Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

C’erano 560 milioni di uccelli in meno in Europa

Nel 2019, i ricercatori hanno riferito che il numero di uccelli in Nord America è diminuito drasticamente negli ultimi 50 anni.

Tre miliardi, o circa un uccello su quattro, sono scomparsi dal Nord America dal 1970. Lo studio ha mostrato che molte specie comuni sono diminuite drasticamente.

Una nuova ricerca ora mostra che c’è stato uno sviluppo simile in Europa.

Dal 1980, il numero di uccelli è diminuito di 560-620 milioni nei paesi dell’Unione europea. Questo è un calo del 17-19 percento.

Gran parte delle perdite sono dovute al declino tra specie di uccelli comuni e numerose. Tornano soprattutto gli uccelli che vivono nei paesaggi agricoli ed erbosi.

Un indicatore di come vanno le cose con la natura

Christian Pedersen è ricercatore presso l’Istituto norvegese di bioeconomia (NIBIO). Dirige un progetto di birdwatching nel panorama culturale norvegese.

Non è noto per essere ridotto per alcune specie di uccelli.

Noi che lavoriamo con lei la conosciamo da molto tempo. Lo abbiamo visto e monitorato per molti anni.

Come è noto, le Isole Canarie sono state utilizzate nelle miniere in passato. Quando sono svenuti, c’erano segni di pericolo. Quando il numero di uccelli diminuisce tra paesi e continenti, dice Pedersen, dovrebbe essere visto come un avvertimento.

Gli uccelli sono un ottimo indicatore della salute della natura. Si riproducono in diverse regioni e habitat in tutto il mondo. Mangiano insetti, semi e carne. Sono importanti nel controllo dei parassiti sulle colture e alcune specie sono anche spazzini e sono coinvolte nella fase di deterioramento della natura.

Nel nuovo studio dall’Europa tornano non solo le specie rare che necessitano di condizioni speciali.

READ  - Esauriamo Fjordkraft e Norgesenergi per milioni - E24

Ci sono massicci cali in quelli che finora abbiamo considerato uccelli molto comuni. Questa è un’indicazione che vari ecosistemi stanno crollando.

Metà del numero di uccelli

Lo studio è stato condotto da ricercatori della Royal Society for the Protection of Birds (RSPB). Hanno studiato l’evoluzione di 378 delle 445 specie di uccelli nell’Unione europea.

Hanno scoperto che c’è stata una diminuzione tra 175 specie di uccelli, mentre sono aumentate 203 specie.

In totale, 40 anni fa c’erano molti meno uccelli.

La specie che ha subito il maggior declino in Europa è stato il passero domestico. I ricercatori stimano che il numero di passeri sia diminuito di 247 milioni dal 1980, un calo di circa il 50 percento.

Altre specie in forte diminuzione sono la cataratta, la carota e il passero con un calo di 75, 97 e 30 milioni. Anche la Song Lark, la Songbird Leaf e il Thorny Peril avevano subito un pesante tributo.

Gli storni possono accumularsi in grandi stormi.

Il tordo nero e blu progredisce

In totale, c’erano 900 milioni di uccelli in meno nella specie, il cui numero è diminuito. Ma questo è compensato dalle specie, che stanno diventando sempre più numerose.

Monk advanced, abete rosso e pettirosso hanno twittato a 55, 29 e 22 milioni.

Merli, cince e uccelli azzurri sono anche tra le otto specie più avanzate.

Il declino tra le specie di uccelli sembra essere stato maggiore negli anni ’80 e ’90, per poi diventare meno pronunciato.

Stiliti e monaci sono tra le specie con il maggior incremento in Europa.

Stiliti e monaci sono tra le specie con il maggior incremento in Europa.

Gli uccelli più piccoli nel paesaggio agricolo

Gli uccelli che migrano per lunghe distanze sembrano essere colpiti più di altri gruppi.

READ  Il punteggio di Apple è molto migliore del previsto: l'E24

Inoltre, gli uccelli che vivono in paesaggi agricoli o erbosi hanno avuto il maggior calo nello studio europeo.

I ricercatori in Norvegia vedono la stessa tendenza.

Qui, dal 2000, c’è stato un calo del 40% degli uccelli nel paesaggio agrario, secondo la condizione ambientale.

In pochi decenni, il numero di serpenti sarà ridotto del 75%. Il numero di grandi passeri è diminuito del 45 percento e l’allodola canora del 30-50 percento, secondo Articolo di NIBIO.

