Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Clubhouse offre spazio per colloqui aperti in Medio Oriente – Dagsavisen

Nell’app audio Clubhouse, i sauditi hanno discusso della legalizzazione di alcol e aborto. Gli egiziani discutevano su cosa fosse necessario per sfidare un governante autoritario. Gli iraniani hanno piantato i loro sospetti sui funzionari governativi e hanno diffuso storie di molestie sessuali, secondo i rapporti Il New York Times.

In questo modo, l’app fornisce un nuovo forum di discussione e conversazione per gli utenti in regimi autoritari e oppressivi. Clubhouse è stato scaricato 1,1 milioni di volte in Medio Oriente da quando è diventato disponibile a gennaio.

La gente aspettava da molto tempo un tale modo di comunicare, ha detto Tharwat Abaza al New York Times.

– In questo momento, è una delle piattaforme più accessibili e ci dà spazio per discussioni importanti che dobbiamo avere senza paura di essere inseguiti dalle streghe, dice al giornale.

Tuttavia, il ricorso all’applicazione non è privo di rischi. Gli utenti sono facili da conoscere e le agenzie di pubblica sicurezza ascoltano facilmente le conversazioni. Potrebbe anche essere pericoloso per i regimi autoritari acquisire i dati personali archiviati dall’app.

Ma con così tante conversazioni che si svolgono in tempo reale, può essere difficile da monitorare rispetto a una piattaforma basata su testo come Facebook.

Diversi paesi del Medio Oriente hanno precedentemente monitorato o bloccato altre piattaforme social come Facebook e Twitter. E temeva che questo potesse accadere anche con la Clubhouse.

READ  La Cina è atterrata su Marte

L’Oman ha già bloccato l’app. Gli utenti in Iran, Giordania e Emirati Arabi Uniti hanno segnalato difficoltà di accesso all’app. Teme un maggiore controllo del governo quando si esegue l’app su Android.