Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Come dovrebbe essere progettato un fondo di emergenza epidemica?

Prima o poi apparirà un nuovo virus. E quando ciò accade, può, nel peggiore dei casi, rappresentare un rischio esistenziale per l’umanità.

La sceneggiatura è stata scritta insieme a Lan Donnelly.

Washington DC: terzi Di tutti gli africani non vaccinati contro il COVID-19. È chiaro che il sistema globale per la preparazione e la risposta alle epidemie (PPR) è ancora sottofinanziato e manca di sistemi di fornitura di vaccini solidi ed efficaci.

Piattaforma di collaborazione dell’OMS – Accesso all’acceleratore degli strumenti COVID-19 (ACT-A) – In una certa misura aiutano a ridurre enormi differenze nell’accesso a test, trattamenti e vaccini. Ma ACT-A non ha il sostegno finanziario necessario per fornire un’assistenza adeguata ai paesi a basso reddito.

Prima o poi apparirà un nuovo virus o un altro agente patogeno.

La ricerca scientifica ed economica ha dimostrato che una futura pandemia dispersa nell’aria potrebbe costare milioni di vite e creare il caos economico, in particolare per quanto riguarda gli sviluppi nei prossimi anni caratterizzati da una maggiore urbanizzazione e da un aumento del cambiamento climatico.

Prima o poi apparirà un nuovo virus o un altro agente patogeno. E quando ciò accade, può, nel peggiore dei casi, rappresentare un rischio esistenziale per l’umanità. Come la lotta contro il riscaldamento globale, lo è Il costo del non fare nulla Molto superiore al costo di attuazione delle misure.

Nell’ottobre dello scorso anno andare La Presidenza italiana del G20 pubblica una tabella di marcia per la preparazione e la risposta alla pandemia (PPR). L’obiettivo è assicurarci di essere meglio preparati per la prossima sfida sanitaria globale. Nei prossimi giorni, i ministri delle Finanze e i governatori delle banche centrali del G20 riceveranno una relazione sui progressi compiuti dal Gruppo di esperti del G20 su finanza e salute, l’organismo istituito per monitorare i progressi.

READ  Lexus presenta il nuovo SUV elettrico

Il passaggio fondamentale successivo è quello di istituire un Fondo per intermediari finanziari (FIF) efficace e ben finanziato. Secondo i calcoli dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e della Banca Mondiale, c’è almeno un deficit di finanziamento annuale 10,5 miliardi di dollari per prepararsi e rispondere a un’epidemia.

Non vi è alcuna buona ragione per cui i paesi del G20 non possano fornire altri 10,5 miliardi di dollari all’anno.

Dovremmo considerarlo un importo minimo assoluto in termini di quanto di più è necessario ogni anno per sostenere un accesso equo a vaccini, test, cure, sorveglianza dei virus, ricerca e sviluppo, produzione e infrastrutture sanitarie.

Non vi è alcuna buona ragione per cui i paesi del G20 non possano fornire altri 10,5 miliardi di dollari all’anno. Ce n’è solo uno piccola percentuale Delle migliaia di miliardi di dollari che sono stati spesi per mitigare gli effetti della pandemia in corso, per non parlare delle migliaia di miliardi che sarebbero andati persi in caso di una nuova crisi sanitaria globale.

Ma per avere successo, la FIF deve anche soddisfare quattro condizioni speciali. In primo luogo, non dovrebbe essere finanziato da promesse sporadiche e piani per trasferire più soldi di tanto in tanto, poiché ciò fornisce poca prevedibilità. Invece, i governi dei vari paesi devono concordare di mettere a disposizione in anticipo i finanziamenti per i primi cinque anni, adottando contemporaneamente misure per includere i loro impegni finanziari del quinto budget nei loro bilanci annuali.

Non è necessario reinventare la ruota.

Questo fondo di avviamento dovrebbe incoraggiare meccanismi di finanziamento innovativi e diversi che possono migliorare gli investimenti del fondo. Non è necessario reinventare la ruota. Le autorità, le banche di sviluppo, i filantropi e le aziende hanno già iniziato a creare nuove istituzioni associazione Per raggiungere l’obiettivo di emissioni nette zero. I leader del G20 dovrebbero creare un gruppo di esperti in grado di identificare le migliori pratiche da modelli di finanziamento verde che possono a loro volta essere utilizzati per investire nella preparazione e risposta alla pandemia.