Il passero giallo è stato nominato quest’anno Bird of the Year. È in declino ed è finito nella Lista Rossa Norvegese nella categoria “Near Threatened”.

Negli ultimi anni in Norvegia ci sono stati meno passeri gialli.

Negli ultimi anni in Norvegia ci sono stati meno passeri gialli.

lavorare intensamente

Christian Pedersen è il leader del programma di birdwatching presso il Cultural Landscape chiamato 3Q. Va avanti dal 1998.

Dice che la ragione per cui gli uccelli lottano nel paesaggio agricolo è duplice. È gestito in modo intensivo mentre le aree di pascolo riposano e crescono di nuovo.

Chiusura di piccole e medie aziende agricole a causa della mancanza di economia in esse. Pedersen dice che il focus è sui grandi mulini.

Aggiunge che altri paesi in Europa hanno avuto un’agricoltura intensiva per più tempo rispetto alla Norvegia, e l’UE sta cercando di invertire lo sviluppo.

Il paesaggio agricolo norvegese è stato storicamente un’ottima area per gli uccelli del paesaggio culturale. Ma ora siamo nella trappola dell’Unione europea.

bracconaggio

Pedersen non ignora il fatto che la caccia illegale di giovani uccelli in Europa ha contribuito ad alcune perdite.

READ  - Al momento del primo - E24

– La gente fa ancora i bastoncini di colla e si spara a molti uccelli. In Europa c’è una cultura di cacciare e mangiare piccoli uccelli. Non c’è cibo qui, devi mangiare molto per mangiare

Di recente, i cacciatori italiani hanno catturato più di 2.000 cimici dei castelli congelati che sono stati uccisi illegalmente in Norvegia, segnalato VG.

ex zone di pesca. Le foto sono state scattate da Christian Pedersen e mostrano un ex carcere di Milano. Ora è stato trasformato in una stazione di ricerca. Non sembra pericoloso, ma prima c’erano reti nascoste tra gli alberi dove venivano catturati molti uccelli. Gli uccelli in gabbia sono usati per attirare altri nella struttura, dice Pedersen. Strutture difficili da rilevare.

– luce rossa

Ma non possiamo incolpare solo l’Europa, dice Pedersen. Anche alcuni uccelli che vivono in Norvegia tutto l’anno, come il passero giallo, sono diminuiti. Inoltre, per molti anni le cose sono andate male per gli uccelli marini.

Il numero di specie di uccelli marini è diminuito di oltre il 90%. Le nostre montagne di uccelli sono presto vuote.

Pedersen afferma che quando gli studi di diversi paesi mostrano che il numero di uccelli sta diminuendo, questa è una cosa seria.

– Non ci sono più sciocchezze, ora c’è luce rossa ovunque.

Crede che una soluzione importante sia prendersi cura della natura in modo che gli uccelli abbiano buoni posti dove nidificare, trovare cibo e vivere.

È diventato raro vederlo in Norvegia.

È diventato raro vederlo in Norvegia.

Cosa può aiutare?

In un rapporto dello scorso anno, Pedersen ha delineato misure che potrebbero aiutare gli uccelli nel paesaggio agricolo norvegese.

Raccomanda, tra l’altro:

  • Avere zone di confine ricche di fiori. Fornisce agli uccelli l’accesso a insetti, siti di nidificazione e nascondigli.
  • Per mantenere nel terreno pascoli e campi di fieno.
  • Adattare lo sfalcio allo sviluppo della stagione riproduttiva.
  • Mantieni gli alberi più vecchi con cavità per la cataratta o crea scatole di amido.
  • Ci sono alcune aree nei campi che non vengono falciate. Si chiamano finestre di pino.
  • Se possibile, mantieni i vecchi fienili. La rondine comune non trova spazio per la nidificazione nei nuovi fitti fabbricati agricoli.
  • Garantire paesaggi agricoli diversificati con diverse forme di operazioni e allocare spazio sufficiente per aree di nidificazione, aree di foraggiamento e aree in cui i giovani possono sopravvivere dopo aver lasciato il nido.

Leggi di più nel rapporto «Uccelli nel paesaggio agrario: sviluppo e distribuzione della popolazione».

Riferimento:

Fiona Burns, M.; Florida: «Il calo dell’abbondanza di uccelli nell’UE rivela somiglianze intercontinentali nel cambiamento della biodiversità“,” ecologia ed evoluzione, 15. novembre 2021.

Ci piacerebbe sentirti!

Si prega di contattare qui
Hai feedback, domande, lodi o critiche? O consigli su qualcosa di cui scrivere?