sale, anche il cibo marcisce. Si tratta specificamente di creare speranza, creare vita e creare qualcosa di nuovo, afferma Vajirmoen.

– Penso che sia meraviglioso che la Chiesa di Norvegia possa contribuire a facilitare un simile progetto di collaborazione. Ciò che sta nella parola sacro è che le cose diventano perfette. Ho concluso che questo è ciò che rappresenta la cattedrale.

La verità è che qualcosa che nasce dalla disperazione umana può trasformarsi in qualcosa di buono.

READ  Camera da letto in affitto 2,6 mq:

I pulsanti di condivisione non possono essere visualizzati senza il tuo consenso all’uso dei cookie funzionali. Per fare ciò è necessario premere il pulsante in basso a sinistra, selezionare il checkbox relativo ai cookie funzionali e quindi cliccare su “Aggiorna consenso”. Facoltativamente, fare clic su “Accetta tutti i cookie” per accettare tutte le categorie di cookie. Quindi è necessario ricaricare la pagina.

More articles

Latest article