READ  Chelsea, Romelu Lukaku | Voci della Premier League lunedì

Poiché i paesi a basso e medio reddito hanno maggiori vincoli di bilancio, tutti gli investimenti aggiuntivi che fanno nella sanità pubblica e nei sistemi di PPR dovrebbero essere considerati contributi in natura al fondo (a condizione che i contributi siano allineati con lo scopo del fondo). ).

In secondo luogo, il meccanismo di valutazione dovrebbe essere collegato al fondo sulla base di Parametri di misura comuni degli effetti sociali ed economici degli investimenti. Questo per garantire un uso efficace di queste nuove risorse. Qualsiasi meccanismo utilizzato deve rendere i donatori fiduciosi che i loro impegni finanziari a lungo termine (verso il fondo) forniscano un ritorno misurabile.

In terzo luogo, dobbiamo garantire che il finanziamento dei fondi non pregiudichi le misure che sono state attuate per affrontare altre gravi sfide di salute pubblica. I contributi dei paesi ad alto reddito dovrebbero essere in aggiunta all’assistenza esistente per garantire che il Fondo internazionale non “rubi” fondi dal sostegno già fornito.

Un fondo PPR ben progettato e interamente finanziato è un passo fondamentale verso il raggiungimento della missione dell’OMS di salute per tutti.

Quarto: pag Annuncio finale Dalla riunione del G20 a Roma nell’ottobre dello scorso anno, l’obiettivo del fondo dovrebbe essere l’accesso del pubblico e la gestione complessiva per garantire la legittimità nei paesi a basso e medio reddito. Per esempio. L’innovazione e la produzione farmaceutica dovrebbero essere governate dal principio dell’intelligenza collettiva, che impone che le conoscenze di base siano condivise il più possibile.

La FIF dovrebbe allontanarsi da un quadro destinatario-donatore obsoleto e ingiusto. La rappresentanza nella struttura di gestione formale del Fondo dovrebbe essere equamente distribuita tra i paesi ad alto, medio e basso reddito. Dovrebbe anche essere il nucleo delle istituzioni di attuazione globali e regionali, come l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e l’Africa CDC. Dovrebbero essere rappresentati anche esperti indipendenti di diversi segmenti della società.

READ  En Fiat du neppe kjenner til

Per evitare controversie burocratiche tra i vari organi di governo globali, la Banca Mondiale dovrebbe ospitare la Fédération Internationale de Football Association (FIF). L’OMS deve svolgere un ruolo guida nello sviluppo e nell’attuazione della strategia. Allo stesso tempo, entrambe le organizzazioni devono rendersi conto che il modo migliore per costruire competenze e capacità è incoraggiare la più ampia partecipazione possibile tra tutte le parti interessate (stakeholder) in partenariati completamente trasparenti.

Se la pandemia della corona ci mostra qualcosa, è che abbiamo bisogno di una direzione radicalmente nuova.

La presidenza indonesiana del G20 quest’anno dovrebbe garantire l’attuazione della Convenzione internazionale della Croce Rossa. Ma prima, coloro che si incontrano questo mese durante le riunioni di primavera della Banca mondiale e del Fondo monetario internazionale devono concordare il finanziamento e la costruzione e assicurarsi che il FMI soddisfi le quattro condizioni sopra delineate.

Se la pandemia della corona ci mostra qualcosa, è che abbiamo bisogno di una direzione radicalmente nuova. Un fondo PPR ben progettato e interamente finanziato è un passo fondamentale verso il raggiungimento della missione dell’OMS di salute per tutti.

La sceneggiatura è stata scritta insieme a Lan Donnelly. È un ex membro del Parlamento europeo e un promotore e coordinatore delle riunioni del partenariato per la salute e lo sviluppo del Gruppo dei Venti.

Copyright: Project Syndicate, 2022.
www.project-syndicate.org